Una Congregazione per la Carità

Il Papa in mezzo alla folla

Il Papa in mezzo alla folla

Si dovrebbe chiamare Congregazione per la Giustizia e la Carità e Papa Francesco ci pensa da un po’ di tempo. Ne ha discusso più volte con il “G8” cardinalizio e ha esaminato le varie opzioni provenienti anche dalla Curia Romana…

Tra i progetti di riforma del Papa c’è quello di creare questa Congregazione tutta dedicata alla carità e ai poveri: la nuova struttura vedrebbe l’accorpamento di quattro Pontifici Consigli tra cui quello di Giustizia e Pace, Migranti e Itineranti, “Cor Unum” e Cultura, avrebbe un cardinale prefetto a capo e diversi segretari (non per forza vescovi). Un’idea che porterebbe quindi anche ad una conseguente riduzione generale dei cardinali a capo dei dicasteri vaticani perché il loro ruolo – avrebbe detto il Papa in una delle ultime riunioni – dev’essere tutt’altro.

Insieme all’Elemosineria Apostolica, guidata dall’arcivescovo polacco Konrad Krajewski, l’inviato del Papa in mezzo ai poveri, arriverebbe quindi una seconda struttura vaticana destinata a diventare il centro nevralgico d’Oltretevere dove poter studiare interventi e iniziative per contrastare il problema della povertà. Un tema molto caro a Papa Francesco che ha messo i poveri e gli ultimi al centro del suo pontificato.

Dopo la nascita della Segreteria per l’Economia (con a capo il Card. Pell), si continua a lavorare inoltre sulla creazione di una Congregazione per i Laici (che porterebbe all’accorpamento di altri Pontifici Consigli, tra cui quello per i Laici, la Famiglia e gli Operatori Sanitari) e di una Segreteria per le Comunicazioni (che unirebbe sotto un’unica struttura la Sala Stampa Vaticana, il Centro Televisivo Vaticano, la Radio Vaticana, l’Osservatore Romano e il Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali). Proprio su questo tema di riforma delle comunicazioni vaticane, qualche settimana fa, Padre Federico Lombardi, Direttore della Sala Stampa Vaticana, ha parlato con Stanze Vaticane dicendo: “Si parla di questa riforma della comunicazione vaticana, ci sono delle riflessioni in merito, si pensa a una più stretta collaborazione tra i media vaticani”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Una Congregazione per la Carità

  1. Sono come sempre d’accordo con le scelte del nostro amatissimo Papa Francesco,anche in questo caso questo suo progetto di riforma è un’ottima scelta per la Chiesa e la Santa Sede,un’opportunità che ci dà una grande speranza.
    Grazie di cuore come sempre a Papa Francesco e auguri con un’Ave Maria affinchè vada avanti
    con la missione che il Signore gli ha affidato e raggiunga i suoi obbiettivi per il bene di ognuno e della collettività.
    Forza Papa Francesco!
    Ringraziamo sempre il Signore per averci fatto dono di un padre di chiesa come lui.
    Buona giornata ciao Ranieri

  2. Non sono credente e ho sempre visto la Chiesa con forte sospetto.
    Ma questo Papa è straordinario. Non solo diffonde la parola di Gesù, raccontandocela con passione, come dovrebbe fare un buon uomo di Chiesa. Non solo ha parole di forte e netta condanna verso i peccatori. Ma si spinge fino al limite dell’ingerenza, applicando l’arte della diplomazia, pur di provare concretamente a contribuire per la pace, dall’alto della sua missione.
    Papa Francesco è in missione, la sua chiarezza nelle parole e il suo pragmatismo dei fatti siano d’esempio per tutti! E poi la sua dolcezza, quella di un padre per i propri figli. In un mondo in cui molti adulti ormai sfruttano i giovani anzichè dedicarsi a loro.
    W Francesco, W le persone di buona volontà, W la parola di Gesù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *