“Nessuna pressione per far dimettere Ratzinger”. Parola di Padre Georg

In occasione dei 90 anni del Papa Emerito Benedetto XVI, (ricorrono il prossimo 16 aprile), ho realizzato per Matrix una lunga intervista al suo più stretto collaboratore, Mons. Georg Gänswein, Prefetto della Casa Pontificia e segretario particolare di Ratzinger.
Continua a leggere

Oggi Parolin nuovo Segretario di Stato
Confermati cinque membri della Curia

Mons. Pietro Parolin

Papa Francesco aveva rotto ogni indugio martedì, quando aveva ricevuto in udienza A Santa Marta il decano del collegio cardinalizio, il cardinal Angelo Sodano, per comunicargli ufficialmente il nome del prescelto.
Continua a leggere

Il segretario influente e il professore distratto

Mons. Georg Gaenswain

Ecco il premio di Benedetto XVI per il suo fedele segretario: Mons. Georg Gaenswain ieri, nella Basilica Vaticana, ha ricevuto l’ordinazione episcopale. il Papa lo ha consacrato arcivescovo e nei giorni scorsi nominato prefetto della Casa Pontificia. Presente alla cerimonia anche il premier Monti che però, durante la messa, ha trovato ben altro da fare (segue foto)
Continua a leggere

Padre Georg prefetto? il Vatileaks non c’entra

Il segretario del Papa, Mons. Georg Gaenswein

Diversi siti stanno riprendendo l’indiscrezione del “Fatto Quotidiano” secondo cui Padre Georg lascerà presto l’incarico di segretario di Papa Ratzinger per diventare Prefetto della Casa Pontificia, la struttura che organizza la vita pubblica del Pontefice e che sovrintende il lavoro di tutte le persone che ruotano attorno al Papa all’interno del Palazzo Apostolico. Secondo il Fatto Mons. Gaenswain pagherebbe lo scandalo Vatileaks, il non aver controllato a sufficienza Paolo Gabriele, esponendo quindi Ratzinger in prima persona. Ma il Vatileaks non c’entra nulla, lo dice Papa Wojtyla…
Continua a leggere

Ecco cosa c’è nei video girati dal corvo

Papa Benedetto XVI e Paolo Gabriele

Paolo Gabriele oltre a rubare documenti riservati, spiava il Papa con foto e video. La notizia è stata pubblicata ieri dal Corriere della Sera ma era già emerso qualche dettaglio durante gli interrogatori dei gendarmi (soprattutto di De Santis) nel processo all’ex assistente di camera del Papa, condannato a 18 mesi di reclusione per furto.
Continua a leggere