Luciani beato. Un documento inedito sul Papa “imprevedibile”

«Uno ha detto: “Coraggio! Se il Signore dà un peso, darà anche l’aiuto per portarlo”». Era ancora incredulo, subito dopo l’elezione in quel caldo agosto del 1978. E raccontava di un confratello cardinale che nella Cappella Sistina lo aveva incoraggiato a non aver paura.

Continua a leggere

La verità sulle dimissioni di BXVI

Benedetto XVI comunica la sua rinuncia al ministero petrino

Chi sapeva delle dimissioni di Benedetto XVI? Con chi si confidò il Papa emerito? Tra le persone che vennero messe al corrente in anticipo della scelta di Joseph Ratzinger spicca anche il nome…
Continua a leggere

L’altolà del Papa: “Nessuna apertura ai preti sposati”

Ci sono state polemiche, c’è stato un tentativo di condizionare la decisione di Papa Francesco in vista dell’uscita dell’esortazione apostolica post-sinodale sull’Amazzonia. E proprio adesso che il documento di Francesco è ormai pronto per esser diffuso alla stampa col titolo “Querida Amazonia“, è lo stesso Pontefice a rivelare (e a rassicurare) che sul celibato sacerdotale non ci sarà alcun cedimento.
Continua a leggere

Finita l’era Sodano scatta il toto-decano

Papa Francesco e il cardinale Angelo Sodano

Papa Francesco ha scelto l’udienza per gli auguri di Natale alla Curia Romana per comunicare a tutti i presenti di aver accettato le dimissioni del cardinale Angelo Sodano dall’ufficio di Decano del Collegio Cardinalizio. Finisce dunque l’era del porporato astigiano, 92 anni, già Segretario di Stato di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI, che va definitivamente in pensione dopo aver guidato il collegio dei cardinali dal 30 aprile del 2005, prendendo il posto di Joseph Ratzinger, eletto Papa.
Continua a leggere

Opacità e chiarezza vaticana

Il cardinale Angelo Becciu

L’atmosfera non è delle migliori, qualcuno addirittura si è spinto a dire che nelle sacre stanze si respira un’aria peggiore di quella che si respirava poco prima delle dimissioni di Benedetto XVI. Stavolta però non ci sarà alcun Papa che si dimetterà, anche se l’intento di tutto lo scandalo sembra voler esser anche questo, oltre a quello di voler colpire i più stretti collaboratori del Pontefice per arrivare a Francesco.
Continua a leggere