“Non si pensi più soltanto al posto fisso”

Mons. Rino Fisichella in studio a Tgcom24

 Questo pomeriggio abbiamo avuto ospite a Tgcom24, Mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione. L’arcivescovo ha parlato a tutto campo di politica e attualità, sottolineando la mancanza di temi etici dal dibattito politico e inserendo tra questi anche il diritto al lavoro. “Non si pensi più soltanto al posto di lavoro a tempo indeterminato” ha detto.


Eccellenza nei dibattiti politici di questi giorni nota l’assenza di temi etici?
E’ davanti agli occhi di tutti! Purtroppo si parla poco ad esempio di dignità della vita e di altri temi tanto cari non soltanto ai cattolici. Si dovrebbe parlare anche dei comportamenti che tante persone impegnate nella vita pubblica assumono. Quindi temi di comportamento, di coerenza, lealtà, onesta. Posso capire che i temi etici, in una campagna elettorale, siano di conflitto e vadano al di là degli schieramenti politici, ma in una campagna elettorale, davanti alle notizie che ascoltiamo, il problema etico è una priorità. Dovrebbe essere un impegno che diventa realmente prioritario. Quando si parla di temi etici l’organigramma è abbastanza vasto.

Anche il diritto al lavoro è un tema etico di cui si dovrebbe discutere?
Il diritto al lavoro tocca la dignità stessa della persona. Dobbiamo guardare alla grande crisi cui il mondo è sottoposto, al problema della disoccupazione. Senza lavoro non c’è vita, non c’è famiglia. E’ certamente un problema etico. Come si fa a costruire una famiglia quando manca il lavoro?  Serve una mentalità più aperta, non pensare ormai soltanto ad un lavoro a tempo indeterminato.

La Francia ha detto sì ai matrimoni gay, come si pone la Chiesa?
Da una parte in alcuni paesi il legislatore deve corrispondere ad alcune esigenze che prima non si ponevano, ma altra cosa è imporre una legge come in Spagna, Francia e Portogallo senza un minimo di dibattito che farebbe comprendere meglio l’importanza della tematica e quello che si gioca per il futuro.

Parlavamo prima di politica, chi ha condanne secondo lei deve candidarsi?
C’è bisogno che la legge intervenga in questo, senza legge si apre l’opportunità dell’interpretazione delle singole persone. Bisogna essere capaci di verificare la giustezza delle accuse e la certezza della condanna. Una volta verificato, non dovrebbero esserci persone nella pubblica amministrazione che vadano contro la legge stessa.

E’ vero che i cattolici divisi rischiano l’irrilevanza?

Bisogna rileggere questo mio intervento non soltanto in chiave italiana ma internazionale. La situazione italiana nel passato ha visto una forte presenza dei cattolici, che era raccolta attorno ad un partito, la Democrazia Cristiana. Non c’è nostalgia della DC, la presenza dei cattolici si rileva in molti partiti e quindi da parte nostra ci deve essere attenzione per l’impegno che possono dare nel richiamo etico e culturale. Il cattolico ha nel suo DNA il richiamo alla coscienza. E’ importante che ogni cattolico sia coerente e cosciente che col suo voto condivide quel progetto verso il quale lui si orienta.

La Chiesa dà indicazioni di voto ai cattolici?
E’ una leggenda perché ritengo che su questa prospettiva abbiamo un altro compito, ovvero annunciare Gesù Cristo ed essere credibili. Io non credo che nel momento in cui diamo delle indicazioni siano prese come esigenza di voto. Noi dobbiamo illuminare i principi fondamentali della nostra fede, che possano illuminare i cristiani nel loro impegno nella vita pubblica.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

49 risposte a ““Non si pensi più soltanto al posto fisso”

  1. Vero che non si deve pensare più al posto fisso caro monsignore, basta pero’ che ci sia un reddito continuativo . Ma al momento mi pare che non ci sia nulla e che abbia toccato questo tema con molta superficialità , citando solo principi di dignità . Ci vuole ben altro, come l’attacco all’attuale sistema capitalistico , che concentra sempre più la ricchezza , che crea miseria , insicurezza

  2. Sono molti gli spunti che il tema proposto suggerisce. L’attacco mi porta a considerarne la contraddizione racchiusa nel termine “Presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione

    E’ strano, mai saputo che la Bibbia o il Vangelo fossero cambiati. Sono sempre gli stessi libri che contengono lo stesso messaggio. Non è mai cambiato. A che serve quindi una “nuova” evangelizzazione” ? Ne consegue che, o quella vecchia era sbagliata da cui la responsabilità di aver predicato per secoli qualcosa che ha portato milioni di persone fuori strada, o era giusta e quindi non è necessario averne una “nuova”.

    Se si ammette che si deve fare una nuova evangelizzazione e si pensa a tutte le preghiere, riti e cerimonie che sono stati fatte fino ad oggi, bisognerà pur chiedersi perché si continuano a fare se l’evangelizzazione è cambiata. E’ ulteriormente contraddittorio. Del resto, quando si cambia l’auto vecchia con una nuova, non si mantengono le gomme vecchie e i difetti della vecchia auto.

    In fondo dovrebbero saperlo. Lo dice anche il vangelo : “Nessuno cuce una toppa di panno non contratto su un mantello vecchio; poiché tutta la sua forza tirerebbe il mantello e lo strappo diverrebbe peggiore. Né si mette vino nuovo in otri vecchi; e se vi si mette, gli otri si rompono e il vino si versa e gli otri si rovinano. Ma si mette il vino nuovo in otri nuovi, e l’uno e gli altri si conservano”. ( Mt 9.16-17) che stranezza ! Nuova evangelizzazione e vecchi riti. Ma che c’è di nuovo se anche il papato è sempre uguale a se stesso ?

  3. “Noi dobbiamo illuminare i principi fondamentali della nostra fede, che possano illuminare i cristiani nel loro impegno nella vita pubblica
    Bravo! Giusto! E quali sono? Ne propongo qualcuno…

    “Poiché “provvediamo cose oneste non solo dinanzi a Jehova, ma anche dinanzi agli uomini”. 2Corinti 8:21
    D’altra parte, il frutto dello spirito è amore, gioia, pace, longanimità, benignità, bontà, fede, mitezza, padronanza di sé. Contro tali cose non c’è legge.” Galati 5:22-23

    Se il monsignore si riferisce a questi valori, ha pienamente ragione. Ma pensate a quale sorta di società sarebbe se tutti, anche le autorità, applicassero questi passi della Bibbia. Niente più comizi ma fatti e soluzioni migliori per tutti, non ci sarebbero bisogno di antifurto e assicurazioni, i tribunali sarebbero quasi deserti, e ci sarebbe l’habitat naturale per vivere e lavorare senza affanno e timore alcuno. Si, il posto fisso non è la cosa più importante ma piuttosto dipende dall’essere e vivere tali valori, dal più grande al più piccolo degli uomini. Peccato che qualcosa non va, non funziona. Cos’è?
    Saluti a tutti.

  4. Monsignor Fisichella non ha torto e sono convinto che darà il buon esempio rapidamente lasciando il suo posto fisso e il suo stipendio fisso ad un precario, magari anche a un povero prete di campagna che a stento arriva a scaldare le due stanze della canonica…perchè bisogna sapere che una volta entrati in seminario e se si diventa preti, il posto fisso resta a vita….allora è facile parlare quando non si rischia nulla grazie al proprio statuto.

    Per quanto riguarda la frase sul matrimonio CIVILE gay, Monsignor Fisichella, doveva essere troppo impegnato in altre faccende e non si è accorto che il dibattito c’è da anni, solo che dopo i bla bla bla bisogna decidere, o si, o no…è una questione di coerenza. Invece c’è stato, specialmente in Italia, poco dibattito sui preti pedofili…come mai????

    Altra offesa di questo prelato è dire che ” Il cattolico ha nel suo DNA il richiamo alla coscienza”, ció a dire che gli altri Cristiani e non, non ce l’hanno….un po’ presuntuoso non trova? E’ ancora una volta la questione della supremazia petrina che tanto inorgoglisce la Chiesa Cattolica, gettandola nel peccato della Superbia.

    Anche ai prelati un bel consiglio: non siete obbligati a rilasciare interviste o ad andare in televisione, non sarebbe sufficiente pregare e accogliere i fedeli nelle vostre chiese vuote? GRAZIE

  5. voi preti state zitti non solo attraverso vie innumerevoli (es.compagnie delle opere ecc.) derubate i soldi pubblici agli italiani ma adesso vi permettete anche di disquisire di temi come quelli del lavoro. Perché non facciamo invece che da ora in poi non campate più sulle spalle degli italiani e quei soldi devolverli alla creeazione di nuovi posti di lavoro ?

  6. Rispondo a Joab.
    Il messaggio del Vangelo è sempre lo stesso evidentemente; ciò che cambia è il modo di comunicarlo che si adatta alla società in continua evoluzione.
    Ciò che dovrebbe muovere ogni uomo (credente e non, cattolico e non) è l’amore sincero verso il prossimo; per il cristiano l’amore sincero si fonda sulla conoscenza di Gesù Cristo, pertanto la prima forma di amore verso il prossimo si concretizza nel farLo incontrare con Lui.
    Ecco perchè si parla di Nuova Evangelizzazione: portare Gesù (che è lo stesso ieri, oggi e sempre) al Nuovo Prossimo.
    Spero di averTi trasmesso il mio pensiero, Joab.
    Ciao

  7. In merito al lavoro faccio notare che il vescovo ha pronunciato quella frase sul posto fisso solo alla fine; prima di dire questo, infatti, ha detto alcune frasi “carine”: “senza lavoro non c’è vita” “come si fa a costruire una famiglia quando manca il lavoro?” “il diritto al lavoro tocca la dignità della persona stessa”. Penso che l’ultima frase l’abbia pronunciata per dare “completezza” al suo discorso: probabilmente, infatti, molte persone rischiano di essere raggiunte dalla disperazione per la mancanza di lavoro. Ciò che la Chiesa cerca di trasmettere è l’immenso valore della persona umana: non può la mancanza di lavoro ridurre questo valore.

  8. Caro Monsignore, alla mia giovane eta’ di 51anni, a cosa devo pensare ? Nel caso in cui rimanga senza lavoro, posso suonare al suo citofono ? O meglio posso entrare nei portoni del Vaticano ? Con tutti i migliardi che circolano….

  9. Mi scusi monsignore la chiesa pensi alla fede e non faccia politica e non c’è solo il posto fisso lei dice?……………….ha ragione!,voi però in un certo senso l’avete il posto fisso e pure lo stipendio!.Poi un altro piccolo consiglio è quello detto dal grande papa giovanni paolo II,ed è quello:aprite le porte a cristo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! e allora le porte delle chiese d’italia alla notte siano aperte ai poveri che non hanno dimora!.Eccolo il vero senso di tali parole…………………i dormitori sono pieni e voi visto che le tasse e l’imu non le pagate usate quei soldi per coperte e stufette!,così quando i poveri varcheranno le porte della chiesa per un riparo staranno al caldo!……………………ecco il volere di dio!!!!!!!!!!!!!!!!!!……………………l’avete dimenticato o nò!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.

  10. Caro Monsignor Fisichella, adesso direi che si sta esagerando, quì non è questione di posto fisso o meno il vero problema è che il lavoro di qualsiasi tipo esso sia non c’è e voi uomini di Chiesa vi state occupando di un gravissimo problema che sta portando alla fame parecchi nuclei familiari, io mi chiedo, si fa presto a parlare quando si occupano posti Alti come i vostri ma una soluzione per caso voi ce l’avete? o fate come i politici che parlano soltanto perchè ora più che mai pensano a salvarsi i loro cadreghini “FISSI”. Da quale pulpito viene la predica, con tutto il rispetto per Lei caro Monsignore mi meraviglio voi e i politici i posti fissi ce li avete e nessuno vi può toccare. Io vivo la realtà del Lodigiano e le posso garantire che pur essendo Italia del nord la situazione è drammatica; in due anni con questa crisi si è verificata una vera e propria emoraggia di posti di lavoro e Le voglio dire anche un’ altra cosa, sfatiamo il mito che alcuni lavori soprattutto i giovani italiani non li vorrebbero fare più, Le posso garantire dalla mia esperienza che questa è una grossa infamia e bugia, glielo dico con cognizione di causa e con dati alla mano, quindi se volete esprimere giudizi almeno dite la verità e mi meraviglio di Lei appunto uomo di Chiesa non faccia il politico perchè di gente che ci prende in giro ne abbiamo già tanta. Lo volete capire che se non ci sarà una redistribuzione della ricchezza andremo allo sfascio?, se non diminuirà il divario tra troppo ricchi e troppo poveri sarà una apocalisse e torneremo indietro di mille anni. Una ultima cosa caro Monsignore si vada a leggere i dati della Caritas, e se non fosse per i volontari che veramente fanno tanto, voi di Chiesa che predicate tanto, bene ma razzolate male, tranne qualche sacerdote che veramente si rimbocca le maniche, fareste morire di fame veramente chi ha vero bisogno e parlo di un piatto caldo cose semplici.
    Con i migliori saluti.
    Dott Parmigiani Francesco
    P.S. io non voglio mettermi a predicare per carità ma il Buon Gesù disse quello che farete ai poveri lo farete a ME.
    Riflettete quì si tratta di sopravvivere.

  11. Mi dispiace doverlo dire, ma il vostro comportamento nei confronti dell’opinione pubblica è offensivo e Antidemocratico, voi selezionate i commenti e pubblicate solo ciò che vi fa comodo, solo commenti che seguono il vostro modo di pensare. E’ una cosa molto grave, è una vergogna!!! Farò presente a qualche Giudice.

  12. Rettifico, nell’ultimo commento debbo riconoscere che ho agito un po di impulso e vi chiedo di non tenerne conto, solo dell’ultimo però prima di questo di rettifica. Sapete, quando si toccano certi argomenti come il lavoro e specialmente nella situazione attuale un po di nervosismo purtroppo c’è, sono questioni un po delicate.
    Saluti Dott.Parmigiani Francesco

  13. Allora mi spieghi perchè il clero gode del posto fisso a vita, foraggiato dai contribuenti italiani (loro malgrado) con l’8 per mille?

  14. é Bello notare che molti prendono qualche frase del vangelo per scagliarsi contro la Chiesa.
    Stando al gioco possiamo allora riflettere su ciò che Gesù dice ad ognuno di noi (primo fra tutti a me che scrivo: questo non bisogna mai dimenticarlo):
    “amate i vostri nemici, pregate per coloro che vi maltrattano”; “nessuna parola cattiva esca dalla vostra bocca ma piuttosto parole buone che possano servire per la necessaria edificazione”; “Dio è amore, chi ama viene da Dio”; “beati i miti perchè erediteranno la terra”; beati i puri di cuore perchè vedranno Dio”; “beati gli operatori di pace perchè saranno chiamati figli di Dio”; “nella misura con cui giudicate sarete giudicati”; …………….

  15. Ci si sta scagliando contro questo vescovo come se la causa della disoccupazione fosse attribuita a lui.
    mi chiedo dove stiamo andando a finire: una persona cerca di far capire che non bisogna disperare se non si riesce a trovare lavoro e subito viene insultato.
    Io sono alla ricerca disperata di lavoro, ma nonostante tutto la Chiesa mi ha insegnato tante cose e mi sento molto incoraggiato ad andare avanti e ad avere fiducia in Dio.
    Adesso potete insultare anche me (così posso alleggerire il carico di insulti verso questo vescovo: non lo conosco bene ma ho imparato ad amare il prossimo anche in questo modo, vedendo la parte positiva in ogni persona)

  16. @ salvatore
    “Ci si sta scagliando contro questo vescovo come se la causa della disoccupazione fosse attribuita a lui.”

    A ben vedere qualche responsabilità si potrebbe pure trovare. Si è letto e scritto molto per es. delle ricchezze della chiesa. Recentemente si è scoperto l’immenso capitale investito in immobili in Europa e si diceva con i soldi di Mussolini.
    Si è sentito parlare del ponte dei frati neri sotto il quale fu trovato appeso un banchiere. Si è letto di certo Gotti Tedeschi che temeva di essere appeso pure lui così ha preferito spifferare di qualche dossier poco chiaro.
    E’ di oggi per es. la notizia dei conti segreti dei dirigenti MPS accesi allo IOR e qualcuno commentava su twitter, chiedendosi come mai quando ci sono operazioni poco chiare i soldi passano sempre da quelle parti. Si potrebbe ricordareil libro di Luzzi “Vaticano Spa” e le disinvolte operazioni di Dardozzi in un universo chiuso e impenetrabile al quale Money Val stava quasi per togliere l’autorizzazione se non fosse stato per l’aiuto in extremis di Monti. http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1350302
    Tutto ciò non aiuta l’economia né l’occupazione, perché quelli già abbondantemente ricchi, come vampiri assetati che non sanno mai accontentarsi continuano a giocare con i numeri facendo speculazioni arricchendosi al solo premere un tasto del PC.
    Ci si dovrebbe chiedere allora, se il magistero aveva questa particolare predilezione a sostenere i vampiri, sempre disposto a tollerare i conti “Omissis” di cui la vecchia volpe Andreotti era buon conoscitore, che bisogno aveva di mescolare il nome di Dio a queste speculazioni ? Dovevano sapere che non c’è alcuna relazione tra Dio e la ricchezza “Non potete essere schiavi di Dio e della Ricchezza.” ( Mt 6.24) Serviva forse l’alibi ? IL vestito pulito per fare il lavoro sporco ? Ecco perché oggi le truffe non le fanno più i disoccupati, ma i colletti bianchi perché non ricordano: “dici: “Sono ricco e ho guadagnato ricchezze e non ho bisogno di nulla”, ma non sai d’essere miserabile e infelice e povero e cieco e nudo, ti consiglio di comprare da me oro raffinato dal fuoco” ( Riv 3.17-18) cosa c’è di positivo sig. Salvatore ?

  17. prete ma va a fare la carita invece di crogiolarti nel tuo lusso predicate bene e razzolate male facile per voi ricchi , nadate voi a lavorare

  18. Si, è chiaro che lo “sfarzo” della Chiesa mette a repentaglio la sua credibilità. Ma viene da chiedersi:
    tutte le notizie riguardanti la chiesa sono vere?
    nella chiesa, come diceva il Papa qualche tempo fa, ci sono pesci buoni e pesci cattivi: per questo motivo abbandoneremo la rete del Signore? (che da 2000 anni vive con le sue debolezze ma anche con le sue “vittorie di bene” che non vengono quasi mai evidenziate dai media: lo sai che la Chiesa è la prima istituzione ad operare come aiuti umanitari in tutti e 5 i continenti? che in Italia la caritas aiuto un terzo degli italiani? che il presidente di Haiti è venuto a ringraziare il Papa per gli aiuti della Chiesa dopo lo tsunami?…..).
    La Chiesa è fatta da uomini con i loro difetti e i loro pregi: Gesù stesso ha scelto 12 uomini che di fatto hanno mostrato molte debolezze (tradimenti, rinnegamenti, abbandoni), ma li ha scelti Lui e questo mostra che la Chiesa non è un istituzione di santi ma un luogo dove imparare a crescere, riconoscere i propri limiti, riconoscersi figli di un solo Padre celeste.
    Un passo della Bibbia recita: Dio ha mostrato il Suo Amore verso di noi creandoci, ma ancora più visibilmente salvandoci. Questa è la bellezza dell’essere cristiano: il peccato mi porta a sbagliare ma la redenzione operata da Gesù mi permette di rialzarmi.

  19. @ Samantha

    ..attenzione a scrivere sciocchezze ripetendo “a papera” ciò che viene propinato dai media sinistroidi!
    Un Sacerdote è sacerdote a VITA! Quindi scrivere di non aver il posto fisso la fa passare per una sprovveduta. 😉
    (tanto più che sono ormai anni che i Preti non hanno più uno stipendio fisso)

  20. @Salvatore: Con la sua affermazione lei conferma quindi che l’intervento del prelato fa parte di quelli che lei dfinisce “pesci cattivi”.

    Non conosco Fisichella personalmente, forse lei si. Qui mi affido alla sua esperienza.

    Cordialmente.

    @Domenico x Meridio: Premetto che conosco preti che fanno la fame per pagare le fatture dei lavori delle chiese, ma Lei vuol farci credere che i preti vivono delle elemosine domenicali? E la CEI che ruolo ha in tutto questo?

  21. Come troppo spesso accade …. così come “i soldi non sono importanti” (lo dicono quelli che sono pieni di soli) anche il posso fisso non è importante … tanto Lui ha quello che gli serve … e non solo.
    Invito a riflettere su quale autorevolezza possa avere un soggetto che a suo tempo in relazione ad una bestemmia!!!! si una Bestemmia pronunciata dal Cavalieri di Arcore … e non solo … ebbe l’impudenza e l’arroganza di affermare che “la bestemmia va contestualizzata” …… ogni commento sarebbe semplicemente superfluo e fuoriluogo.

  22. @ salvatore
    Spero vorrà essere tollerante se mi permetto fare qualche annotazione alle sue “giustificazioni”.

    Comincio con la sua domanda : “Tutte le notizie riguardanti la chiesa sono vere ?” Direi di no, troppo spesso le notizie sono abilmente aggiustate per farle apparire meno peggio di quello che in realtà erano. (Sa com’è la stampa amica no ?) Consideri che anche le notizie da Wikipedia sono abilmente commentate per far apparire solo la parte meno peggio. Basta ricordare il “chiacchiericcio” frase ad effetto atta a sminuire il peso della colpa della pedofilia. Quindi tragga lei la conclusione.

    Lei ci ricorda che il papa diceva che nella chiesa ci sono “pesci buoni e pesci cattivi” evidentemente riferendosi alla parabola di Matteo. Ma dovrebbe dirgli che ha preso una cantonata perché la parabola dice : il regno dei cieli è simile a una rete a strascico calata in mare che radunò [pesci] di ogni specie. Quando fu piena la tirarono sulla spiaggia, e, sedutisi, raccolsero gli eccellenti in vasi, ma gli inadatti li gettarono via. Così sarà “al termine del sistema di cose”: gli angeli usciranno e separeranno i malvagi di mezzo ai giusti” ( Mt 13.47-49)
    Come può notare, Gesù parla della divisione che sarà fatta al “termine” del sistema di cose, ( tradotto anche “fine del mondo”) quando sarà fatta una “separazione”. La chiesa cattolica non è il Regno dei cieli e gli inadatti non li getta via ma se li tiene bene da conto. Basta ricordare il “crimen sollecitiationis” per es.

    Poi Lei aggiunge: “Gesù stesso ha scelto 12 uomini che di fatto hanno mostrato molte debolezze (tradimenti, rinnegamenti, abbandoni)” Credo che non le sia molto chiaro. Sebbene ci siano stati discepoli impauriti e imperfetti, di traditore ce ne fu solo uno. “Anche l’uomo in pace con me, in cui confidai, Che mangiava il mio pane, ha levato il [suo] calcagno contro di me.” ( Sl. 41.9) Per fare un parallelo per es. di scismi nella chiesa ce ne sono stati almeno 11 e includono milioni di persone. (v. Wikipedia – Scismi nella chiesa cattolica)

    E concludo riprendendo la sua affermazione : “Un passo della Bibbia recita: Dio ha mostrato il Suo Amore verso di noi creandoci, ma ancora più visibilmente salvandoci. Questa è la bellezza dell’essere cristiano:”
    Posso dire di esser d’accordo con questa sua affermazione, ma non deve dimenticare che per poter usufruire di questa salvezza, c’è una condizione precisa. Gesù fu molto chiaro in proposito : Se osservate i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore,.. “Se rimanete nella mia parola, siete realmente miei discepoli, e conoscerete la verità, e la verità vi renderà liberi”.( Gv. 15.10; 8.31)
    Forse dovrebbe rifletterci meglio.

  23. @ Carlo

    ..lei è libero di credere o meno a ciò che scrivo, ovviamente .. Ma ha l’OBBLIGO di verificarlo, che come capisce è ben altra cosa!
    Io posso scrivere che gli asini volano e darne documentazione con un link da me stesso creato o anche solo un link che argomenta posizioni simili. Se lei prende tutto per “oro colato” forse è il caso che si interroghi profondamente!

    Pace e Bene

  24. @ DOMENICO X MERIDIO

    GRAZIE DI TUTTE QUESTE INFORMAZIONI !!!

    COME SEMPRE TUTTI NOI FANTOZZI DOBBIAMO PIEGARCI ALLA CONTESSA SERBELLONI MAZZANTI VIEN DAL MARE E A LUP MAN GRAN FARAB DUCACONTE MEGADIRETTOR

    POVERI PRETI ANCHE SENZA STIPENDIO FISSO … MA MI FACCIA IL PIACERE

    GRAZIE SCIENZIATO E FORSE ANCHE TEOLOGO

    CORDIALMENTE SAMANTHA DERA

  25. Queste Sue affermazioni fanno venire il voltastomaco; C’è una frase del Vangelo che dice:
    BUSSA CHE TI SARA’ APERTO
    Ma Voi la porta la aprite di rado, Voi state troppo bene nei vostri uffici, non andate a dar da mangiare ai ammalati in ospedale dove c’è carenza di personale etc.
    Le vie del Signore sono infinite. E’ la segnaletica che lascia a desiderarde

  26. @ Samantha

    Per testimoniare la Verità, cioè Cristo, non serve mica essere “..SCIENZIATO E FORSE ANCHE TEOLOGO”. Mi sta confondendo con chi si mette sulla torre (di babele) .. il falso erudito!
    Basta semplicemente approfondire la notizia, non so se mi spiego 😉
    (anche se so bene che in questa società che state costruendo non conta l’Essere, ma solo il mero apparire .. così quando l’ultimo albero buono sarà sradicato sarà la FINE)
    Lei pensa che le ho scritto duramente immagino, invece io l’ho richiamata “gidando se preferisce” e scuotendola dalla falsa realtà. Conosce Adam Kadmon? .. Bene, io faccio lo stesso anche se con scopi diversi, e ci metto la faccia senza maschere.

    @ Giorgio

    Senza entrare nel merito che lascio alla sua coscienza, una domanda .. Lei pensa che i Cattolici siano il Vaticano? ..Oppure, sarò più chiaro (ma già lo scrissi). Le colpe del singolo non sono mai della Comunità! E’ l’ABC del nostro Diritto Romano..
    ..già, mi scusi, lei sarà un amante del diritto anglosassone .. Ma siamo in Italia, se lo ricordi!
    (le mode yankee e protenstanti li rimando al mittente perché sulla Bilancia della Vita sono risultate senza sostanza)

    Pace e Bene

  27. @Domenico x Meridio:

    lei vorrà perdonare la mia innata innocenza e semplicità e il mio eterno ottimismo, ma con la sua ultima affermazione cosa vuole farmi capire, che tutto quello che ha detto fino ad ora è falso? Che devo verificare perchè lei mente? La prego mi chiarisca.

    Sono molto rattristato, credevo di essere in un blog di persone adulte e partecipative con lo scopo di condividere e di informare chi come me…forse…ne sa un po’ meno….

    Prenderei tutto volentieri come “oro colato”, da un lato mi arricchirei e dall’altro sarei piú felice, ma con tali affermazioni lei mi ha tolto ogni speranza senza peró darmi una risposta.

    I preti ricevono si o no una remunerazione, per piccola che sia, dalla CEI o tramite la CEI? Io non lo so, potrebbe rispondere a questa mia semplice ed ingenua domanda? se lei lo sa davvero?

    Grazie e pace e bene soprattutto a lei.

  28. Rispondo a Joab. (e agli altri)
    Mi rendo conte che i nostri pensieri sono molto divergenti: dove io vedo bianco Lei vede nero e viceversa.
    Evidentemente qualsiasi cosa continuerò a dire non sarà seguita da una riflessione da parte di chi mi ascolta ma da un immediato contrasto di idee.
    Pensando al discorso dei pesci buoni e cattivi, io per primo mi sento dalla parte di quelli cattivi ogni volta che non rispondo all’Amore di Dio per me trasmettendolo agli altri.
    Ogni uomo è chiamato (da dio per il credente, da un senso di correttezza per chi non crede in Dio) ad adoperarsi per l’Amore in famiglia, nel lavoro, in qualsiasi ambito si trovi. Tutti siamo responsabili di questo operare.
    Sono entrato in questo sistema di dialogo on-line e mi rendo conto che siamo lontani da questi buoni propositi.
    A questo punto non mi resta che pregare (in effetti è la prima cosa da fare) perchè ogni uomo aneli al Vero Amore, alla Verità, alla Onestà.
    Chiedo scusa a chiunque abbia dato fastidio per i miei commenti e Vi saluto con sincero affetto fraterno.
    (scusate anche se chiudo così il dialogo: infatti non tornerò a rileggere eventuali risposte nei miei confronti).
    Ciao e Grazie.

  29. Carissimo Carlo,

    …lei è in un Blog dove il nostro Ospite, Fabio Marchese Ragona, cerca nel migliore dei modi di raccontare gli accadimenti di Oltretevere. Ovviamente siamo in un contesto che parlando del Vaticano ha il suo fondamento nel Cattolicesimo. Questa è la premessa che però lascia a tutti la possibilità di commentare; di conseguenza rendere una testimonianza (o angolo di veduta diverso) come ad esempio fa il Sig. Giuseppe70 (TdG) oppure il Sig. Eutetico (Ateo).
    Lei mi scrive che non ha capito cosa voglio dire … strano!
    Questo mi porta a pensare che prende per “oro colato” tutte le accezioni di Sal/Joab o di Luca, ma andrei troppo lontano.
    Rimaniamo nell’argomento del Topic.
    Io le dico che un Sacerdote diocesano ha un aiuto economico dalla Diocesi di appartenenza, e di rimando dalla CEI, che consta in circa 1000€ (ma non sono aggiornatissimo, perciò – come le avevo suggerito – verifichi con le “sue mani”). Ora sarà più contento spero 🙂

    @ Tutti
    Mi è seriamente dispiaciuto quanto fatto da INUTILI PROVOCATORI che vendono “asini volanti” (così capirà il Sig. Carlo a chi mi riferivo) a Salvatore. Quando si perde un dialogo per stolta chiusura di mente (vedi Sal/Joab) si perde un pezzo di Storia! Possiamo anche esser “duri” in alcune risposte ma mai offensivi (come il Luca, perché dimostra non solo la sua “ignoranza dotta” ma che non ha argomenti da controbattere). E quale sia l’opinione espressa dalla controparte, essa è degna di rispetto perché esprime tutto il vissuto della persona che scrive.
    Io personalmente non posso che provare compassione per gente sciocca che addita la pagliuzza del Fratello senza guardare la TRAVE che ha. Mi verrebbe da ridere a leggere commenti che additando (non importa se notizia vera o falsa) un prete pedofilo si dichiara tutti i Cattolici pedofili … Dicevo, mi verrebbe da ridere ma poi provo solo tanta tanta PENA per queste persone perché non hanno compreso una VERITA’ fondamentale della Vita: Nessuno, senza la Grazia di Dio è senza peccato! Rifletteteci

    Sal/Joab commenta già dei passi “modificati” della Bibbia ma addirittura pretende di ergersi a giudice (colui che grida nel deserto – il suo!) della Storia della Chiesa Cattolica. Peccato che gli manchi un PRECONCETTO che sta alla base; …l’Economia della Salvezza

    Pace e Bene

  30. @ Domenico x Meridio: la ringrazio per la sua risposta. Anche lei peró giudica gli altri e quindi non è migliore di noi. Non solo, lei ci guarda dall’alto in basso.

    Per quanto riguarda la sua risposta riguardante lo stipendio dei preti, vorrei dirle che se l’ammontare è piú o meno di 1000 € non è cosi male paragonato ai poveracci con la pensione minima sociale.

    Per quanto riguarda la Verità, solo Cristo è la via, la verità e la vita, non il Vaticano, né i Cattolici. I Protestanti sono Cristiani e si ispirano direttamente al vangelo, dove sbagliano?

    La ringrazio per la sua magnanimità e le confermo che sono piú contento…speriamo che lo sia anche lei.

    Cordialemente

  31. @ Domenico X Meridio
    “Mi verrebbe da ridere a leggere commenti che additando (non importa se notizia vera o falsa) un prete pedofilo si dichiara tutti i Cattolici pedofili”

    Distinto sig. Meridio, a me invece viene da piangere quando il suo capo invece di cacciarli li protegge.
    http://festival_vaticano.ilcannocchiale.it/post/2761230.html
    http://www.ilpost.it/2012/05/03/le-accuse-al-capo-della-chiesa-dirlanda/

    E’ questione di punti di vista. “Quando si perde un dialogo per stolta chiusura di mente si perde un pezzo di Storia!”

    p.s.
    Non ho mai sentito parlare dell’”Economia della salvezza” Dio, il mio, non è un morto di fame che ha bisogno di fare economia…. Mi sembra che è scritto : “affinché …fosse dimostrata la sovrabbondante ricchezza della sua immeritata benignità nella sua bontà verso di noi unitamente a Cristo Gesù.” ( Efe 2.7) forse il suo ? Se lei ha altre informazioni non sia timido.

    @ salvatore
    Mi spiace per la sua decisione, ma confesso che non mi ha infastidito per nulla, anzi apprezzo i suoi commenti. Peccato che il confronto non sia di suo gradimento.
    “Il regno dei cieli è divenuto simile a un uomo, un re, che fece una festa nuziale per suo figlio. E mandò i suoi schiavi a chiamare gli invitati alla festa nuziale, ma essi non volevano venire. Mandò di nuovo altri schiavi, dicendo: ‘Dite agli invitati: “Ecco, ho preparato il mio pranzo, i miei tori e gli animali ingrassati sono scannati, e tutto è pronto. Venite alla festa nuziale”’. Ma senza curarsene essi se ne andarono uno nel proprio campo, un altro al suo commercio;” (Mt 22.2-5)
    Stia bene

  32. @ salvatore
    “Ogni uomo è chiamato (da dio per il credente, da un senso di correttezza per chi non crede in Dio) ad adoperarsi per l’Amore in famiglia, nel lavoro, in qualsiasi ambito si trovi. Tutti siamo responsabili di questo operare.”

    Convengo con lei. Dobbiamo anche stabilire come si fa !

  33. se la chiesa ha un suo stato ,la sua banca ,un suo tesoro ,un suo governo,è tanti parassiti ,come tutti gli altri stati .MA PERCHè NON SI Fà GLI AFFARI SUOI ???

  34. A Carlo e Joab

    ..visto che dite di ispirarvi al Vengelo, vi lancio un guanto di SFIDA!
    Aspetto che commentiate entrambi il Passi di Marco e Luca (Mc 10, 46-52; Lc 19,1-10):

    46 E giunsero a Gerico. Mentre partiva da Gerico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timeo, Bartimeo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. 47 Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!». 48 Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!». 49 Gesù si fermò e disse: «Chiamatelo!». Chiamarono il cieco, dicendogli: «Coraggio! Àlzati, ti chiama!». 50 Egli, gettato via il suo mantello, balzò in piedi e venne da Gesù. 51 Allora Gesù gli disse: «Che cosa vuoi che io faccia per te?». E il cieco gli rispose: «Rabbunì [Gv 20,16] , che io veda di nuovo!». 52 E Gesù gli disse: «Va’, la tua fede [Mt 8,10+] ti ha salvato». E subito vide di nuovo e lo seguiva lungo la strada.

    1 Entrò nella città di Gerico e la stava attraversando, 2 quand’ecco un uomo, di nome Zaccheo, capo dei pubblicani [Mt 5,46+] e ricco, 3 cercava di vedere chi era Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, perché era piccolo di statura. 4 Allora corse avanti e, per riuscire a vederlo, salì su un sicomòro, perché doveva passare di là. 5 Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zaccheo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua». 6 Scese in fretta e lo accolse pieno di gioia [1,14+] . 7 Vedendo ciò, tutti mormoravano: «È entrato in casa di un peccatore [5,30 ; 15,2] !». 8 Ma Zaccheo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do [12,33+] la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, restituisco quattro [2Sam 12,6] volte tanto». 9 Gesù gli rispose: «Oggi per questa casa è venuta la salvezza [Mt 21,31] , perché anch’egli è figlio di Abramo. 10 Il Figlio dell’uomo infatti è venuto a cercare [15,6.9.24.32] e a salvare ciò che era perduto».

    In questi passi è spiegata cos’è la “Economia della Salvezza” e cosa è la Chiesa! Chiedo cortesemente a Fabio Marchese Ragona questo momentaneo Off-Topic perché è ora di smascherare i servi del divisore. Uno imparerà che segue favolette, l’altro imparerà che la sua visione Protestante e relativista è alla base di tutti i mali di questa moderna società ..

    Inoltre, Sig. Carlo, non stiamo vedendo chi si mette più in alto… Ha completamente sbagliato a comprendere. A me non serve ergermi sul piedistallo del mondo come il falso erudito, e questo semplicemente perché seguendo Cristo (il Vero Gesù) sono strumento di Verità testimoniandola tutta intera e non solo le parti che mi piacciono! Così sarò chiaro

  35. @ Domenico X Meridio
    Distinto sig. Domenico, lei certamente sa che ”Si definisce duello il combattimento formalizzato tra due persone. Nelle modalità in cui è stato praticato dal XV secolo in poi nelle società occidentali, un duello ricade sotto una precisa definizione: combattimento consensuale e prestabilito che scaturisce per la difesa dell’onore, della giustizia e della rispettabilità e che si svolge secondo regole accettate in modo esplicito o implicito tra uomini di medesimo ceto sociale e armati nel medesimo modo.”
    La formalizzazione per l’accettazione di questo combattimento iniziava con il lancio del guanto di sfida.
    Non ha mai letto nel vangelo che fosse pratica cristiana lanciare “guanti di sfida”, al contrario ho letto : “Continuate ad amare i vostri nemici e a pregare per quelli che vi perseguitano” ( Mt 5.44) “Quando vi perseguiteranno in una città, fuggite in un’altra;” ( Mt 10.23)

    Ho letto anche : “Inoltre, respingi le questioni stolte e da ignoranti, sapendo che producono contese. Ma lo schiavo del Signore non ha bisogno di contendere, ma di essere gentile verso tutti, qualificato per insegnare, mantenendosi a freno nel male, istruendo con mitezza quelli che non sono favorevolmente disposti, se mai Dio conceda loro il pentimento che conduce all’accurata conoscenza della verità, ed essi tornino in sé dal laccio del Diavolo, vedendo che sono stati presi vivi da lui per la sua volontà.” ( 2Tim.2.23-26)

    E’ sicuro che lei si stia ispirando al Vangelo ? Magari ne ha uno diverso !
    Stia bene

  36. Finalmente Joab hai gettato la maschera!

    Scrivi tanto di essere arso dal sacro fuoco della Verità ma poi quando si tratta di TESTIMONIARLA con i fatti metti la coda tra le gambe. Prima hai rifiutato un confronto dal vivo perché sapevi benissimo che non avevi a disposizione “Wikipedia” e che non stavi più al riparo nel buoi. O meglio, nelle TENEBRE donde vieni… Hai accampato scuse banali e chi ha letto l’ha capito perfettamente.

    Ora farnetichi di seguire il ero dio e nel momento in cui hai l’opportunità di dimostrarlo ancora una volta scappi come un vigliacco…Ma cosa dovremmo aspettarci dai figli delle TENEBRE. La Luce li smaschera! Visto che non lo sai (o Wikipedia non Te lo ha insegnato), la Storia con la S maiuscola è piena di Cristiani che hanno dato la propria Vita pur di rendere testimonianza a Cristo.
    Tu non sei nulla, solo un povero eccentrico che ha le sue fondamenta nel nulla!
    Hai pensato furbescamente di glissare il momento della Verità ma non è così!!!
    Questa notte dinnanzi a Dio Tu sei stato pesato perché non hai avuto il coraggio di TESTIMONIARE, altro che ardore di cui straparli…

    La gente è abbastanza intelligente per discernere…Stanotte, comunque agivi eri destinato allo smascheramento. La Spada a due tagli, la spada della Giustizia è calata su di Te perciò se confermerai il tuo schieramento nelle file dei burattini del demonio avrai ciò che ti sei cercato.

    Manchi tu Carlo, o vuoi deludermi?

  37. @ Domenico X Meridio
    “Scrivi tanto di essere arso dal sacro fuoco della Verità ma poi quando si tratta di TESTIMONIARLA con i fatti metti la coda tra le gambe.”

    Sig. Domenico, mi spiace di non poter ottemperare alle sue richieste, ma io leggo questi consigli :
    “non dovete essere come gli ipocriti; perché a loro piace pregare stando in piedi nelle sinagoghe e agli angoli delle ampie vie per essere visti dagli uomini ( Mt 6.5)

    “Gli scribi e i farisei…. le opere che fanno le fanno per essere visti dagli uomini; ( Mt 23.2)
    Capisce che non devo dimostrare niente a nessuno, neanche a lei vero ? E’ sicuro che il suo vangelo è quello giusto ?

  38. Non mi importa cosa legge Sig. Joab… Io giudico la realtà dai fatti e dalle azioni
    E lei è carente!
    E anche gli altri lettori sanno discernere!!!

  39. @ Domenico X Meridio
    “Non mi importa cosa legge Sig. Joab… Io giudico la realtà dai fatti e dalle azioni”
    Non sapevo che fosse lei il giudice. Da quando ?

    “E i cieli annunciano la sua giustizia,
    Poiché Dio stesso è Giudice. “
    ( Sl 50.6)

    “Poiché Dio è il giudice. Egli abbassa questo, ed esalta quello.” ( Sl 75.7)

    MA forse lei ha una Bibbia diversa !

  40. Non funziona più il gioco delle tre carte Sig. TROLL 😀
    non ha scritto lei forse che stava arrivando il tempo della resa dei conti?…Bene
    Ora capirà la sua stoltezza!

  41. Vede com’è prevedibile Sal/Joab/Troll 😀
    Basta gettare l’amo e lei abboca subito. Esiste la “fortuna” per un Cristiano?
    ..vada a rileggere la Vera Bibbia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *