Ecco cosa c’è dietro la lettera di Viganò

La questione è molto semplice: con una “testimonianza” lunga dieci pagine, l’arcivescovo Carlo Maria Viganò, ex nunzio apostolico negli Stati Uniti che con una sua lettera riservata al Papa, nel 2011, aveva “ispirato” il primo Vatileaks,  si riprende la scena e oggi accusa mezza Curia (della nuova e della vecchia guardia) di aver coperto le schifezze del cardinale americano Theodore McCarrick. Non solo: Viganò spara davvero in alto e, oltre ad accusare i principali collaboratori presenti e passati  degli ultimi tre papi, rivela: “Avevo informato Papa Francesco nel 2013 del dossier su McCarrick, ma lui cambiò discorso: adesso sia il primo a dare il buon esempio a cardinali e vescovi che hanno coperto gli abusi di McCarrick e si dimetta insieme a tutti loro”.
Continua a leggere

Pell voleva dimettersi. Il Papa: “Solo un congedo per il processo”

Il cardinale George Pell

Quando tre giorni fa Francesco lo aveva ricevuto in udienza privata, il cardinale George Pell, accusato da più persone di abusi su minori compiuti negli anni ’70 a Ballarat, in Australia, si era presentato dal Papa con la lettera di dimissioni dall’incarico di prefetto della Segreteria per l’Economia.
Continua a leggere

“L’omertà non è la soluzione alla pedofilia” Intervista a Monsignor Charles Scicluna

Mons. Charles Scicluna

Mons. Charles Scicluna

GUARDA IL VIDEO CLICCANDO QUI

Ho intervistato per il programma di Retequattro “La Strada dei miracoli”, l’arcivescovo di Malta, Monsignor Charles Scicluna. Il prelato lavorava alla Congregazione per la Dottrina della Fede insieme all’allora cardinale Joseph Ratzinger e indagò come “PM” sui preti pedofili, inclusi quelli del famoso “caso Spotlight”. “L’omertà non e’ una risposta. Solo la verità e la giustizia salveranno la Chiesa e il popolo di Dio”, ha detto il monsignore che…
Continua a leggere