Una tesi (sugli esorcismi) per Santina

Un ritratto di Santina Zucchinelli

Cari amici, torno a scrivere di Santina, una nostra vecchia conoscenza che avevo ospitato sul blog QUI e QUI. Oggi torniamo a parlarne perché grazie a lei, scomparsa 5 mesi fa, una studentessa russa, Elena Chahinska, ha potuto pubblicare la sua tesi di dottorato in Diritto Canonico sugli esorcismi.

La pubblicazione intitolata Il sacramentale dell’esorcismo nella legislazione canonica latina ed orientale: studio storico-giuridico è avvenuta grazie all’Associazione “Amici di Santina Zucchinelli” (la ONLUS nata dopo la morte della donna nel dicembre 2012) che si pone come obiettivo anche quello di sostenere borse di studio per giovani ricercatori.

La tesi di Elena, dedicata proprio a Santina per la sua testimonianza di fede nella sofferenza della disabilità che l’ha colpita negli ultimi anni di vita, tratta un argomento che per molti è ancora un tabù ma che, in questo testo viene analizzato in chiave storico-religiosa, cercando di comprenderne lo sviluppo all’interno della storia del Cristianesimo.

Scrive la Chahinska: “E’ forse la prima tesi in materia che cerca anche una comparazione tra Codice di Diritto Canonico Codice dei Canoni delle Chiese Orientali (promulgato dal Beato Giovanni Paolo II nel 1990 e riguardante le Chiese Orientali cattoliche dette sui iuris). Il “Codice Orientale” non contiene esplicita menzione dell’esorcismo, bensì normativa relativa ai sacramentali in generale (espressa dal can. 867). La tesi si interroga, in una apposito capitolo, su tale apparente lacuna in quanto gli esorcismi sono ampiamente praticati nelle Chiese Orientali.

Un dato storico-religioso, risiede a fondamento degli esorcisti: tutte le religioni monoteiste li praticano e perfino il Buddismo tibetano. Leggendo il Vangelo inoltre si comprende come Cristo stesso sia stato il primo esorcista conferendo agli Apostoli il potere di cacciare i demoni.

Perfino gli imperatori romani, dell’impero ormai uffialmente cristiano e cristianizzato dall’editto di Teodosio (a. 380) si preoccupano di legiferare in materia attuando così nel tempo e nello spazio quella “sinfonia”, cioè sinergia armonica, di cui Giustiniano (imp. dal 527 al 565) si farà paladino e portavoce, provvedendo egli stesso a disciplinare molti aspetti dell’organizzazione e della vita ecclesiastica.

Dunque il Cristianesimo, ed in particolare la Chiesa Cattolica, possiede una continuità ininterrotta di prassi e di disciplina in merito all’esorcismo. Il Romano Pontefice Paolo V promulga e pubblica il Rituale Romanum (1614) al cui interno figura il rituale dell’esorcismo (ovviamente in latino). Dopo tre secoli, la Chiesa Cattolica decide di attuare una codificazione del diritto canonico, il Codex Iuris Canonici dell’ormai lontano 1917, al cui interno vengono inseriti diversi canoni proprio sull’esorcismo (cann. 1151 ss.). Ciò a dimostrazione – ammesso che ve ne sia il bisogno – che la Chiesa Cattolica ha sempre considerato con grande attenzione tale sacramentale, parimenti preoccupandosi della «ortoprassia» dello stesso.

Dunque la tesi rappresenta un modesto contributo scientifico ad un dibattito che ancora ferve nella Chiesa Cattolica. Nel secondo decennio del III millennio si ritiene, a ragione, che sia ancora necessario non solo parlare di esorcismo in ambito cattolico, ma soprattutto praticare lo stesso con modalità e mezzi che la Chiesa riconosce. Infatti, come diceva il Burke: « Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all’azione», e la Chiesa non potrà mai rinunciare a tale azione – l’esorcismo – in quanto non potrà mai ammettere la non esistenza – e quindi l’attività in terra – del Demonio”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

25 risposte a “Una tesi (sugli esorcismi) per Santina

  1. ..come diceva il Burke: « Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all’azione»

    Grazie della bella testimonianza che ci fa vedere come agisce lo Spirito Santo. Grazie Elena Chahinska

  2. I greci usavano il termine farmakìa (da cui l’italiano farmacia) per indicare gli spiriti del male che si impossessavano di un uomo, e quando il malato dopo aver usato qualche droga guariva, si pensava che era stato scacciato il demone e tutti gli onori andavano allo stregone medico guaritore che aveva scacciato gli spiriti.

    Wikipedia dice che “per esorcismo si intende un insieme di pratiche e riti volti a scacciare una presunta presenza demoniaca o malefica da una personae ovvero la capacità di far allontanare il demone,”

    E un dizionario biblico aggiunge che farmakiao esorcismo, “Indicava principalmente l’impiego di farmaci, droghe, incantesimi; “ Nella stregoneria, l’uso di droghe, era generalmente accompagnato da incantesimi e invocazioni rivolte a forze occulte, con l’impiego di talismani, amuleti, riti ecc., ufficialmente intese ad allontanare dal potere dei demoni, ma in realtà volte a far colpo su di lui con le misteriose risorse e i poteri dello stregone”. — Vine’s Expository Dictionary of Old and New Testament Words, 1981, vol. 4, pp. 51, 52.

    E’ bello sapere che ci si può curare anche in assenza dell’ esorcista a meno di non voler pensare che i moderni medici siano essi stessi tanti esorcisti specialmente se si tratta di psichiatri.

    Ed è triste sapere che tanti moderni cristiani dimenticano che Il vangelo in Gal. 5:20 menziona l’esorcismo o “stregoneria”, VR o ; “magia”, Ga, e la menziona fra ‘le opere della carne’.

  3. Se la figura dell’esorcista non esiste… non esiste satana , non esiste Gesu’ e non in ultimo di “importanza”, non esiste Dio

  4. La credenza nel diavolo altro non è che il culto di se stessi. Tutte le religioni battono per bene il male, ma stanno tutte attente a non ucciderlo.

  5. Questo dimostra una volta per tutte come lei, sig. Alessandro conosce le Religioni. Come già la esortai in altro post, con umiltà continui la ricerca della Verità

    Nota: Sig. Joab, i Vangeli sono libri veri e non travisazioni di internet 🙂

  6. caro joab non basta mettere un sacco di ostentata biografia. di quell’accozzaglia di cose che hai scritto si capisce solo il madestro tentativo di screditare tutto e tutti…forse è meglio se prima di parlare e cercare link a casaccio scendi dal piedistallo e ti metti a studiare un po… parola di farmacista

  7. Domenico forse non hai capito una cosa hai sbagliato periodo temporale riassetta la macchina del tempo perchè non stai ai tempi dei crociati, quindi giù la spada e la corazza con la croce e per di più non siamo nemmeno a messa qui e trovati argomentazioni più convincenti quando rispondi.

  8. @ Domenico X Meridio
    “Nota: Sig. Joab, i Vangeli sono libri veri e non travisazioni di internet ”

    Ha mai sentito parlare della crisi dell’editoria ?
    Oggi i libri si leggono on-line vedi ”e-book”
    Non è una travisazione, è una scannerizzazione.

    Beh, il link non era a casaccio, era voluto. Lì c’è la migliora traduzione.
    Provare per credere, ma poi in fondo non si tratta nemmeno di traduzione, si tratta di comprensione della traduzione. Quando non c’è comprensione neanche il quadro più bello del mondo può essere compreso.
    Neanche il più grande genio può combattere la superstizione.

    Per essere brave persone non serve la palandrana è perfino vietata dalla Bibbia.( Deut 22.5)
    Non è l’abito che fa il monaco.

  9. Visto che si parla ancora di esorcismi e quindi di Satana… vorrei proporre la lettura di questo articolo che vuole rispondere, Bibbia alla mano, a tre domande interessanti:

    – Satana è una persona reale?
    – Dove si trova Satana?
    – Satana è in grado di fare del male alle persone e controllarle?

    Per avere la risposta cliccate > http://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/102013204 <

    Un cordiale saluto a tutti.

  10. Ad Alessandro e Sal/Joab.. Vi consiglio di studiare 🙂
    Non è con il vostro sterile odio che potrete testimoniare la Verità. Prendete esempio dall’Amico Giuseppe70

  11. @ Domenico X Meridio
    “Non è con il vostro sterile odio che potrete testimoniare la Verità. Prendete esempio dall’Amico Giuseppe70”

    Amico ? Amico di chi, suo ? La questione è di un diverso spessore sig. Domenico,
    “l’ amicizia, è un tipo di legame sociale accompagnato da un sentimento di affetto vivo e reciproco tra due o più persone dello stesso o di differente sesso….” – Wikipedia

    Ha notato ? “Reciproco”. Ci vuole reciprocità. Dovremo chiedere a Giuseppe70 se è d’accordo !
    Comunque, la ringrazio del consiglio. Studiare è sempre utile, allena la mente e permette di svelare le magagne.

  12. @ Fabio Marchese Ragona;
    Sono al corrente del suo ultimo richiamo ad attenersi all’argomento. Mi trovo chiamato in causa, mio malgrado, e vorrei così risolvere ogni questione contribuendo, per quanto possibile, a esaurire le polemiche in corso. Spero comprenda.
    La saluto cordialmente scusandomi di questo mio nuovo off-topic e ringraziandola ancora per lo spazio che continua a riservarmi.

    @ Tutti;
    Joab si chiede se sono “amico” di Domenico X Meridio? Io rispondo si; ma di penna, che secondo lo Zingarelli 2013 significa: persona con cui stabilisce un rapporto amichevole tramite frequenti scambi epistolari. . Se sono riuscito a stabilire questo tipo di “amicizia” con Domenico e altri del Blog lo devo comunque solo all’applicazione del consiglio biblico di 2Timoteo 2:24: “Ma lo schiavo del Signore non ha bisogno di contendere, ma di essere gentile verso tutti, qualificato per insegnare, mantenendosi a freno nel male” Se applicando questo passo biblico ho ottenuto attestati di rispetto e stima da parte di Domenico, Luca, Joab (… che ringrazio) e altri nel corso del tempo; vuol dire che le Scritture funzionano.
    Sarebbe bello che tutti possano “trarre ciò che è buono dal buon tesoro del loro cuore” (Luca 6:45) e condividerlo con altri senza avviare “guerre di opinione”.
    Ricordo che oltre ai principi biblici ci sono le regole di internet che aiutano a tenere un comportamento adatto e aiutano il Sig. Fabio M.R. a rendere questo blog una “piazza” dove tutti possono esprimersi senza sentirsi superiori o inferiori rispetto agli altri. Pacifisti (che parlano di pace) lo sono tutti, ma essere pacificatori (che operano la pace) (Matteo 5:9) è possibile se ognuno si impegna a praticare il cristianesimo o per lo meno il principio “Tutte le cose dunque che volete che gli uomini vi facciano, anche voi dovete similmente farle loro” (Matteo7:12).
    Cordiali saluti a tutti.

  13. @ Domenico X Meridio
    “Joab, non posso risponderle io ma Giuseppe70”

    Distinto Domenico, credo che il sig. Giuseppe70 ha risposto. (Amico di penna dice. E senza penna che succede ?) Ma non sono molto interessato a sapere chi è amico di chi e perché, quanto a rimanere sul tema “esorcismo”.

    “Per esorcismo si intende un insieme di pratiche e riti volti a scacciare una presunta presenza demoniaca o malefica da una persona, un animale o da un luogo… Che un essere soprannaturale possa prendere possesso di un essere vivente o di un luogo è una credenza diffusa in molte religioni…. I posseduti non sarebbero cattivi né totalmente responsabili delle loro azioni…..” – Così Wikipedia.

    Dovendo ragionare, sarebbe interessante capire :
    1. perché Wikipedia usa la parola “presunta presenza” Forse perché non è possibile verificare e si va a tentativi ?
    2. come può succedere che una persona “soprannaturale” possa sottomettersi ad una naturale, facendosi scacciare e comandare come uno schiavetto,
    3. quale sarebbe il vantaggio per una persona soprannaturale di prendere possesso di una naturale, sapendo che tra l’altro Dio ha impedito che questa possessione possa più avvenire essendo stati rinchiusi in prigione i responsabili:

    “Desidero ricordarvi…. [che] quando i figli del [vero] Dio continuarono ad avere relazione con le figlie degli uomini…gli angeli che non mantennero la loro posizione originale ma abbandonarono il proprio luogo di dimora, [Dio] li ha riservati al giudizio del gran giorno con legami sempiterni… Dio non si trattenne dal punire gli angeli che peccarono, ma, gettandoli nel Tartaro, li consegnò a fosse di dense tenebre per essere riservati al giudizio; e Cristo.. essendo reso vivente nello spirito… andò anche a predicare agli spiriti in prigione, che una volta erano stati disubbidienti.. ” (Giuda 5-6: Gen 6.4; 1Pie3.18; 2Pie2.4-5)
    4. e infine se i “presunti posseduti “ non sono “totalmente” responsabili, come potrebbero avvenire la separazione tra saggi e stolti, tra grano e zizzanie ?

    “Jehovah sa liberare le persone di santa devozione dalla prova, ma riservare gli ingiusti al giorno del giudizio perché siano stroncati,” ( 2Pie 2.9)
    Pensa davvero che Dio per liberare le persone abbia bisogno dell’esorcista ?
    Pensa che da solo non è capace ? Sarebbe un Dio limitato non crede ? Non Onnipotente !

  14. @ Domenico X Meridio
    Non ho capito di che parla.
    Se fosse in grado di ampliare cercherei di rispondere.
    Stia bene

    p.s.
    A proposito di esorcismi:
    Se Dio ha necessità di farsi pregare costantemente, si vede che o non è buono o è disinteressato e non disponibile.

    Se l’anima fosse immortale, non avrebbe bisogno di Dio tanto è immortale. E dopo la morte l’anima sarebbe eterea, non soggetta a gioie nè sofferenze perchè sarebbe sufficiente a sè stessa e immortale. Quindi non avrebbe bisogno di Dio.

    Se Satana potesse impossessarsi dell’uomo verrebbe meno il suo “libero abitrio” ergo non sarebbe possibile sottoporlo a giudizio quindi la divisione tra grano e zizzanie non avrebbe scopo nè motivazione.

    Se invece Satana è “il governante del mondo” non avrebbe bisogno di impossessarsi del corpo di colui che già gli appartiene. No ?
    Quante contraddizioni e superstizioni.

  15. Approfitto delle domande che si pone il Sig. Sal/Joab per dare degli input.
    A ciascuno poi fare accurata verifica usando la propria razionalità e (eventuale) Fede..

    a) Joab si chiede perché Dio avrebbe bisogno di farsi pregare. Ottima domanda se non fosse che come per altri in questa sede, non ha compreso l’accezione del termine preghiera. Infatti la preghiera altro non è che un dialogo con Dio., e Dio è per noi Padre.
    Altre cose sono i mantra citati in passato in questo Blog (tanto per confondere le idee, no? .. E questo la dice lunga sulla reale conoscenza di ciò che si tratta nei post di FMR);

    B) Joab si chiede perché l’Anima anela a Dio (termine esatto, il bisogno è altro..) ed anche questa a prima vista sembrerebbe una domanda lecita.. Salvo il fatto che pur avvertendo chiaramente che c’è una vita “spirituale” oltre che materiale, non possiamo definire cos’è l’Anima scientificamente. Ma esistono e sono state catalogate e studiate molte esperienze pre-morte. Ora, come scrivevo, l’Anima anela a Dio perché anela a ciò che ha visto in quell’istante fuori dallo spazio e dal tempo in cui Dio l’ha creata – che in Tradizione si chiama “Immagine Nativa” (di cui già parlai in questo Blog. I deja-vu sono una conseguenza di questo. Infatti in Occidente non si parla mai di reincarnazione, nda);

    C) Joab si chiede poi come mai il demonio possa impossessarsi dell’uomo in piena condizione del “libero arbitrio”. Altra domanda apparentemente lecita. Ma anche in questo caso è la dimostrazione di un approccio superficiale. Il demonio non può impossessarsi delle persone senza il loro libero consenso (o arbitrio). Basta leggere uno dei tanto “bignami” che parlano di Esorcismo. Ergo, sig. Sal, la divisione tra grano e zizzania la da il comportamento dell’uomo non fattori esterni. 😉
    ..Ed egli rispose: «Anche voi siete ancora senza intelletto? 17 Non capite che tutto ciò che entra nella bocca, passa nel ventre e va a finire nella fogna? 18 Invece ciò che esce dalla bocca proviene dal cuore. Questo rende immondo l’uomo. 19 Dal cuore, infatti, provengono i propositi malvagi, gli omicidi, gli adultèri, le prostituzioni, i furti, le false testimonianze, le bestemmie. 20 Queste sono le cose che rendono immondo l’uomo, ma il mangiare senza lavarsi le mani non rende immondo l’uomo» (Mt 15, 16-20);

    D) In ultimo Joab fa un’affermazione che non mi aspetterei da un “cercatore di Dio” ancorché vicino alla confessione TdG (si veda proprio in questo post il pensiero TdG espresso chiaramente dal Sig. Giuseppe70). Joab chiama il demonio “governante del mondo” ma in realtà ogni buon Cristiano sa che parliamo di “principe del mondo” e che questa sua (apparente) potestà la esercita attraverso gli uomini che a lui si consacrano; è un potere usurpato!
    E’ l’uomo il “re del mondo” e questo è il grande inganno.. Il male a cui tutti assistiamo non proviene da Dio ma è conseguenza del comportamento dell’uomo. In Genesi questo è chiarissimo (per chi sa leggerla, nda), tanto che Adam significa non solo il “terroso” ma anche “custode della terra”.

    Grazie a Sal/Joab per lo spunto e grazie a voi per la cortese attenzione. La vera sapienza non appartiene ai “dotti” ma a coloro che sanno coniugare l’intelligenza (da intellegere, cioè leggere nel profondo) e la dimensione spirituale (Sapintia Cordis).

    Pace e Bene

  16. @ Domenico X Meridio

    Grato per le sue spiegazione sig. Domenico, spero mi permetterà una replica per esporre le mie osservazioni, come esposte nella Bibbia.

    Lei dice :”La preghiera è un dialogo con Dio.” E’ vero, certamente ogni dialogo ha uno scopo e una motivazione. Wikipedia dice : “La preghiera… consiste nel rivolgersi alla dimensione del sacro con la parola o con il pensiero; gli scopi della preghiera possono essere molteplici: invocare, chiedere un aiuto, lodare, ringraziare, santificare, o esprimere devozione o abbandono. ma, è strano che Dio abbia fatto scrivere di non accettare questo dialogo, infatti fece scrivere a Geremia (suo profeta) : “E in quanto a te, non pregare a favore di questo popolo, non innalzare a loro favore grido d’implorazione o preghiera e non supplicarmi, poiché non ti ascolterò… “Ecco, voi confidate in parole fallaci: non sarà certamente di nessun beneficio.”(Ger 7.8; 16)

    E’ di tutta evidenza che Dio aveva detto la verità, se si considera che sono migliaia di anni che si fanno “dialoghi” che non producono effetti poiché le che le cose continuano a degradarsi e peggiorare.

    Lei dice “l’anima anela a Dio” e giustifica questo “anelito” con l’esistenza della “vita spirituale”. ma non ci aiuta a capire quale relazione c’è tra un Dio che “non ascolta” e la vita spirituale. La vita spirituale può essere concepita solo essendo viventi, in uno stato materiale perché quando si è cadaveri non si è in grado di comprendere nulla, neanche la “vita spirituale” e nemmeno “il dejà vu”. “Il déjà vu, è un fenomeno psichico rientrante nelle forme di alterazione dei ricordi …esso consiste nella sensazione erronea di aver già visto un’immagine o di aver già vissuto precedentemente un avvenimento o una situazione …” ( Sensazione erronea). I fenomeni psichici si possono avere solo in presenza di psiche e i cadaveri non hanno psiche e per loro non c’è nessuna vita spirituale né anelito. A maggior ragione se non sappiamo nemmeno cos’è l’anima.

    Se poi, “ la divisione tra grano e zizzania è basata sul comportamento dell’uomo non da fattori esterni. ”, sarebbe del tutto inutile per Satana impostarsi di un corpo anche se lo facesse con il consenso dell’uomo stesso. Non ne avrebbe nessun vantaggio, perché come dice lei, ” le cose che contaminano l’uomo escono dal suo cuore “ ?( Mt 15.16-20) Non provengono da qualcosa di diverso da sé. E se fossero indotte l’uomo non ne avrebbe alcuna responsabilità.

    E in ultimo, (Gv 14.30) principe o governante del mondo, non cambia molto nella sostanza.Il dizionario greco, come esposto nel sito “laparola.net” riporta : ¥rcw (archô) 1) essere il principale, condurre, governare.” Quindi non c’è errore traducendo “governante”.
    Credo dovrebbe riflettere di più anche sul ”potere usurpato” perché se Satana è un “principe o governante” che trae la sua potestà “attraverso gli uomini che a lui si consacrano, non è un usurpazione, piuttosto si avvantaggia di una possibilità offertagli, e come lei afferma se ”Il male a cui tutti assistiamo non proviene da Dio ma è conseguenza del comportamento dell’uomo.” Allora Satana cosa avrebbe usurpato ? E a che servirebbe ? e l’uomo che decide e agisce, lui non avrebbe nessuna responsabilità.

    Concordo con il suo finale “La vera sapienza non appartiene ai “dotti” ma a coloro che sanno coniugare l’intelligenza (da intellegere, cioè leggere nel profondo)” Infatti Dio dice : “
    “Ecco, hanno rigettato la medesima parola di Jehovah, e quale sapienza hanno ? E cercano di sanare la frattura della figlia del mio popolo con leggerezza, dicendo: “C’è pace! C’è pace!” quando non c’è nessuna pace…. poiché, dal più piccolo fino al più grande, ciascuno fa guadagno ingiusto; dal profeta fino al sacerdote, ciascuno agisce falsamente.” (Ger. 8.9-12)

  17. @ Domenico X Meridio;
    Qui è doverosa una spiegazione e mi scuso con entrambi se entro nella discussione…
    I passi biblici dove Satana viene reso “governante del mondo” quando nelle altre traduzioni è reso senza errore “principe del mondo”, si trovano in Giovanni 12:31; 14:30 e 16:11. Entrambe sono vere e il passo che dimostra ciò, si trova nel dialogo tra Gesù e Satana in Luca 4:6 che secondo la CEI recita cosi: “Ti darò tutta questa potenza e la gloria di questi regni, perché è stata messa nelle mie mani e io la do a chi voglio.” Per sicurezza, si può fare un altro riscontro con Efesini 6:12 dove si legge: “La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti.” (CEI). Perché mai dovremmo opporci ai “principati e le potestà” politiche di questo mondo? Semplice; perché sostenendoli, sosterremmo il loro padrone, Satana il Diavolo. Ulteriori dimostrazioni della relazione tra il Diavolo e il mondo economico-politico-religioso si trovano in Daniele 10:13; Apocalisse 16:14 e 18:9-10.
    Quando dice che il potere è usurpato; ha ragione come ha ragione quando sostiene che l’inganno consiste nel’”uomo re del mondo”. Non dimentichi però che non serve essere consacrati a Satana per esserne manovrati. È sufficiente tenere una condotta indifferente a Dio e della sua Parola. (Efesini 2:1-2)
    Questo dovrebbe far riflettere anche sull’argomento esorcismo. Com’è che queste persone sono state possedute? Cosa hanno trascurato della Parola di Dio visto che è possibile restare in opposizione al Diavolo? (Giacomo 4:7)
    Pacifici saluti a lei e a tutti.

  18. @ Giuseppe70
    “Quando dice che il potere è usurpato; ha ragione…”

    Permetterà spero il distinto sig. Giuseppe70 una riflessione sull’usurpazione.
    Usurpare = v. tr. [dal lat. usurpare «usare (pretendere, appropriarsi) illegalmente», comp. (con mutamento di coniug.) di usu rapĕre, propr. «prendere possesso con l’uso»]. – (Treccani)

    Da un esame più attento e mirato non mi pare che si possa parlare di “usurpazione” quanto di “concessione” considerato che non può che esserci un solo “Re d’Eternità” (1Tim 1.17)

    Se come dice Daniele, i viventi dovrebbero sapere che Jehovah il Regno “lo da a chi vuole” – stabilisce su di esso persino l’infimo del genere umano. ( Dan 4.17)

    Se come conferma Paolo nel caso di Gesù, : Dio lo ha esaltato a una posizione superiore(Fil 2.9)

    Se in aggiunta – “Jehovah disse a Satana: “Ecco, è nella tua mano! Solo bada alla sua stessa anima!” ( Gbbe 2.6)
    Non può essere considerato “usurpazione nè appropriazione” quanto piuttosto di una concessione a tempo: ed essi gli saranno dati in mano per un tempo, e dei tempi e la metà di un tempo.( Dan 7.25)

    Se Come ben dimostra (1 Samuele 2:7) “Geova è Colui che fa impoverire e Colui che fa arricchire, Colui che abbassa, anche Colui che esalta,”
    Si dovrebbe parlare di una presa di possesso temporanea su concessione e chi riceve una concessione non è un usurpatore magari un ribelle a cui è stata concessa una possibilità. Almeno così è scritto. Della serie “Se dici che sei bravo, fammi vedere quanto sei capace.”

  19. Dopo tutto questo parlare di esorcismi, possessioni, indemoniati mi sorge spontanea una domanda che forse si è fatto più di qualcuno: ma Dio che può ogni cosa, perché non elimina il Diavolo una volte per tutte? Cosa c’è dietro questa eterna guerra tra bene e male? La domanda è ancor più legittima quando in Giacomo 1:13 si legge: “Nessuno, quand’è tentato, dica: «Sono tentato da Dio»; perché Dio non può essere tentato dal male, ed egli stesso non tenta nessuno”.
    Vorrei condividere il punto di vista biblico che ho trovato su questa domanda che si può leggere QUI.
    Buona lettura e cordiali saluti a tutti.

  20. @ Joab;
    Ottima riflessione. L’articolo che ho lasciato in lettura “Perché Dio non elimina il Diavolo”, spiega proprio ciò che lei ha sottolineato. Dio ha concesso del tempo al Diavolo per costruirsi un precedente legale. Quel tempo sta per esaurirsi perché il Diavolo sa che ha pochissimo tempo a sua disposizione e le cose non gli stanno andando tanto bene… (Rivelazione 12:12). Ho comunque considerato buono anche il termine di Domenico “usurpato” nel senso: il Diavolo non lo ha chiesto a Dio per vedere se era bravo o meno. Se le preso di sua iniziativa ingannando per primi Adamo ed Eva e continuando con l’inganno costruendo ciò che vediamo oggi. Voglia vedere in Giovanni 8:42-44 la differenza di atteggiamento di Gesù e il Diavolo.
    Ringraziandola dell’attenzione le auguro anche una buona settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *