Una rivoluzione in Segreteria di Stato (a partire dalla cassaforte)

Il Papa e il cardinale Parolin

Una raffica di trasferimenti, qualche silurato d’eccezione e qualche promosso. Nel bel mezzo della pausa estiva, con Papa Francesco che ha ridotto al minimo le udienze, in Segreteria di Stato nelle ultime settimane si sono succedute una serie di nomine e di cambiamenti importanti che di certo indicano un cambio di passo, un riassetto, voluto dal cardinale Pietro Parolin e dal nuovo Sostituto per gli Affari Generali, il venezuelano monsignor Edgar Peña Parra, in linea con la riforma.
Continua a leggere

La svolta a Medjugorje

Fedeli radunati in preghiera a Medjugorje

Una svolta storica, passata quasi sotto silenzio, senza troppi clamori. Il culto di Medjugorje è autorizzato ufficialmente e da oggi tutte le diocesi e istituzioni del mondo potranno organizzare pellegrinaggi verso la piccola città della Bosnia-Erzegovina dove dal 1981 la Madonna apparirebbe ai sei veggenti, finiti spesso nella bufera per i loro raduni che da anni attirano milioni di persone da tutto il mondo.
Continua a leggere

Il Papa rivoluziona la Segreteria di Stato

Papa Francesco discute col il Card. Parolin

Dopo aver accorpato alcuni dicasteri della Santa Sede, aver promosso nuove sinergie tra le strutture vaticane e dopo aver chiesto la presenza di più laici e più donne all’interno dei palazzi d’Oltretevere, Papa Francesco continua l’opera di riforma della Curia Romana con una novità clamorosa che sarà ufficializzata nei prossimi giorni.
Continua a leggere

“Meno cardinali in ufficio, più spazio ai laici” Intervista al Card. Rodriguez Maradiaga

Il Card. Oscar Rodriguez Maradiaga

Il Card. Oscar Rodriguez Maradiaga

Alla vigilia del settimo incontro del “C9” (il gruppo di cardinali che consiglia Papa Francesco per la riforma della Curia Romana) parla a “Il Giornale” il cardinale honduregno Oscar Andrés Rodriguez Maradiaga, 71 anni, coordinatore del gruppo di nove porporati che da oggi è riunito in Vaticano. Tanti i temi all’ordine del giorno di queste nuove riunioni: si parlerà ancora di accorpamenti di dicasteri (verranno analizzati tutti i suggerimenti inviati da cardinali e arcivescovi a capo di congregazioni e pontifici consigli) e soprattutto si parlerà della riforma della Segreteria di Stato.
Continua a leggere