Medjugorje, “Sì ai pellegrinaggi ma non per le apparizioni”

L’inviato del Papa a Medjugorje, monsignor Hoser

“E’ vero quello che ho detto, anche se forse è stato un po’ esagerato nei toni, ma è assolutamente autentico che si possono organizzare i pellegrinaggi di preghiera a Medjugorje senza alcun problema, purché siano spirituali e non riguardino le apparizioni della Madonna ai veggenti”.

Monsignor Henryk Franciszek Hoser, arcivescovo emerito di Varsavia-Praga, parla a Il Giornale dopo il clamore suscitato dalle sue parole sul “culto di Medjugorje che è adesso autorizzato”. Dal Vaticano fanno sapere che Papa Francesco non ha dato di recente alcuna istruzione su Medjugorje ma il delegato di Bergoglio, inviato nella piccola cittadina della Bosnia-Erzegovina per “indagare” sulla situazione pastorale e per conoscere le esigenze dei fedeli, precisa oggi che “il decreto che vietava ai vescovi di organizzare i pellegrinaggi non è più attivo”.

Monsignore, ci può spiegare meglio?
Posso dire intanto che il culto mariano a Medjugorje non è assolutamente vietato, anzi! E’ sempre accessibile, perché universale. Non serve alcuna autorizzazione, insomma, per pregare la Madonna!

Lei ha detto che il vecchio decreto della Conferenza Episcopale della Jugoslavia che prima della guerra sconsigliava che i vescovi organizzassero pellegrinaggi a Medjugorje non è più in atto. E’ così?
Confermo, prima i pellegrinaggi erano una rarità e durante la guerra si era ritenuto opportuno procedere così. Quel decreto non è più attivo…

Quindi, per i pellegrinaggi come ci si deve comportare?
Bisogna fare una distinzione fondamentale: tra il culto e le apparizioni. Se un vescovo vuol organizzare un pellegrinaggio di preghiera a Medjugorje per pregare la Madonna, può farlo senza alcun problema. Ma se si tratta di pellegrinaggi organizzati per andare lì per le apparizioni, non si può, non c’è l’autorizzazione per farlo.

E perché?
Perché il problema dei veggenti non è ancora risolto. In Vaticano ci stanno lavorando. Il documento è in Segreteria di Stato e si deve aspettare. E ovviamente serve un pronunciamento del Papa che ha avuto modo di studiare molto bene la relazione fatta dalla commissione presieduta dal cardinale Ruini.

Paolo Brosio nel suo ultimo libro “Il Papa e Medjugorje”, parla ampiamente anche dei presunti veggenti e del loro rapporto turbolento con la diocesi di Mostar. Lei li ha incontrati?
Sì, per la precisione ho incontrato quattro di loro…

Come li ha trovati? Che ne pensa?
Li ho trovati bene, ma non posso parlare di questa cosa, mi scusi.

E a Medjugorje cosa ha riscontrato?
Il mio mandato chiede delle migliorie per il culto mariano e per l’azione pastorale. Devo dire che ho riscontrato un culto corretto, cristocentrico, classico. Non ho trovato aspetti strani o non conosciuti dalla Chiesa…

E i preti che arrivano lì come si comportano?
Si comportano bene devo dire, confessano moltissimo. Non è un luogo di vacanza, non ci sono circostanze tali che possano far pensare al fatto che i preti vadano lì per divertirsi.

Lei ha citato un cardinale albanese che ha benedetto i fedeli a Medjugorje dopo aver avuto l’autorizzazione del Papa…
Sì, il cardinale Ernest Simoni prima di andare lì ha chiesto esplicitamente al Santo Padre se poteva farlo e Francesco ha detto di andare assolutamente e di benedire il popolo di Dio anche da parte sua.

(Intervista pubblicata nell’edizione odierna del quotidiano Il Giornale)

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

23 risposte a “Medjugorje, “Sì ai pellegrinaggi ma non per le apparizioni”

  1. Bene al oermesso ai sacerdoti di organizzare pellegrinaggi che unA questione che non e’ soecificata il permesso ai sacerdoti di poter celebrare messa ad di fuori della chiesa a medjugorie ci sono molte comunita’ che hanno la cappella la chiesa interna sarebbe bello se si potesse celebrare la messa o compiere altre funzioni o preghiere era stato il vescovo di mostar a vietare questo che medjugorie possa diventare un luogo di culto come lo e’ ogni altro luogo del mondo

  2. Siamo esterofili anche per le apparizioni.
    Tante altre “pseudoapparizioni” avvenute in Italia sono state smorzate sul nascere, mentre la bufala di Medjugorie persiste.
    Il tutto grazie, in buona parte, a quel giornalista che ha avuto una crisi mistica, che peraltro si e’ dimostrata redditizia.

  3. E beh i pellegrinaggi hanno un indotto economico notevole tra viaggi, ristorazione, alloggio,la Chiesa non vuole perdersi la sua fetta di guadagni, cosa che è successa e continuerebbe a succedere altrimenti,

  4. Medjugorje andava contrastata dal suo nascere, come ogni fenomeno di abuso della credulità popolare, prima che diventasse un business che prospera sulla disperazione e la malafede. Ora è troppo tardi, per molti motivi: enormi interessi economici, contrasto all’abbandono delle pratiche cattoliche, confusione nella quale vive oggi la chiesa.

  5. Perché quando si tratta di essere di fronte a se stessi si cercano scuse?Perché per pregare adorare DIO cerchiamo consensi?contrariamente quando si bestemmia,si fa qualcosa contro chiesa non chiediamo consensi e,magari poi cerchiamo perdono a chi rinneghiamo,bisogna vergognarsi di peccare,non do pregare OVUNQUE,VIVA MARIA.

  6. Da 7 anni vado in pellegrinaggio a medjugorje per pregare e confesarmi e la mi ritrovo non vado per le veggenti e non spero di aver l’apparizione della Santa madre ma li mi sento bene il resto non mi interessa l’anno prossimo ritorno ancora e sono felice di andare .

  7. Mi trovo perfettamente d’accordo con il vescovo hoser. Anche io che organizzo pellegrinaggi a medjugorje da 15 anni evito le apparizioni perche c’e’ troppa confusione e si potrebbe trascurare il raccoglimento

  8. Trovandomi in vacanza in camper in Croazia nel 2013, ho allungato in Bosnia e sono stato sul luogo delle apparizioni. Ero molto curioso e attratto dalle notizie e dalle informazioni di chi già c’era stato.
    Purtroppo ho trovato un luogo molto dedicato al commercio e agli affari in generale. Un mercato. Non ho avuto la sensazione di trovarmi in un luogo di culto e preghiera. Sono ovviamente salito sul monte delle apparizioni, ho trovato tantissima gente che pregava in silenzio, altra che pareva essere stregata da chissà cosa, altra curiosa ma indifferente. Io non ho colto nulla, forse non sono degno….

  9. Certo , ci sono dozzine di alberghi gestiti da preti e suore , negozi di ciarpame pseudo religiosi mancano i pornoshop .
    E’ un grosso affare redditizio sulla pelle di gente che cerca il miracolo.

  10. Un papa che ha fra i migliori estimatori anticristiani e anticristo doc . Vedi la sinistra mondiale ed i radicali . E che fa un papa di tal spessore cristianio ? Vuol azzerare le apparizioni . Ricordiamo Fatima e Lourdes . La peggior gerarchia ecclesiale era contro il manifestarsi della Madonna .

  11. Capisco il papa . Fosse apparso Pannella e ci avesse parlato di migranti, divorzio, aborto, fine vita , allora si che ci sarebbe stata l’autorizzazione , anzi l’imposizione , ai vescovi ad organizzare pellegrinaggi, novene e digiuni . Eucaristici ? Macchè ,m alla Pannella . Dopo i quali si passava all’incasso. E di certo l’otto per mille , sarà nei pensieri del pontefice massimo .

  12. La realtà di medigorje è sempre più all’attenzione mediatica…i fedeli si recano per pregare e amare la Madonna che sento presente in questo luogo. Molti si convertono e cambiano vita….vi è del positivo che tutti possiamo constatare

  13. A parer mio occorerebbe che molti fedeli in erba, fedeli a Dio nella mediazione di Gesù Cristo e di Gesù Cristo dentro la Chiesa Santa Cattolica e Apostica Romana, e che Gesù ha voluto e fondata sulla roccia di Pietro e sulla sublime maternità di Maria sempre Vergine e vera Madre di Dio e madre nostra – comprendessero che la via ordinaria per imparare ad esprimere il doveroso amore (adorazione ) che a Dio si deve consiste nell’esercitarsi in quella ubbidienza oblativa che sempre la Legge del Signore ha a tutti richiesto. Le apparizioni ed altri fatti di spiccata origine soprannaturale non sono la via ordinaria per raggiungere quella intima comunione con Dio per mezzo della sua Grazia che egli ci dona. Ma sono certamente fatti reali che con il loro confermare l’esistenza di realtà che si pongono nell’exstra sensibile oltre ha confermare l’esistenza di questa dimensione che non semplicemente ci sovrasta, ma come ben dice la chiesa nella sua costante preghiera liturgica ne – Governa l’ Universo; sono proprio per questo da non anteporre mai alla piena Rivelazione che Gesù Cristo ha già pienamente reaizzato nella sua Persona umana e divina che tale si è ha noi manifestata fin dall’inizio del suo miracoloso concepimento terreno. Buon Natale a tutti da GIuseppe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *