“Ratzinger voleva dimettersi nel 2012”

Il Card. Tarcisio Bertone saluta Benedetto XVi

Benedetto XVI aveva deciso di rinunciare al Pontificato già nell’aprile del 2012, qualche settimana dopo la Pasqua ed era intenzionato ad annunciare al mondo la sua rivoluzionaria scelta prima del Natale dello stesso anno. La sconvolgente rivelazione arriva a cinque anni dalle dimissioni di Joseph Ratzinger e in un momento in cui si torna a parlare spesso del Papa Emerito e delle sue condizioni di salute, che, da quanto risulta a Il Giornale, non destano alcuna preoccupazione.

Continua a leggere

“Trovare gli infiltrati massoni in Vaticano”

“Oggi dobbiamo seriamente affrontare il problema e fare di tutto per trovare possibili infiltrati dentro al Vaticano”. Un discorso lungo, dettagliato e senza mezzi termini, tenuto da un cardinale presente alle congregazioni generali che hanno preceduto il conclave dal quale è uscito Papa il gesuita Jorge Mario Bergoglio. Tra lo stupore dei confratelli, il porporato, inizia a leggere il testo di svariate cartelle, fino a quando non pronuncia quella parola che nessuno avrebbe immaginato venisse detta proprio in quella sede: massoneria.
Continua a leggere

Il Papa racconta il “suo” Vaticano II

Il giovane Ratzinger insieme al Card. Frings

Era l’11 ottobre 1962, 50 anni fa esatti. In Vaticano l’anziano Papa Giovanni XXIII apriva l’evento più importante per la Chiesa del XX secolo: il Concilio Vaticano II. Tra i padri conciliari e i teologi di tutto il mondo, c’era anche un giovane sacerdote 35enne, arrivato a Roma come consulente del cardinale tedesco Joseph Frings. Era Joseph Ratzinger, Papa Benedetto XVI, che oggi si improvvisa cronista e dalle colonne dell’Osservatore Romano (che ha realizzato anche un numero speciale sul Concilio) racconta quei giorni magici di 50 anni fa.
Continua a leggere

Paoletto il pittore

Paolo Gabriele

Paolo Gabriele si è dato alla pittura. Forse per passare il tempo o forse per svuotare la mente dai mille pensieri, l’ex aiutante di camera del Papa arrestato a maggio (e agli arresti domiciliari da luglio) per il furto dei documenti riservati, “ha tirato fuori la vecchia passione per il disegno che coltivava sin da ragazzo”.
Continua a leggere