“Ho avuto paura”. Gianluigi Nuzzi racconta com’è nato il suo ultimo libro “Sua Santità”


Domani uscirà in libreria l’ultimo saggio di Gianluigi Nuzzi dal titolo “Sua Santità, le carte segrete di Benedetto XVI” (Chiarelettere, 352 pp, 16 euro). Il giornalista pubblica documenti riservati, appunti e lettere destinate al Papa e al suo segretario, Mons. Gänswein. Vengono affrontati argomenti di tutti i tipi: dal caso Boffo a quello di Mons. Viganò, dallo IOR ai rapporti con gli Stati. Passando per il caso dei Legionari di Cristo e la vicenda di Emanuela Orlandi. Nuzzi, in questa intervista ci racconta come è nato il volume, prosecuzione naturale di Vaticano SpA, dice.

Nuzzi, come ha fatto ad avere queste carte?
I saggi vanno scritti quando uno ha del materiale interessante. L’aver scritto “Vaticano SpA” mi ha permesso di entrare in contatto con tutta una serie di fonti, con le quali si è costruito un rapporto di fiducia che poi si è concretizzato nel libro. Non è che io vada a caccia di storie sul Vaticano, non ho questo interesse, ma per la prima volta nella storia della Chiesa escono dei documenti riservati (che poi saranno consultabili sul mio sito personale); in pratica abbiamo avuto accesso alla scrivania del Papa, all’appartamento privato!

La copertina del libro di Nuzzi

Chi sono queste talpe?
Non le chiamerei talpe, sono fonti confidenziali, persone che hanno voluto render pubbliche vicende rimaste sempre segrete. Io penso che spesso erroneamente leggiamo tutto in una chiave di scontri tra cordate. Ecco, questo fa male alla Chiesa perché lì dentro c’è gente che crede nel Santo Padre, gente che crede nella trasparenza. Questi uomini vedono in lui la guida e il pastore. Ma vedono anche troppi mercanti nel tempio. Quindi queste fonti hanno iniziato a confrontarsi tra di loro e hanno deciso di render pubbliche queste vicende.

Se non sono talpe, possiamo chiamarli corvi?
E’ sbagliato chiamarli corvi. Il corvo è chi diffonde veline anonime. Finalmente qui c’è possibilità di accedere a dei documenti riservati. “Carta canta” si dice a casa mia ed è interessante notare come tutti in Vaticano si rivolgano al Santo Padre. E’ bello vedere come questo pastore sia centrale nella Chiesa! A volte si rivolgono direttamente al Papa perché, a torto o a ragione, i suoi stretti collaboratori magari non sono considerati così illuminati.

Lei ha pagato queste persone?
Non ho mai dato soldi, è solo una voce delegittimante per screditare un libro che si basa su documenti veri. Però devo confessare una cosa: ho pagato qualche caffè e qualche pranzo alle mie fonti!

Cosa troveranno domani i lettori in libreria?
Intanto voglio dire che questo non dev’essere letto come un libro contro la chiesa o contro Bertone, come qualcuno immagina. Questi documenti toccano vicende di tutti i tipi: si parla anche della Chiesa clandestina in Cina e delle sofferenze che turbano la vita ecclesiale in quelle zone calde. E poi ci sono degli appunti di Benedetto XVI con una critica feroce alla cancelliera tedesca Merkel, accusata dal Papa di ingerenze nella vicenda del vescovo lefebvriano negazionista Williamson. Inoltre si parla della cena top secret tra il Papa e Napolitano, visto in Vaticano come un interlecutore strategico per i rapporti con l’Italia, oppure gli sforzi sulla trasparenza del Presidente dello IOR, Gotti Tedeschi e gli incontri con l’allora ministro dell’Economia Tremonti. C’è anche la ricostruzione fotografica di una vicenda rocambolesca, con un’auto del Vaticano crivellata di colpi e ritrovata così fuori da un ristorante.

E poi si parla ancora una volta del caso Boffo…
A me dispiace aver riaperto la vicenda Boffo, mi dispiace umanamente. Ma ero obbligato a pubblicare le lettere perché se non l’avessi fatto allora avrei dovuto cambiar mestiere. Sono un giornalista, dovevo pubblicare tutto.

Quali sono i documenti che hanno lasciato a bocca aperta anche lei?
Mi hanno colpito moltissimo due storie. Il primo riguarda l’ufficio Cifra della Segreteria di Stato (l’ufficio che si occupa di ricevere e mandare messaggi criptati alle nunziature in tutto il mondo). Nel libro c’è un cifrato del Segretario di Stato, Tarcisio Bertone, inviato alla nunziatura a Madrid, sui rapporti che la chiesa spagnola deve avere con l’ETA. Nel cifrato il cardinale dice di evitare riunioni in nunziatura con i rappresentati del gruppo terroristico in vista della deposizione delle armi che l’ETA stava ufficializzando e che poi sarebbe stata resa pubblica. Mi ha incuriosito molto questo ruolo della Chiesa per far deporre le armi ad un’organizzazione terroristica perchè si sa poco di quest’attività sotto traccia. E poi c’è la storia del conto corrente del Papa allo IOR…lascio ai lettori il brivido di scoprire nel libro anche questa vicenda!

Nel libro di parla anche del caso della scomparsa di Emanuela Orlandi…
Sì, ci sono diverse lettere inviate al Papa. Con i documenti che ho raccolto la mia sensazione è che il Santo Padre non sappia assolutamente nulla sul caso di Emanuela Orlandi. Mi sono fatto questa idea. Penso che ci sia grande attenzione sulla vicenda da parte della Segreteria di Stato ma che la memoria e la conoscenza sulla vicenda sia patrimonio di pochissimi. Mi auguro che si faccia luce e ci sia la stessa attenzione che c’è stata nell’istituire una commissione cardinalizia d’inchiesta per scovare le mie fonti.

In un’anticipazione dice di non aver più paura. Paura di cosa?
Ho avuto paura, una paura emotiva. Portarsi 24 ore su 24 una chiavetta USB al collo o trasferire i documenti in una località segreta sono cose che ti mettono tensione. Nell’ultimo anno ho vissuto in una cosa più grande di me. Non voglio fare la vittima, voglio soltanto dire che se hai i documenti del Papa con te e sei l’unico ad averli, magari sei un po’ teso. Ho messo anche dei segnali a casa a Roma per capire se c’erano delle intrusioni. Nel libro si parla anche di attività di pedinamento di 007 vaticani sul suolo italiano! Adesso che il libro uscirà in libreria magari non berrò i caffè ma sono di certo più tranquillo!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

46 risposte a ““Ho avuto paura”. Gianluigi Nuzzi racconta com’è nato il suo ultimo libro “Sua Santità”

  1. pur di vendere libri pubblicherebbero anche accuse contro la propria madre… Non si può chiedere all’immacolato giornalista quanto ha guadagnato vendendo Vaticano SpA?

  2. Ben vengano le tardive “pulizie di Primavera”

    Bene sta facendo il Santo Padre, Benedetto XVI, a far pulizia nelle sedi vaticane come anche nelle diocesi “ribelli”, sull’esempio di ciò che sta avvenendo a Milano dopo l’insediamento del Card. Scola.
    Leggerò con molta gioia questo testo, che stando questo articolo conferma quanto tutti ormai da tempo sanno. La completa estraneità del Pontefice alle lotte intestine dei prelati d’oltretevere.
    Semplicemente una vergona!

    Oremus pro Pontifice nostro

    Una Chiesa più pulita fa bene per prima a se stessa!

  3. Visto che c’è un’altro omonimo da ora in poi mi chiamo così…. ma per farmi riconoscere sono lo stesso che ha scritto i commenti fino al 16 maggio sul’argomento “Medjugorie: mangiatoia d’amore” 🙂

    Introduzioni a parte, chi mi spiega il perché di questi libri sulla chiesa e altri come “Il libro che la tua chiesa non ti farebbe mai leggere” e simili dal tono negativo? Solo giornalismo o c’è qualche dietrologia?

    Ringraziando pure saluto.

  4. La Tua domanda è “stuzzicante” Caro Giuseppe, II ovviamente (sono Domenico Milani 😉 )
    Ho letto il primo libro che citi come anche inchiesta su Gesù del duo Pesce-Augias.
    Mah..
    Non voletemene ma mi corre l’obbligo qui di fare una citazione “perfetta” 😀
    Argomenti che non sono in grado di affrontare una seria critica, quando non trovano faciloni che annuiscono, per cui gli viene risposto per le rime
    Basta confrontare le due “posizioni”, come ad esempio inchiesta su Gesù di Pesce-Augias con Inchiesta su Gesù di Socci ed i sensazionalismi terminano di colpo.

    Intendiamoci, nessuno fa lo gnorri.
    Anzi, facciamo pulizia!
    Ma attenzione Giuseppe, vorrei con Te ragionare sul fatto che questi autori non colpiscono tanto la Chiesa Cattolica, ma vogliono cancellare Gesù dalla storia.

    Aspetto la Tua impressione e a presto

  5. “FACCIAMO del mondo un posto migliore. Sbarazziamoci della religione”. È quanto proponeva il filosofo olandese Floris van den Berg in una conferenza dal tema “Come disfarsi della religione e perché”. Sulla stessa linea, in tutto il mondo esperti in vari campi del sapere stanno caldeggiando l’abolizione della religione.
    “Io credo che il mondo abbia bisogno di svegliarsi dal suo lungo incubo di fedi religiose”, ha affermato Steven Weinberg, fisico e premio Nobel. (Micromega, n. 3/2008) Negli ultimi anni l’idea che i mali di questo mondo si potrebbero notevolmente ridurre eliminando la religione è stata promossa a gran voce. Libri contro la religione riempiono gli scaffali delle librerie e riscuotono un certo consenso.
    Studiosi di spicco si sono riuniti per discutere quello che considerano un bisogno impellente: eliminare la religione. Con il loro odio dichiarato per la religione, gli atei imperversano sempre più nei media. Questi stimati pensatori sono sulla strada giusta?
    Tutto questo mi porta a pensare che non sia solo opera di neoateismo ma che probabilmente ci sia molto di più anche alla luce di alcune scritture dalla natura profetica.

  6. Al Sig. Giuseppe

    Mi sono accorto dell’omonimia oggi mentre navigavo nel Blog del Sig. Fabio. Non ha bisogno di cambiare il suo nome. Come vede sopra ho aggiunto la mia data di nascita così non ci saranno ulteriori problemi.

    Mi scuso con i lettori per la possibile confusione.

    Al Sig. Domenico

    Le faccio un piccolo appunto e non se ne abbia a male.
    Il commento che ha scritto sopra può esser frainteso dalle persone superficiali per uno “sviare” dall’argomento. Soprattutto la citazione del Testo di Antonio SOCCI.

    Premetto che anche io concordo che questa società di “zombie” vuol cancellare Cristo perché è l’unico baluardo contro il nulla che ci circonda. Ma il mio omonimo ha fatto una domanda ben precisa.
    La risposta la inizio a fornire io. Ho commentato l’articolo precedente sul Caso Orlandi con la svolta del Santo Padre che in prima persona si è impegnato per la Verità. Questa, il Sig. Giuseppe, è la risposta dei Cattolici. Pulizia!

    Ringrazio tutti per la cortese attenzione e se mi permettete “O.T.”. una preghiera ed un ricordo per la ragazza, Melissa, morta nel vile attentato a Brindisi.

  7. Bravo Gianluigi!!! Non credo che per annunciare la buona novella, sia necessario la segretezza, è chiaro da duemila anni che hanno caostruito una struttura astrusa, che non ha nulla a che vedere con il vangelo. Mi chiedo con stupore come è possibile che esistono così tante pecore che seguono gli insegnamenti di tali maestri. Giusy

  8. Concordo Pienamente Giuseppe “II”

    A Giuseppe59 invece rispondo che chi vuol comprendere legge, chi vuol solo perdere tempo no erige castelli di sabbia!
    Mi unisco alla Sua preghiera per Melissa ed in particolare per i suoi Familiari.
    Io sono un Militare, Giuseppe, e ho perso in vili attentati dinamitardi dei cari Amici (Camerati oserei dire, sperando che non sia strumentalizzato politicamente. Sono apolitico.).
    Ma io ho fatto una scelta bene precisa, ho messo la mia vita al servizio dello Stato (cioè tutti noi, non i “politici”). E’ nelle more della Vita che queste cose accadano. Ci sono grandi esempi come FALCONE e BORSELINO. Ma quando invece accadono in casa o meglio in posti “sicuri” allora mi domando anche io, come Giuseppe “II”, se nel mondo non si stia scatenando qualcosa di più che l’odio umano.
    E mi ricordo che siamo noi uomini però a dar potere al male in virtù del nostro cattivo comportamento.
    Dobbiamo svegliarci, e come Fenici risorgere dal Torpore che anima la nostra società!

    Mi scusi Fabio se anche io sono uscito “Off topic” ma lo ritengo doveroso

  9. Un appunto, così en passant

    Quando sono in tanti a dire la stessa cosa, ripetendola da oltre 2000 anni, non è forse chi è isolato nel suo soliloquio ad essere in errore?..

    Costruiamo Amici e non dividiamo! Bene vengano i gridi di Giusy e di Gianluigi (credo Eutectico). Spronano il processo di pulizia..
    Grazie

    Pace e Bene

  10. Un giorno mi piacerebbe poter leggere qualche bel libro che narra delle cose belle che fanno i preti, le suore ed i laici cristiani nelle proprie parrocchie, negli oratori e in giro per il mondo. Poi francamente tutti questi giornalisti che si arricchiscono spiando nelle camere da letto dei privati cittadini proprio non li sopporto, è un clima da Stasi.

  11. trovo scorretto e vigliacco da parte di un dipendente del Vatican consegnare ai giornalisti documenti riservati del proprio datore di lavoro. E trovo scorretto da parte di un giornalista pubblicarli in un libro. Se a Gianluigi Nuzzi sottraessero lettere o documenti riservati cosa farebbe? Certamente farebbe una denuncia per violazione della “privacy” Mi auguro che anche il Vaticano proceda per vie legali.

  12. Gentilissimo Sig. Giuseppe59 la ringrazio della delicatezza e farò come ha detto. Continuerò con il mio nome senza accessori.

    Per continuare sull’argomento ora oserei dire che il libro più autorevole nel condannare o meno le religioni sia proprio la Bibbia in quanto contiene i principi che soddisfano il giusto senso dell’ordine e della giustizia.
    Giudizi che partono dall’autorità che più di tutti ha diritto di dire la sua su tale argomento: Dio.
    Perché non consultarla ogni giorno e così provare a vedere dove stà la verità?

  13. I segreti fanno comodo a chi razzola nel torbido.
    Chi é a posto con sè stesso e gli altri non teme la verità, anche quella scomoda.
    Se il giornalista pubblica la verità,é nel giusto.
    Amen

  14. Pienamente d’accordo con Massimo, credo poi che una Chiesa pulita possa essere solo una Chiesa
    inesistente. Provate a leggere l’Antico Testamento con sprito critico e poi confrontatelo col Nuovo.
    Forse voi credete di seguire i Vangeli; se leggerete con attenzione, scoprirete che le Lettere Paoline
    ed i Cocili, da Nicea al Vaticano I, li hanno letteralmente annullati, che il Catechismo Cattolico ri spec chia pedisequamente il V.T. e che questo è assolutamente l’ispiratore del Corano e del Mein Campf dello Zio Adolf.
    Leggete e mi risponderete

  15. oggi su MTV ho visto Marco, giovane sacerdote avanguardista che porta una ventata di aria nuova nella Religione di stato. Credo che il Vaticano abbia molto da apprendere da quel sacerdote e dalle suore che gli sono vicine. Il Vaticano vuole sempre ingerire sulle questioni altrui, ma si ribella quando toccano le sue. Gesù si adeguò ai tempi e questi tronfi prelati si crogiolano nel loro grasso potere. Coercizione, strozzinaggio, movimenti di denaro eccetera si sprecano all’interno delle mura Vaticane. Quanti delitti irrisolti a noi conosciuti ? Perchè morì una guardia Svizzera, come mai si tace su tanta pedofilia, perchè uomini dell’ alta finanza e collegati al Vaticano sono stati trovati uccisi in modi strani? perchè non vi sono controlli doganali per accedere e uscire dal Vaticano? Troppi torbidi interessi collegati ai nostri ministri forse lo sconsigliano ?

  16. Caro Fabio,

    ..rispetto la Tua posizione ed inoltre leggere e rileggere la Sacra Scrittura è sempre fonte di approfondimento.
    Una volta provocatoriamente a dei fratelli Evangelisti ebbi a dire che
    “il Dio di Israele non è il Dio dei Cristiani”
    Ma intendevo che la classe sacerdotale Israelita, secondo Levi non aveva seguito gli insegnamenti di Dio (linea sacerdotale di Aronne e di Meltchisedeck).
    In realtà io affermo l’esatto Tuo contrario. Perché se Dio è Amore (e lo è), spiegatemi i sacrifici di sangue nell’A.T. che proprio con Meltchisedeck Dio ha proibito all’uomo..
    Anche se l’ho già segnalato in un commento a precedente articolo del nostro Ospite Fabio, Ti invito a leggere il libro di Eugenio Israel ZOLLI, “Il Nazzareno”.
    Lo ritengo illuminante per tutti i Cristiani, indipendentemente dalla loro confessione.
    Inoltre, più strettamente all’argomento dell’articolo, mi dispiace per i massoni e gli atei ma Gesù è realmente esistito e non solo il Gesù storico è plausibile ma ci sono prove inconfutabili. I Vangeli furono scritti se non in Aramaico, sulla base di Loghion scritti in Aramaico. Ed anche il Greco utilizzato è pur sempre una traduzione fatta da Semiti che hanno scritto nella lingua greca. Per comprendere i Testi Sacri non occorre solo leggere, ma capirli nel loro profondo contesto storico. Il Testo di Zolli aiuta proprio in questo. Inoltre ho seguito il consiglio del Sig. “Lupin” ed ho letto il testo “La vita di Gesù nel testo aramaico dei Vangeli” di García José M. pubblicato da BUR. Soldi spesi bene!
    Grazie per la cortese attenzione e rimango a disposizione per ulteriori confronti

  17. I fatti sembrano denotare una débacle della Segreteria di Stato vaticana che è il centro di governo della Santa Sede e della Chiesa.
    Del resto i contenuti stessi del libro – al di là della legittimità della pubblicazione dei documenti – fanno riflettere proprio sul funzionamento della macchina vaticana.
    Che talora, invece di aiutare il Santo Padre, rischia di costituire una zavorra pesantissima. Penalizzando per esempio un papato che sarebbe meraviglioso come quello di Benedetto XVI.

    Del resto c’è qualcuno che sul ceto ecclesiastico nel suo insieme ha tuonato con parole ben più pesanti di quelle di Nuzzi (che, per la verità, fa il giornalista ed evita di dare giudizi).

    E’ proprio Joseph Ratzinger che da papa, più volte, duramente ha deplorato “carrierismo” e smania clericale per il potere. Ma non solo: ha richiamato tutta la Chiesa alla conversione.
    Alla vigilia della sua elezione al pontificato, nella via crucis del 25 marzo 2005, davanti a Giovanni Paolo II, in mondovisione, il cardinale Ratzinger pronunciò parole pesantissime, invitando a riflettere su “quanto Cristo debba soffrire nella sua stessa Chiesa”.

    Invitò a meditare su

    “quante volte celebriamo soltanto noi stessi senza neanche renderci conto di lui! Quante volte la sua Parola viene distorta e abusata! Quanta poca fede c’è in tante teorie, quante parole vuote!
    Quanta sporcizia c’è nella Chiesa, e proprio anche tra coloro che, nel sacerdozio, dovrebbero appartenere completamente a lui! Quanta superbia, quanta autosufficienza!
    Quanto poco rispettiamo il sacramento della riconciliazione, nel quale egli ci aspetta, per rialzarci dalle nostre cadute!
    Tutto ciò è presente nella sua passione. Il tradimento dei discepoli, la ricezione indegna del suo Corpo e del suo Sangue è certamente il più grande dolore del Redentore, quello che gli trafigge il cuore”.
    Del resto Nuzzi nel suo libro cita una frase del cardinale Ratzinger addirittura del 1977, nella quale si metteva in guardia il mondo ecclesiastico. Poco propenso, già allora, a fare i mea culpa.

    parte di un articolo di Antonio Socci (da “Libero”, 20 maggio 2012)

  18. Credo veramente che il Dio deve aver interrotto la sua collaborazione con le gerarchie vaticane. Se come si apprende, il papa sente la necessità di rivolgersi a Napolitano, invitandolo a cena (aum aum, come dicono a Roma) per ottenere concessioni e favori, è del tutto evidente che non sa più a che santo rivolgersi. Più in alto del Presidente della Repubblica non ha agganci. E che le cose stiano così, è maggiormente provato dato che il Dio non ha risparmiato neanche le sue stessa case, facendole crollare durante il terremoto. Già si era visto con quello di Haiti, dove la cattedrale venne già come un birillo al bowling.
    Evidentemente come suggerisce GiuseppeII dobbiamo noi fare del mondo un posto migliore dato che l’esorcista non funziona più.

  19. Per l’Amico Sal

    Concordo con Te per l’impegno di tutti Noi nel fare del mondo un posto migliore. Infatti io ritengo che l’uomo è causa del male e non Dio. Sul Santo Padre ho scritto sopra e lo stesso libro di Nuzzi spiega bene le cose come stanno.
    E di più ancora concordo nel Tuo richiamo all’Esorcitsta (forse Tu intendevi il film però), io invece sottolineo che il male esiste e non è una favoletta per ragazzini o tantomeno sempliciotti.

    Una sola precisazione, (non per polemica ma in onore delle 2 “perle” rifilate agli juventini) Aumma aumma si dice a Napoli 🙂

  20. Vorrei rispondere a Ema.:
    Sara’ pur vero che qualcuno scriverebbe sulla madre, ma si puo’ sapere perche’ quando in Italia i bravi e capaci si arricchiscono con il lavoro arriva sempre un’orda di invidiosi che spilucca sui loro conti? e mettiti tu a scrivere libri interessanti..! Magari un’Ode a Comunione e Liberazione….Chissa’.

  21. @ Domenico x Meridio

    “Concordo con Te per l’impegno di tutti Noi nel fare del mondo un posto migliore. Infatti io ritengo che l’uomo è causa del male e non Dio.”

    Ma non dovrebbe essere Satana la causa del male ?

    “Noi sappiamo che abbiamo origine da Dio, ma tutto il mondo giace nel [potere del] malvagio.” ( 1 Gv 5.19)

  22. Amico Sal,
    ..bravo. Perfetto!

    Infatti subito dopo ho scritto:
    “…io invece sottolineo che il male esiste e non è una favoletta per ragazzini o tantomeno sempliciotti.”
    🙂

    E concordo con quanto affermi subito dopo. San Giovanni è chiaro: “Noi sappiamo che siamo da Dio, mentre tutto il mondo sta in potere del Maligno.” (1 Gv 5,19 CEI 2008)

    Satana è il principe del mondo, non per il suo rango di ex Angelo ma perché ha sottratto il potere al Vero Re del mondo, l’uomo, istigandolo alla ribellione con Dio. La lotta Caro Sal, non è tra Dio e il divisore [che è SOLO una mera creatura], ma tra quest’ultimo e l’uomo. 😉
    E’ l’uomo che con il peccato rende “forte” l’avversario. Tanto che se non agisse la Divina Provvidenza il mondo sarebbe già sato distrutto

  23. CARO NUZZI ADESSO NON FARE FINTA CHE ERA UN ATTO DOVUTO, NOI CREDIAMO NELLA CHIESA TUTTA,TUTTA,TUTTA E A BENEDETTO E TI AUGURO DI VENDERE TANTI MA TANTI LIBRI. UN SALUTO CON AFFETTO. G

  24. @ Domenico X Meridio
    Siamo parzialmente d’accordo : Satana è il principe del mondo, non per il suo rango di ex Angelo ma perché ha sottratto il potere al Vero Re del mondo, l’uomo, istigandolo alla ribellione con Dio.”

    Forse è per questo che la Tiara con la sua triplice corona indica il triplice potere del pontefice: Padre dei principi e dei re, Rettore del mondo, Vicario di Cristo in Terra.

    Però non credo che “il vero re del mondo è l’uomo” a meno che la scrittura non sia cambiata : “ Ora al Re d’eternità, incorruttibile, invisibile, solo Dio, siano onore e gloria per i secoli dei secoli. Amen.” ( 1 Tim 1.17; Apoc 15.3) A meno che non sia cambiato qualcosa nel frattempo, “Re d’eternità” significa per sempre…. Non ricordo che Dio abbia ceduto all’uomo il suo potere né la sua dignità regale. Ma forse lei ha altre fonti.

    “La lotta Caro Sal, non è tra Dio e il divisore [che è SOLO una mera creatura], ma tra quest’ultimo e l’uomo.”
    Non credo nemmeno che sia così, distinto Domenico, perché se dovessi combattere con un angelo, (per di più governante del mondo) sarei sicuramente perdente. Non c’è modo che un uomo possa resistere alla potenza di un angelo, mentre mi pare che dica che l’uomo deve combattere contro “le insidie, le macchinazioni” del Diavolo ( Efe 6.11)e per poter vincere ci è stata data anche una speciale armatura per scoprire la bugie, le trappole, gli inganni. In fondo tutta la Bibbia è il libro che svela gli inganni sin dall’inizio con Eva e il serpente.
    “Per questo motivo prendete la completa armatura di Dio, affinché possiate resistere nel giorno malvagio e, dopo aver fatto ogni cosa compiutamente, star fermi.” ( Efe 6.10-13) –“affinché non siamo sopraffatti da Satana, poiché non ignoriamo i suoi disegni.” ( 2 Cor. 2.11)

    Non credo che sia il peccato a rendere forte l’avversario, quanto l’ignoranza a rendere debole l’uomo. E in ultimo, la Divina Provvidenza ha già agito, forse non se n’è accorto, ma Joshua(Gesù) è già venuto come promesso e “ci ha dato la capacità intellettuale di acquistare conoscenza del Vero.” ( 1 Gv. 5.20)
    Ha rinforzato i neuroni, ma pare che non a tutti.

  25. Caro Domenico, non credi che la maggior parte dei mali di cui è affetta la nostra Italia, siano da addebitare al Vaticano! L’omertà, il nepotismo, sono stati introdotti nella società dalla corte papale. Da duemila anni sono portatori più di ombre che di luce! Non ti stupisci , che nel nostro paese, nonostante la presenza capillare delle chiese su tutto il sul territorio nazionale, ci sia tanta corruzione!

  26. Mi aspetto ora di vedere un bel libro di Nuzzi sull’aborto nel mondo, sulla sua malvagità, sui suoi sostenitori, mi aspetto, in particolare, che si vedano le foto vere su cosa è l’aborto e quali conseguenze produce ……. e poi mi aspetto un bel libro che sveli senza reticenze il martirio dei cristiani in terre islamiche …….. Infine mi aspetto un bellissimo libro che finalmente faccia conoscere al mondo che il cristianesimo ha sradicato la pedofilia che era normale nelle civiltà pre-cristiane e che metta in evidenza le potenze tenebrose che sostengono la pedofilia e lo sfruttamento di donne e bambini per turismo sessuale e simili aberrazioni ….. Temo che Nuzzi su questi argomenti non arriverà a scrivere nulla di serio ed efficace …… In fondo è facile pubblicare carte riservate del Papa, è facile attaccare un uomo come il Papa, inerme e impegnato sulla strada della Verità e della Pace ….difficile è attaccare e snidare i poteri tenebrosi e malvagi che , purtroppo, da questi libri di Nuzzi vengono aiutati nella lotta contro la Verità e il Bene che la Chiesa diffonde!!!!!!

  27. Carissima Giusy,

    ..una precisazione; Io non nego la VERGOGNA di alcuni prelati e per fortuna nel libro di Nuzzi si fanno anche nomi di venduti alle logge massoniche o di meri servi di mammona. Ma, personalmente, ritengo che il potere porta sempre con se la corruzione. E’ la Storia (S maiuscola) che ce lo insegna. Sul fatto che vi siano più ombre che luci, permettimi di dissentire. Dal Cristianesimo sono venuti grandissimi benefici anche in termini di legiferazione. Ma anche questa è un mio pensiero 🙂

    Sulla presenza capillare concordo con Te ma mi sorge questa domanda:
    Quanti di questi sacerdoti fanno realmente i Sacerdoti?
    Una risposta la provo a dare ed ovviamente Ti sarò grato del Tuo pensiero in merito..
    Molti sono Sacerdoti di fatto oltre che di nome. E in tanti posti vediamo il loro lavoro umile e silenzioso. Come pure i religiosi e le religiose. Quanti Preti anti-mafia/camorra hanno dato la loro vita. Però questi consacrati sono spesso lontani dai luoghi di “potere” proprio per loro scelta. Il reale problema, come in ogni istituzione (parlo di Vaticano e non di Chiesa, n.d.r.), è che per governare si scende a compromessi. Quando, come per lo Stato italiano con la mafia, questi compromessi passano i limiti del compito per cui si è “comandati” allora vediamo queste schifezze. Chi sta in alto lo è per SERVIRE. Dimenticato questo tutto diventa fattibile.
    Un esempio: (ed anche qui vorrei il Tuo parere)
    Se il Santo Padre ha dato precise disposizioni in merito alla Pedofilia, come mai la CEI va in direzioni opposte?
    Parlo della stupida regoletta che non obbliga i Vescovi a denunciare alla magistratura i reati di questo tipo..

    Ma i Vescovi non sono la Chiesa ma solo una importantissima parte di essa. E, soprattutto, non sono infallibili anzi.. E’ dalla nascita della Chiesa primitiva che già gli Apostoli dovettero confrontarsi con “furbetti” di ogni tipo. La Verità, Carissima Giusy, è che se noi ricerchiamo nella Chiesa l’ente perfetto abbiamo sbagliato. Infatti la Chiesa non è perfetta, ma perfettibile. E’ la testimonianza che da (o dovrebbe) del messaggio evangelico che è perfetto – Via, Verità e Vita cioè Gesù Nazareno (termine dato dai Rabbini allora a Gesù e che significa “il predicatore”, dal suo modo di parlare alle folle con Autorità)!
    E, sempre pensiero mio, oggi la Chiesa nella sua istituzione terrena (il Vaticano) è alla purificazione di un terribile sbando di stampo massonico.
    Sai che in una Cappella vaticana un “eminentissimo” prelato ha celebrato una messa satanica?
    Il Santo Padre ha riconsacrato quella cappella.
    La verità è che siamo in guerra, cioè tutti siamo chiamati a testimoniare con le nostre azioni da che parte siamo. Per il Bene o per il male.

    @ll’Amico Sal
    Fede e ragione devono andare sempre di pari passo. Altrimenti, e proprio nelle precedenti discussioni ne abbiamo avuto conferma, la ragione senza la fede è scialba.
    Se ci ostiniamo a recitare a memoria passi biblici (non entro nel merito della traduzione, tanto ritengo ognuno capace di discernere) o il Catechismo ma poi non è realmente nostro, cioè non lo abbiamo “masticato” allora cadiamo facili prede di chi continuamente provoca e cerca di smontare certe “certezze” (che poi certezze non sono). E’ da quando sono in questo Blog che vi chiedo la cortesia di andare a verificare.. A me non piace citare versetti, perché denota in Verità una profonda incertezza.
    “Impari a volare più in basso, se non è in grado di affrontare una discussione con chi, invece di annuirle stupefatto, le risponde per le rime.”
    Ebbe qualcuno a scrivermi, ma io di rimando domando a tutti, me compreso .. Ragioniamo con i nostri cervelli invece di recitare “formulette” a memoria? Perché questo denota l’appartenenza a SETTE! I massoni hanno segreti e teoremi in cui non si può sindacare, la Chiesa no! E per inciso, sfido chiunque massone a negarlo, l’ultimo grado della massoneria consiste nel far vedere all’appartenente la sua immagine riflessa nello specchio. Che segreto!!! 😀
    Tanto, e non l’ho scritto io fortunatamente, Golia finisce sempre per uccidersi da solo. Troppo tronfio nella sua saccenza
    Per inciso, e concludo, nella Tradizione Cristiana la Tiara ha tre corone perché rappresenta i tre poteri regali che sono propri di Cristo. Sacerdote, Re e Profeta. Il Santo Padre, in quanto Vicario di Cristo ha più di tutti questo COMPITO (e non diversità). La Croce Papale ha due bracci orizzontali uguali Caro Sal, sai il perché?
    Ogni uomo è chiamato a realizzare questa triplice aspirazione. Perciò non confondere la Maestà Divina con la maestà umana (cioè la sua autorità sulla creazione). Nell’Amen appunto ME sta per Melek cioè Re di Giustizia. E proprio questo Melek dovrebbe farti riflettere su una figura “misteriosa”, Meltkisedech.
    Gradirei che Tu come altri andassi a leggere ciò che Vi segnalo. Poi ovviamente Te ne farai un Tuo pensiero ma se lo scarti a priori denoti una profonda incertezza.
    Un abbraccio Fraterno in Cristo, l’Amen

  28. @ Domenico X Meridio
    Come mi suggerisce, vado sempre a controllare ciò che mi viene detto, proprio in funzione del principio che non si può avere fede senza ragione e come dice il mio amico Scoto Euriugena monaco, teologo filosofo irlandese (810-877)
    “E’ solo attraverso la ragione, sottoposta allo Spirito, che noi possiamo vedere e comprendere i motivi e le vie d’intrepretazione, e poi condurci oltre queste, nella profondità unica e divina della verità da cui nascono tali diverse esposizioni…ragione e fede sono fonti valide di vera conoscenza, per questo non possono essere in contraddizione; però se cosí avvenisse, è la ragione che deve prevalere.
    Ora, la mia non è un’ostinazione fine a sé stessa o da me scelta per motivi personali, quanto un obbligo derivante da un preciso comando che lei nella sua vasta conoscenza, dimostra di non conoscere e mi spiace, perché Dio disse :“Figlio dell’uomo, va, entra in mezzo alla casa d’Israele, e devi parlare loro con le mie parole. Poiché non sei mandato a un popolo dal linguaggio inintelligibile o grave di lingua, [ma] alla casa d’Israele, non a numerosi popoli dal linguaggio inintelligibile o dalla lingua grave, le cui parole tu non possa udire [con intendimento]. Se ti avessi mandato a loro, quei medesimi ti ascolterebbero. Ma in quanto alla casa d’Israele, non ti vorranno ascoltare, poiché non vogliono ascoltare me; perché tutti quelli della casa d’Israele sono di testa dura e di cuore duro.” ( Eze. 3.4-7)
    E lo confermò anche Jeshua(Gesù) dicendo: “Ciò che io insegno non è mio, ma appartiene a colui che mi ha mandato…non ho parlato di mio proprio impulso, ma il Padre stesso che mi ha mandato mi ha dato comandamento su ciò che devo dire e di che devo parlare”.( Gv.7.16;12.49)
    Non si tratta quindi di smontare certezze, quanto di ubbidire, come Jeshua(Gesù) e capire il senso del messaggio per cui Dio ha mandato alcuni messaggeri (apostoli= mandati) Il messaggio implica proprio l’uso della ragione quando dice per es: “Non vi insegna la natura stessa che se l’uomo ha i capelli lunghi, è un disonore per lui, ma se la donna ha i capelli lunghi, è per lei una gloria? Perché i capelli le sono dati in luogo di copricapo. Comunque, se qualcuno sembra disputare per qualche altra usanza, noi non ne abbiamo nessun’altra, né l’hanno le congregazioni di Dio.” ( 1 Cor. 11.14-16)
    Quindi la ragione mi fa chiedere come mai c’è l’uso di raffigurare Cristo (che non andrebbe nemmeno raffigurato) proprio con i capelli lunghi rendendolo un disonorato. Mi pare ingiusto. Ecco, le ho fatto un piccolo esempio di mancata ragionevolezza, ma non per smontare certezze, quanto per rassicurare me stesso e spiegarle le mie ragioni. E come dice lei, “Golia finisce per uccidersi da solo,”, però non mi pare che andò così perché Golia fu ucciso da Davide, pensi lei, solo con una fionda e un sasso. Sembra impossibile. Vero ?
    In effetti, si, la fede senza ragione è scialba, anzi è cieca credulità !
    Stia bene.

  29. Sig. Sal
    il Sig. Milani le ha posto delle esatte questioni e lei, a me pare e mi scuso se così non è, che lei le abbia glissate nemmeno tanto abilmente. Leggevo i suoi precedenti commenti e lei non fa che rimarcare citando il testo della Sacra Scrittura nella traduzione dei Testimoni di Geova.
    Ora lei proprio afferma di non voler imporre nulla ma solo di ricercare la verità.
    E la verità con la ragione!
    Mi scusi se non comprendo ma dov’è l’apprendimento ed il discernimento in lei che si ostina a scrivere sue convinzioni?
    Per giunta facilmente opinabili.
    Inoltre, mi scusi ancora, ma essendo io l’autore della citazione di “Golia” ne rivendico anche il senso. Lei interpretandolo come sopra ha fatto è caduto (credo io) nella trappola del Sig. Milani. E si rende poco credibile anche come provocatore
    Golia si è ucciso (o suicidato se vuole) perché ha sottovalutato il suo avversario giudicandolo niente.
    Però mi complimento, forse non sarò un attento lettore, ma mi sembra che lei abbia scritto al Sig. Milani indicando la sua PRESUNTA “vasta conoscenza”.
    Il mio contendente nel passato articolo non lo definì forse “ignorante”?
    ..sa com’è la vecchiaia, potrei sbagliarmi

    Grazie del preciso richiamo don Tullio. La migliore risposta ai detrattori della Chiesa

  30. @ Sal
    Caro Amico di Blog
    Prendo in debita considerazione quanto mi hai scritto ma però doverosamente mi corre l’obbligo di contestarti una cosa.
    Ti ho fatto delle accezioni ben precise ed una domanda..
    Non leggo nessuna risposta. La Tua posizione la conosco bene quindi non hai bisogno di rimarcarla anche perché sarebbe facile in questo contesto scriverti le traduzioni dei passi come le leggo io.
    Così non se ne edce. Vuoi un confronto o solo contestate ogni commento?

    Dio Ti benefica!

    • Ribadisco che bisogna attenersi agli argomenti del post e che sarebbe meglio evitare discussioni o lunghi “botta e risposta” a due. Grazie per la collaborazione.

  31. Caro Domenico, Nell’arco della sua storia nella chiesa sono avvenute troppo contraddizioni, da perseguitata è divenuta persegutrice,nei concili che si sono succeduti, sono stati costruite le strutture che la regolano. Oggi, tutto sommato prendono posizione per motivazioni semplici, lo sai che non trovo pace quando penso a tutte le vittime dei tribunali del’inqusizione, le torture a cui sottoponevano gli accusati, le donne bruciate come streghe , tutti gli uomini di valore che hanno distrutto, perchè pensavano diversamente. Chi risponde di questi delitti? E che dire della ricchezza? L’insegnamento di cui la chiesa di dichiara portatrice, non è univoca si presta a tante interpretazioni e sappiamo con quali coseguenze, soprattutto oggi in cui la nostra società è malata, altrimenti come spiegare il consumo abnorme di droghe. Tutti dobbiamo testimoniare a cominciare dalle gerarchie ecclesiastiche la quale influenzano pesantemente la vita sociale. Non limitiamo a scambiarci solo schermaglie. Gianluigi Nuzzi è un giornalista preparato e coraggioso.

  32. Gesù ha detto:2Il mondo vi odierà,ma non temete, IO ho vinto il mondo”.
    Sig. Nuzzi quanto ci guadagna a diffondere tanto male?
    Non pensavo che alcunii giornalisti arrivassero fino a qusto punto!

  33. Giusy Carissima, se negassimo le malefatte non saremmo come sepolcri imbiancati?
    No, molti uomini di “Chiesa” (o che lo dovevano essere) hanno miseramente fallito ma sono anche comparsi dinnanzi a Dio .. Lo stesso Dio che dovevano servire SERVENDO i Fedeli e chi ancora non conosceva la buona novella..
    Sarò a Sassoferrato per un Ritiro di 2 giorni e sarà certo fonte di grande meditazione. Hai ragione, non abbiamo più tempo per le mere chiacchiere. Tutti, io per primo dobbiamo correggere i nostri errori.

    Che Dio, l’Amen Ti benedica

  34. ha fatto bene a scrivere ,quello che in fondo al cuore tutti sanno ,la chiesa è potere,non è una novità.Un semplice aiuto rileggere la DIVINA COMMEDIA.Non bisogna avere paura della verita,sono contro un arresto per paura della VERITA

  35. Lucy ma di che parli? Ma credi ancora alla favola bella? La chiesa è un istituzione fatta di uomini che gestiscono soldi e potere e da che mondo è mondo dove ci sono soldi e potere c’è corruzione,odio,gelosia e quanto di più turpe possa esitere su questa Terra. Pertanto open your eyes!!
    Dio,Il Vangelo, Gesù Cristo,l’essenza della Cristianità sono ben lontani da Città del Vaticano e dalla maggior parte delle sue succursali…
    Saluti

  36. Trovo comunque terribile che si possa arrivare a trafugare dei documenti riservati sulla scrivania di qualcuno, che sia il Papa o chi altro… A casa mia questo vuol dire RUBARE.
    Se davvero a Nuzzi spiace che il Papa sia coinvolto in questa spiacevole situazione e prova empatia per la sua sofferenza ecc… dia tutto il ricavato della vendita del libro ai terremotati o a chi è in difficoltà economica, e crederò che lo ha fatto solo per amor di verità!

  37. Il maggior insegnamento che il Vaticano ha impartito alla nostra Italia è l’omertà e il nepotismo, perciò ben vengano i Nuzzi e I Saviano!!!

  38. Ieri ti ho visto a TGCOM e ho pensato…
    Dice l’antico proverbio che la farina del diavolo è destinata a diventare crusca…Io credo nella scomunica e nella maledizione perciò al posto tuo continuerei ad averla la paura..
    Quale tra i segnali che hai messo a casa tua ti difenderà dalla mano di Dio? Ora è toccata alla Chiesa ma al momento giusto toccherà a te… Sei ancora giovane e non sai che Dio non ha mai fretta quando si tratta di fare giustizia.

  39. Letto il libro e mi chiedo se Nuzzi ci fa o… quella rappresentata nel libro sembra piuttosto una operazione di intelligence portata avanti da quella parte di SISMI deviato che fa riferimento ad una parte di massoneria superomista anticristiana che vorrebbe distruggere la Chiesa. Altro che bisogno di verita e buoni propositi. Tanto e vero che tutta l operazione viene gestita da uomini dell intelligence e nel libro si trovano i riferimenti non ai nomi ma alle procedure. Sono anni che scrivo a questi pseudo giornalisti, non in senso offensivo ma nel senso che non puo dirsi giornalista chi prende soldi o consigli dall intelligence e ricordiamo i casi Sgrena/SISMI, Porena/SISMI, Farina/SISMI questo ultimo subito sulla mia pelle in quanto attacco il DSSA come e piu dei comunisti, questo mentre noi stavamo arrestando Battisti e il capo occulto del SISMI Cossiga gli dava il lasciapassare per il Brasile, che lavorano consciamente o inconsciamente come pupazzi del SISMI con l aggravante che in Italia i servizi sono deviati e infiltrati da ex del KGB. Dio e la giustizia in questa storia non entrano in alcun modo. Questa e una schifosa operazione di intelligence deviata che si e servita di utili idioti. Oggi il Papa, che nel passato ha avuto persino un ruolo nel crollo della dittatura comunista, e vulnerabile grazie a idioti che credono di aiutare il progresso della Chiesa. Perche non aiutano il progresso del partito comunista che si chiama democratico come le tragiche repubbliche democratiche e totalitarie dell est comunista…

    Guglielmo Rinaldini

  40. Vedo che l’idiozia, o come l’ha chiamata qualcuno in questo forum “ignoranza”, continua si basti vedere quanti hanno votato per un comico disturbato scambiandolo per il Messìa, del resto è l’epoca dei falsi profeti, basti guardare a quel paraguru di Casaleggio che fino a ieri lavorava con Gnutti e Consorte (quello di Fassino e “abbiamo una banca” per il quale fu condannato solo il fratello di Berlusconi per rivelazione di segreto d’ufficio…). Intanto trovo ridicolo che ci sia gente che continua a considerare il Vaticano come la fonte di tutti i mali, vorrei ricordare o far sapere a chi non lo ha mai saputo che fu il primo stato ad essere attaccato con guerra asimmetrica non dichiarata, da quelli che poi diventarono Italia…proprio qualcosa di cui non vantarsi. Poi quei babbei che attaccano Radio Vaticana rea di generare leucemie…ma credete che RAI 3 invece di radio-onde emetta effluvi di violette? Ma che specie di cretini siete? Senza Chiesa Cattolica in Italia eravamo numeri, pupazzi sotto un dittatore comunista o superomista massone…

  41. Gianluigi sei un grande,perché parlare di argomenti scottanti che riguardano il Vaticano é un atto di coraggio e di onestà in qualità di giornalista. Ti incoraggio ,e se avrai la possibilità di parlare anche delle menzogne dottrinali e insegnamenti non scritturali
    che vengono diffusi dalla chiesa . Quali sono alcune di queste menzogne e insegnamenti? La dottrina della Trinità ad es. nella Bibbia non ne esiste nemmeno la parola. La menzogna che dice che le persone dopo la morte vanno in paradiso o all’inferno o al purgatorio ,tutto falso, vedi il libro di Eclesiaste al CAP.9:5,10 e l’esempio di Lazzaro ed altri che sono stati risuscitati i quali non hanno raccontato nulla quando riebbero la vita. Non viene insegnato quale è il nome del Dio della Bi bbia (yhave o meglio Geova in italiano) che è scritto fra l’altro circa 7000 volte nella Bibbia originale e scritto a volte anche in alcune chiese;ci vuole un bel coraggio a nominare questo nome visto la loro ipocrisia. L’elenco poi sarebbe lungo: dal fatto che facciano uso di immagini scolpite,violazione del
    comandamento scritto in Esodo al CAP. 20 all’obbligo del celibato per i preti o suore quando quasi tutti gli apostoli di Cristo erano sposati, al fatto che il papà si definisca vicario di Cristo ,tutto falso, Gesù non nominò nessuno come capo sulla sua chiesa o meglio sulla sua Congregazione, vi era un corpo direttivo formato dagli apostoli e anziani. La denuncia che Gesù fece e che possiamo leggere nel CAP 23 di Matteo nei confronti degli allora Scribi e farisei corrisponde esattamente al Clero della Cristinità di oggi Papa compreso, ma sono felice di sapere che nelle Sacre Scritture si parla dell’ora del giudizio da parte di Geova Dio e questa ora è davvero molto molto vicina e questa gente dovrà rispondere dei loro gravissimi peccati che a Dio non potranno nascondere. Un amico della verità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *