“I militanti Isis e il lavaggio del cervello” Intervista al Card. Giuseppe Versaldi

“Per i militanti dell’ISIS non solo non c’è stata un’adeguata educazione, ma c’è stata una falsa educazione, un plagio, un lavaggio del cervello”. Lo ha detto a “Stanze Vaticane” il Cardinale Giuseppe Versaldi, Prefetto della Congregazione per l’Educazione Cattolica.

“Vediamo ad esempio”, ha detto il cardinale, “come questi bambini vengono strumentalizzati per la guerra, indottrinati attraverso false ideologie e quindi, effettivamente, l’educazione, la formazione è remotamente l’inizio del bene o del male. E’ per quello che è importante l’educazione come un cammino che è sempre stato al centro dell’attenzione della Chiesa e dovrebbe essere anche per tutti gli Stati perché una volta che un bambino indottrinato è portato sulla falsa strada è difficile poi correggerli, è difficile correggere un albero che è cresciuto storto e quindi la prevenzione, la formazione, l’educazione sono certamente fondamentali alla radice”.

In merito all’allarme in vista del Giubileo, il porporato ha detto: “La Basilica di San Pietro, la Piazza San Pietro non sono chiuse, è aumentata la vigilanza per ragioni di sicurezza delle persone perché un’istituzione come lo Stato e la Chiesa hanno il dovere di vigilare per il bene di tutti e degli innocenti. Ma non si deve blindare, non si deve chiudere. E anche l’invito del Papa a non trascurare di venire, di entrare per le porte con lo spirito della conversione della logica dell’amore è quanto mai attuale”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a ““I militanti Isis e il lavaggio del cervello” Intervista al Card. Giuseppe Versaldi

  1. Il lavaggio del cervello non l’ha invenbtato l’ISIS.

    Anche un celebre motto gesuita dice; «Datemi un bambino nei primi sette anni di vita e io vi mostrerò l’uomo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *