“Presto avremo notizie sul Vatileaks”

I cardinali nelle prossime ore potrebbero finalmente avere tutte le risposte che cercano sul Vatileaks. Dopo il primo giorno di conclave in Vaticano e la prima fumata nera, tra un piatto di pasta e un caffè al residence Santa Marta (dove i porporati elettori vivono in clausura) sembra esser arrivata una soluzione per accontentare i cardinali stranieri che da giorni chiedono notizie e informazioni sul contenuto del dossier consegnato al Papa e che riguarda lo scandalo dei corvi vaticani.
Continua a leggere

“Si continui l’opera di pulizia nella Chiesa” Parla il cardinale Rodriguez Maradiaga

Intervista al Cardinale Rodriguez Maradiaga

                                                                                                                                                                                            GUARDA IL VIDEO DELL’INTERVISTA

Nel giorno in cui iniziano le congregazioni generali dei cardinali, parla a Tgcom24 il cardinale honduregno Oscar Andrés Rodriguez Maradiaga, 70 anni, salesiano, unico porporato dell’America Centrale. Già nel 2005 Maradiaga ricevette dei voti in conclave e anche questa volta in tanti pensano che possa essere tra i papabili.
Continua a leggere

Giù le mani dal conclave!

Da qualche giorno si stanno misteriosamente moltiplicando articoli e inchieste (?) sul Vaticano firmate soprattutto da nomi altisonanti del giornalismo italiano (che in genere non trattano l’argomento). Si parla di scandali, di lobby, si fa questo o quel nome, si indica questo o quel gruppo di potere: si tratta ovviamente di imbeccate non verificate (e ho potuto constatare anche piene di errori) che hanno un chiaro obiettivo: condizionare i cardinali elettori.
Continua a leggere

“Mahony non vada al conclave”

Il Card. Roger Mahony

In queste ore il sito del settimanale Famiglia Cristiana sta lanciando QUI un sondaggio: “Mahony sì o no al conclave?”. La domanda nasce dopo lo scandalo che ha coinvolto il cardinale americano, colpevole di aver insabbiato 119 casi di pedofilia nella sua diocesi, Los Angeles. E spunta anche una petizione contro di lui.
Continua a leggere