Dagli USA arrivano le “baby esorciste”

Teenage Exorcists

Non dicono di essere in grado di scacciare i demoni ma affermano di saper riconoscere i demonopatici e che Dio li libera attraverso le loro preghiere. Si chiamano Brynne, (17 anni), Tesse (17 anni) e Savannah (20 anni), fanno parte di una comunità evangelica degli Stati Uniti  e sono conosciute come le “Teenage Exorcists”.

Qualche settimana fa sono state ospiti di un talk show americano insieme al “pastore esorcista” della Spiritual Freedom Church Bob Larson (il papà di Brynne). La figlia del predicatore  durante l’intervista ha detto di aver praticato il suo primo esorcismo a 13 anni in una chiesa in Africa, sotto gli occhi del padre. Tess invece ha raccontato di aver esorcizzato una sua amica durante un pigiama party: la ragazza in questione (una fervente cattolica che aveva abbandonato la fede) accusava forti dolori alla testa, secondo Tess uno dei segnali per capire che il demonio era in azione.

Le tre teenager quindi anziché parlare di questo o quell’idolo musicale o cinematografico, parlano in tv di Dio, di Satana, di esorcismi e di fede. Citano versetti della Bibbia e danno consigli ai coetanei su come star lontani dal maligno. Un’ottima cosa (del resto ogni battezzato può e dovrebbe pregare per la liberazione dal demonio) considerato che sempre meno gente crede al diavolo (sull’argomento consultare Padre Amorth QUI).

Ma viene il sospetto che dietro le ragazze ci sia una strategia pubblicitaria del padre di Brynne, il reverendo Larson: il telepredicatore ha costruito infatti un piccolo impero. Grazie ai suoi esorcismi in giro per tutta l’America (dice di averne praticati almeno 15.000) attira un foltissimo pubblico, vende libri, dvd, ha aperto addirittura una “scuola internazionale di esorcismo” e sul suo sito personale Larson propone anche un “Demon Test” online, ovviamente a pagamento (9 dollari e 95 centesimi per capire se si ha il diavolo in corpo e in caso di punteggio basso, l’invito a contattarlo per un consulto privato, anche questo non gratuito).

Il dubbio è che il predicatore voglia, tramite le ragazze, ampliare il suo pubblico e puntare anche sui teenager.  Sul sito delle baby esorciste infatti, nella sezione “contatti”, si può compilare un form o chiamare un numero di telefono. Quello del reverendo.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

13 risposte a “Dagli USA arrivano le “baby esorciste”

  1. Buongiorno
    il titolo di quest’articolo doveva essere: Minorenni sfruttate da un pastore evangelico per i suoi loschi fini.
    GRazie

  2. Concordo sulla questione delle due minorenni, mentre una ha vent’anni quindi può fare come vuole. Fino a che non hanno l’età legale occorre evitare questo tipo di esposizione mediatica. Quanto alla questione dei soldi, la gratuità dei ministeri prevede almeno la copertura delle spese vive, ossia se vengo chiamato a celebrare un matrimonio in un’altra città chiedo almeno le spese di viaggio e di sostentamento (albergo, pasti etc.). Quindi tocca capire se quei 9.95 dollari costituiscono una copertura delle spese vive (sito web, staff, etc.) oppure no.
    Riguardo ai soli sui crocifissi, si tratta di una pura leggenda metropolitana: la croce è un simbolo più forte di qualunque altro.

  3. Caro Pastore Evangelico,

    Il bene lo si fà gratis.

    Come direbbe Roberto Benigni: “La vera felicità costa poco. Se è cara, non è di buona qualità”.

  4. considero quasi offensivo, da cattolico, che questo messaggio pubblicitario per l’azienda para-religiosa in questione sia spacciato come notizia su un blog chiamato ‘Stanze Vaticane: Storie e notizie dai Sacri Palazzi’ con tanto di simbolo papale in bella vista sul titolo. Ognuno e’ libero di pensarla come vuole sul Vaticano, ma in questo caso non c’entra un benemerito nulla, per non dire di peggio.

    • Caro Alessandro, anche se il blog è intitolato “Stanze Vaticane: storie e notizie dai Sacri Palazzi”, non significa che non tratti temi religiosi a tutto campo. Anche la chiesa evangelica credo possa esser inserita di diritto tra i “temi religiosi”. Come potrà vedere, nel blog ci sono anche altri articoli (che riguardano i problemi dei sacerdoti, iniziative interessanti, etc.) nonostante la maggior parte dei post sia dedicata alle cose vaticane. Detto questo se considera questo articolo uno spot pubblicitario, allora vuol dire che non l’ha letto con attenzione! 🙂

  5. La salvezza non dipende dalla fede che si professa, ma dall’aver accettato Gesù come personale salvatore. Questo pastore Evangelico è una vergogna per la fede che rappresenta, ma in alcune chiese evangeliche c’è la veritá che porta alla salvezza. Questo tizio dovrà un giorno dare conto a Dio. Il Signore vi benedica.

  6. Ci sono alcune persone (rarissime) che possiedono un dono, sono più “sensibili” degli altri. Tra i loro “carismi” speciali ci può essere anche la possibilità di riuscire a discernere se una persona è afflitta dall’azione straordinaria di un qualche angelo caduto. Dall’articolo da Voi proposto evico però solo l’intenzione di creare una ben evidente truffa, atta a mera speculazione finanziaria ai danni di qualche sventurato con probabili problemi psicologici, che evidentemente viene circuito. Chi ha di questi “doni” non ne fa ragion di guadagno bensì li offre gratuitamente a chi soffre realmente. I carismi arrivano dallo Spiriti Santo e, così come vengono donati così posson esser revocati, se utilizzati per fini poco elevati, quali i guadagni ad esempio. Per quanto riguarda invece le preghiere cosiddette di “liberazione” posso dire che hanno un grande “potere” e concorrono, assieme agli esorcismi autorizzati, alla liberazione di una persona demonopatica.

  7. Certo, il caso in questione presenta fa sorgere più di un dubbio. Ma le cose più gravi avvengono nella nostra Chiesa cattolica, che ha la pienezza della verità, e quindi, se vogliamo, anche la pienezza della punizione nel caso faccia delle cose sbagliate. Che dire ad esempio dei vescovi che non nominano esorcisti, disobbedendo a un’esplicita indicazione della Santa sede e provocando un grave danno, fisico e spirituale, ai fedeli che hanno bisogno? Vivo in Croazia, e in questo Paese non c’è UN SOLO esorcista ufficiale – conosco un sacerdote che ha dovuto portare una persona da Zagabria a Lubiana, in Slovenia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *