“C’è la conferma, Papa Luciani non fu ucciso”. A Tgcom24 parla Mons. Enrico dal Covolo

Giovanni Paolo I

Tra due giorni, il 17 ottobre 2012, sarà il centesimo anniversario della nascita di Papa Luciani, Giovanni Paolo I, scomparso dopo soli 33 giorni di pomtificato. Mercoledì, il postulatore della causa di beatificazione di Albino Luciani, Mons. Enrico dal Covolo, rettore magnifico della Pontificia Università Lateranense, consegnerà al Prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi, il Card. Angelo Amato, una prima parte della positio, ovvero di tutta la documentazione raccolta sulle virtù eroiche, sulla vita e sul presunto miracolo compiuto da Giovanni Paolo I.

“Vengono fuori delle novità interessanti”, dice a Stanze Vaticane – Tgcom24 Mons. dal Covolo, ” emergono nuovi dettagli sullo stato di salute di Papa Luciani e, grazie alle testimonianze (167 persone sentite) e ai documenti medici raccolti, la conferma definitiva che scagiona qualsiasi sospetto di morte indotta”.

Mons. dal Covolo dopo queste novità quale sarà il prossimo passo?
Giorno 17 consegneremo la positio, da lì riprenderà il processo sul miracolo e sono convinto che entro poco tempo, non sappiamo di preciso ancora quanto, il  Papa sarà beato. Tutto è appeso a fili molto sottili, bisogna esser prudenti!

Esser prudenti è l’invito che le è arrivato anche dal Papa?
Papa Benedetto XVI che ho incontrato qualche settimana fa mi ha confermato di esser molto contento per questo passo in avanti verso la beatificazione e mi ha invitato alla prudenza. Lui sostiene con forza questa causa, con affetto e attenzione. Ha dato una benedizione speciale.

Perché Giovanni Paolo I diventerà beato?
Lo diventa perchè è il pastore buono che ha dato la sua vita senza risparmio per la santa Chiesa. Nonostante lo stato di salute precario, l’accettazione del pontificato da parte sua è stato eroico.

È stato comunque un Pontefice molto amato, definito “Papa del Sorriso”…
Nonostante gli appellativi dei fedeli, devo dire che non sempre ha incontrato l’amore della gente: era una persona molto rigorosa su ciò che riguarda la dottrina della fede, non transigeva affatto e vari episodi della sua vita lo dimostrano (come quando da Vescovo di Vittorio Veneto portò via il Santissimo dal tabernacolo dalla chiesa di Montaner dopo che la comunità di fedeli – diventati poi scismatici ortodossi – aveva, per protesta, impedito al parroco da lui nominato di insediarsi in parrocchia – cfr. M. Roncalli, Giovanni Paolo I, Edizioni San Paolo).

“Noi siamo oggetti da parte di Dio di un amore intramontabile. E’ papà; più ancora è madre. Non vuol farci del male; vuol farci solo del bene, a tutti“, disse Papa Luciani durante l’Angelus del 10 settembre 1978. Anche per questa affermazione venne molto criticato…
Per la elaborazione della positio questa affermazione ê stata esaminata dai nostri consultori con molta attenzione perchè estrapolata dal contesto poteva apparire poco ortodossa…

E a che conclusione si è giunti?
Oggi possiamo dire che c’è certezza che il Papa si espresse in modo corretto. Dio è Padre, ma ama i suoi figli con le viscere materne, il che appartiene alla tradizione biblica (vedi il cantico del Benedictus).  Dio quindi ci ama come un padre e allo stesso tempo con l’affetto che darebbe anche una madre!

Dicevamo era un Papa rigido sulla dottrina ma allo stesso molto umile…
Sì, era un suo tratto distintivo. Ricordo che da Patriarca di Venezia fu invitato ad un pranzo in una parrocchia; a tavola gli versarono il vino, lui in genere beveva pochissimo, bagnava solo le labbra, invece questa volta finì tutto il bicchiere. Dopo un po’ si accorsero che al posto del vino avevano versato dell’aceto. “Eminenza”, gli dissero dopo il pranzo in disparte, “non si è accorto che era aceto?”. E lui rispose: “È vero, anche a me era sembrato aceto”. Quella volta bevve tutto senza fiatare per evitare che il parroco che lo aveva invitato facesse brutta figura. Copriva spesso le mancanze degli altri in silenzio, ovviamente tranne che sulla morale cattolica!

Un carattere buono insomma…
Era sempre stato così, io l’ho conosciuto quando era sacerdote a Feltre, era coetaneo di mio zio e si conoscevano molto bene… Lui poi veniva spesso a casa di mia nonna perchè lei si confessava con Don Luciani. Noi bambini eravamo molto presi, affascinati da questo pretino giovane. Voleva insegnarci a giocare a scacchi o a dama, ma non ci riuscì: eravamo un po’ troppo monelli per quei giochi!

E poi da grande si è ritrovato a seguire la sua causa di beatificazione…
Sì, e quando sono stato nominato dal Papa rettore della Lateranense ho dovuto abbandonare le cause dei salesiani che seguivo (tra queste ho tenuto soltanto quella di Jan Tyranowsky, il laico salesiano, guida spirituale di Giovanni Paolo II sepolto a Cracovia che portò avanti l’iniziativa del rosario vivente). Oltre a questa causa, ho chiesto ovviamente di tenere anche quella di Papa Luciani proprio per una questione di affetto, per il legame con questa figura e soprattutto per far andare avanti per bene il processo di beatificazione.  Un cambio di postulatore avrebbe di certo rallentato tutto l’iter per la consegna della positio.

Dalla positio vengono fuori anche novità sull’incontro tra Albino Luciani e Suor Lucia di Fatima?
Non ci fu nessuna profezia sul pontificato o sui 33 giorni, fu un incontro cordiale e molto semplice. Lo stesso Card. Bertone ha detto più volte che Suor Lucia non pronunciò mai quelle parole. È tutta una bufala!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

50 risposte a ““C’è la conferma, Papa Luciani non fu ucciso”. A Tgcom24 parla Mons. Enrico dal Covolo

  1. Sono un devoto a Papa Luciani, ho sempre ammirato la sua condotta di prete e di pastore, mi ha molto commosso le sue prime parole dette all’elevazione di Papa Giovanni Paolo 1°

  2. E SECONDO VOI AVREBBERO MAI POTUTO DIRE CHE PAPA LUCIANI FU UCCISO ALL’INTERNO DEL VATICANO?
    IO SONO CREDENTE E FREQUENTO LA CHIESA MA IN CERTI CASI NON BISOGNA AVERE LE FETTE SUGLI OCCHI.

  3. E INVECE SI E STATO UCCISO COME E STATO UCCISO BORSELLINO FALCONE ECC ECC. PERCHE’ TROPPO SCOMODI……NON HO LE PROVE MA E STATO UCCISO…..

  4. I servi di Dio che vengono elevati al Soglio Pontificio sono sempre un dono dello Spirito Santo per l’Ecclesia tutta. Giovanni Paolo I ne è un grande esempio.
    E, deceduto per cause naturali o per omicidio, questo non cambia assolutamente le sue Virtù Eroiche!

    Pace e Bene

  5. “Vengono fuori delle novità interessanti […] emergono nuovi dettagli sullo stato di salute di Papa Luciani e, […] e ai documenti medici raccolti, la conferma definitiva che scagiona qualsiasi sospetto di morte indotta”.

    Forse se avessero accettato di fare subito l’autopsia, questi sospetti non ci sarebbero stati. Ora invece a distanza di anni, i sospetti non possono che venir rafforzati e se dalla “positio” emergessero aspetti indicanti che lo stato di salute non era soddisfacente per svolgere l’incarico. Ne deriverebbe che la sua accettazione a svolgerlo sia stato dettato dall’orgoglio o dall’ambizione piuttosto che dalla volontà di servire il gregge.

    Vero è che dei morti si parla sempre bene ricordando le virtù eroiche, ma un condottiero che si mettesse alla guida delle sue truppe essendo malato non sarebbe eroico ma insensato.

    Marcinkus diceva ai suoi colleghi: !«Questo Papa non è come quello di prima, vedrete che le cose cambieranno» – Matillò R.D., L’avventura delle finanze Vaticane,Ed.Pironti, Napoli, 1988 ;

    In coincidenza con l’elezione di Luciani venne pubblicato da un piccolo periodico “«O.P. Osservatore Politico»” di quel Mino Pecorelli scomparso l’anno dopo, un elenco di 131 ecclesiastici iscritti alla massoneria, fra gli altri, i nomi di: Jean Villot (Segretario di Stato, matr. 041/3, iniziato a Zurigo il 6/8/66, nome in codice Jeanni), Agostino Casaroli (capo del ministero degli Affari Esteri del Vaticano, matr. 41/076, 28/9/57, Casa), Paul Marcinkus (43/649, 21/8/67, Marpa), il vicedirettore de «L’osservatore Romano» don Virgilio Levi (241/3, 4/7/58, Vile), Roberto Tucci (direttore di Radio Vaticana, 42/58, 21/6/57, Turo). Ibidem

    La più grande curiosità sarebbe sapere come mai ecclesiastici di rango facciano parte della massoneria il cui scopo è quello di edificare il tempio attraverso la catarsi come se essere parte della chiesa non sia sufficiente. Servendo il Grende Architetto piuttosto che il signore della messe. Sempre misteri !

  6. E quali sarebbero poi queste gravi malattie che sono venute fuori???? Stò rileggendo in questi giorni il libro di David Yallop “In nome di Dio” e sono sempre più convinto che Papa Luciani sia stato “giustiziato”….

  7. Questo articolo mi convince ancora di più che Luciani è stato ucciso perchè eletto per errore. D’altra parte non servono 167 persone per dire che qualcuno sta male, dieci o quindici pareri sono più che sufficienti. Quello che invece sarebbe decisivo è il risultato dell’autopsia fatto da persona che non possa essere ricattata dal Vaticano (pratica largamente usata) ma non è mai stata “disponibile”: quindi come di consueto i preti cattolici raccontano frottole.

  8. assolutamente non chiare queste affermazioni, inoltre ci sono tante testimonianze sull’incontro avuto con Suor Lucia e raccontate dallo stesso Albino Luciani…non mi convince questa versione dei fatti e sopratutto l’ultima frase che considera “bufale” cose a mio aprere assolutamente vere….eccone un esempio, il fratello di Papa Luciani….http://archiviostorico.corriere.it/1998/settembre/16/Mio_fratello_Papa_seppe_tutto_co_0_9809169788.shtml

  9. E ci sono voluti tutti questi anni per questa notizia? Sa molto di tentativo(maldestro)per mettere in campo un’ennesima arrampicata sugli specchi per giustificare quello che in realtà è stata: una elliminazione di un personaggio altamente scomodo. E’ così che la chiesa cattolica sprofonda sempre più.

  10. Non so se racconta il vero, ma l’inchiesta giornalistica di Yallop (1997) è interessante…

    Titolo: In nome di Dio. La morte di papa Luciani
    Autore: David A. Yallop
    Traduttori: Micillo C., Micillo E.
    Editore: Tullio Pironti
    Data di Pubblicazione: Dicembre 1997
    ISBN: 8879370561
    ISBN-13: 9788879370561
    Pagine: XVIII-340

  11. l’unica cosa certa, è che in soli 33 giorni di Pontificato,è riuscito a
    trasmettere “Quel” messaggio ,che solo alcuni possono trasmettere :
    “I Santi”

    Nerio

  12. Sulla santità di Papa Luciani, aldilà del processo di beatificazione, lo era già in vita, con la sua condotta di vita sempilice e generosa. Lui è vissuto nella fede in Cristo, e ha seguito nella quotidianità il vangelo.

  13. Perche’ moderazione? Ho scritto qualcosa che non andava ? La massoneria non vincerà Cristo ha già vinto ,io credo che Papa Luciani sia stato assassinato ,ma comunque la verità la sapremo solo in Paradoso . Invece ci viene detto cosa fare ORA !

  14. Dio voglia che venga presto elevato agli altari quest’uomo eccezionale!
    Novità interessanti? La certezza che non fu ucciso?
    La falsità non ha limiti…
    Che Sua Santità sia morto non di morte naturale oppure no non è facile provarlo,
    ma vi sono pochi dati che dobbiamo stamparci in testa, che i giornalisti devono,
    ripetono DEVONO riportare…
    Il Santo Padre fu trovato intorno alle 5 del mattino del 29 settembre. Intorno alle 8,
    di quel medesimo giorno, veniva iniziato il processo di imbalsamazione, cioè forse al massimo
    8 ore dopo il decesso. La legge italiana prevede che debbano trascorrere almeno 24 ore dalla
    morte, cosa che fu rispettata ad agosto del ’78 per la morte di Paolo VI.
    Perchè tanta fretta?
    Perchè la medesima imbalsamazione, fatta dai medesimi fratelli che fecero quella di agosto
    di Paolo VI non prevedette l’asportazione delle viscere, ma fu invece fatto inziettare un liquido
    negli intestini del Papa.
    Perchè sparirono, oltre ai fogli (assai importanti come molti pensano, vedasi le famose nomine che dovevano aver valore dal 29 settembre), le pantofole e gli occhiali?
    Che motivo c’era di non mostrare a nessuno quegli oggetti?
    Perchè Don Lorenzi, che inizialmente non ha mai detto nulla sulle condizioni di salute del papa,
    quasi venticinque anni dopo parlò di fitte?
    E soprattutto, memorizzate stampatevi in testa.
    101 cardinali, in brevissimo tempo, con il quorum più alto del novecento, elessero Albino Luciani.
    E tutti questi uomini avrebbero scelto un papa malatissimo?
    Il così detto candidato di Dio sarebbe stato un errore? ma su smettiamola di contarci palle!
    Non è vero! Inoltre chi, come Giovanni Paolo I, soffriva soprattutto di pressione bassa (le uniche
    sue medicine erano per questo), NON PUO’ MORIRE DI INFARTO MIOCARDICO ACUTO!
    Lo sanno anche i muri che chi ha a pressione bassa non accusa un infarto tanto repentino.
    Non è vero che il colloquio con Suor Lucia sia stato un normale colloquio. Luciani, come dicono
    molti testimoni, tra cui il fratello Edoardo, era scosso e non voleva parlare di quell’incontro.
    La virtù più eroica per la Chiesa è il martirio…
    Credo sia ora di dire la verità, e forse di comunicare l’esito di quella strana ispezione, forse autoptica,
    compiuta la sera prima del funerale, ove un gruppetto di persone per 40 minuti armeggiarono dietro
    ad un paravento intorno alle spoglie mortali i colui che abrebbe potuto essere il più grande Papa
    di questi ultimi secoli.

  15. Se leggete il libro “IN NOME DI DIO” di David Yallop sarete sicuramente meno convinti che il Vaticano ci stia dicendo la verità……………..LEGGETELO ve lo consiglio e dopo ci diano una risposta su tale versone dove ci sono intrecci su Vaticano, Mafia e P2 che puntualmente anni dopo si sono rivelati veri…………..

  16. Sono l’autrice del sito papaluciani.com. L’articolo menzionato dall’utente rosllinadiluna che ripropongo qui: http://archiviostorico.corriere.it/1998/settembre/16/Mio_fratello_Papa_seppe_tutto_co_0_9809169788.shtml – con le dichiarazioni del fratello Edoardo sull’incontro con suor Lucia sono vere. La predizione del pontificato è una deduzione logica. Edoardo stesso e sua moglie Antonietta mi hanno raccontato i fatti personalmente a me. Il card. Luciani non ha mai raccontato quello che suor Lucia gli aveva detto in privato però Luciani era uscito sconvolto da quell’incontro e da quel momento in poi il fratello lo ha notato cambiato, vedendolo preoccupato e pensieroso. Non posso accettare che mons. Dal Covolo dica che sono bufale! Ma stiamo scherzando?

    • @Gloria Per correttezza di informazione Mons. dal Covolo si basa su testimonianze raccolte e su dati oggettivi. Inoltre è stato il Card. Bertone a parlare con Suor Lucia il 9 dicembre 2003. Il cardinale chiese lumi alla suora sull’incontro con Papa Luciani. Ecco cosa ha riferito il Segretario di Stato: “Suor Lucia, facendomi vedere la panca dov’erano seduti e si era svolta la lunga conversazione, mi disse che da parte sua NON c’era stata alcuna previsione o preveggenza riguardo ad Albino Luciani. Solo dopo la partenza del patriarca, in comunità aveva esclamato: “Se diventasse papa, non mi dispiacerebbe!”. Lo stesso Giovanni Paolo I durante l’Angelus del 17 settembre 1978 disse: “Nessuno è venuto a dirmi ‘Tu diventerai Papa’. Oh! Se me lo avessero detto! Se me lo avessero detto avrei studiato di più”.

  17. Ma cosa vi aspettate? Avete mai sentito una verità da questa gente? Solo chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere chiacchiere ed ancora chiacchiere. Il giorno in cui la gente volterà loro le spalle e finiranno di credere alle loro fandonie cadranno come mele marce. Giovanni Paolo primo non è morto di morte naturale. LA VERITA’ E’ QUESTA. Io non ho prove ma la verità è questa.

  18. Signor Marchese la prego si documenti prima di parlare.
    Ciò che scrive Gloria corrisponde alla verità.
    Bertone ha detto un sacco di fregnacce, come molte altre volte.
    Quell’incontro con suor Lucia fu importante, addirittura in grado di scalfire il proverbiale
    buon umore di Luciani.
    Cosa grave è che, oggi, ne parli, quasi bestemmiando, chi ritiene di avere verso
    Giovanni Paolo I un debito speciale di affetto…
    Continuo a ribadire… Chiedetevi come mai il corpo del Santo Padre
    venne imbalsamato solo dopo, forse, circa 8 ore dalla morte.
    Dico forse perchè è assai più probabile che egli sia spirato durante le prime ore del 29 settembre.
    E magari chiedete a Bertone perchè a sua Vincenza Taffarell, a don Diego e Padre Magee sia
    stato imposto il voto del silenzio.
    E ancora dove sono finiti gli effetti personali del Papa?
    E infine. Perchè ribadire che si è certi che non sia stato ucciso?
    Non con testimonianze indirette si stabilisce tutto ciò, e peccato altresì che il dottor Da Ros,
    medico personale del pontefice, che all’epoca nutrì serie riserve sulla versione ufficiale circa la
    morte di Luciani, non possa più essere qui per dire la sua.
    Documentatevi!

  19. Ho scritto nel mio precedente commento che per vedere le virtu eroiche di Papa Albino Luciani non ci serve che qualcuno confermi o meno il suo assassinio.
    E’ altresì pero evidente che Papa Luciani era scomodissimo per gli ambienti (Vaticani, che sono ben altra cosa dalla Chiesa di Roma cari Joab e Giuseppe. D’altro canto proprio noi Italiani dovremmo sapere a che cosa porta il potere temporale con l’esempio “marcescente” dei nostri politicanti da strapazzo) del governatorato Vaticano collusi con la massoneria.
    Perché questo Martirio?
    ..proprio perché, come è successo a Cristo di cui Albino Luciani è stato VICARIO, con la sua morte in realtà la Chiesa tutta a trionfato. Intendo, non il Vaticano (governatorato e quant’altro) ma la Chiesa di Roma cioè tutti i Cattolici. I massoni, hanno fatto la fine del loro “dio”, satana, che uccidendo Cristo aveva pensato di aver trionfato .. ha invece perso per sempre!
    ED anche la morte di Papa Luciani è stata solo un “passaggio” che Dio ha come sempre trasformato in vittoria.

    Mi spaice che voi provocatori non lo capiate; non state combattendo contro uomini, ma bensì contro uomini di Dio!!! E Dio ha sempre l’ultima parola..

    Pace e Bene

  20. @Domenico: Per cortesia, stiamo parlando della Chiesa…vai a leggerti la storia, dall’inizio della Chiesa fino ai giorni nostri…noterai che la suddetta AZIENDA è da sempre invischiata in guerre e politica…ti prego di lasciar stare tutto ciò che riguarda DIO, perchè DIO con la Chiesa non ha nulla a che fare…La Chiesa è sempre stata utilizzata per raggiungere più persone con messaggi riguardanti DIO, ma sempre conditi di altro (vedi i bei cartelloni con scritto:”LA VITA NON PUO’ ESSERE MESSA AI VOTI…Domenica non votare” affissi fuori dalle chiese per il referendum sull’utilizzo delle cellule staminali)…La chiesa non mi rappresenta, e come me molti altri…e se penso alla storia di papa Luciani, mi vien da pensare tutto tranne che sia morto di morte naturale (quoto l’amico di prima che citava Borsellino ecc…Riflettiamo su ciò che la storia ci insegna…e non facciamo i creduloni…

  21. @ Domenico X Meridio

    Ma come sig. Domenico…. Ci vuole ripensare ? Si deve essere sbagliato ? “ E’ altresì però evidente che Papa Luciani era scomodissimo per gli ambienti Vaticani, (che sono ben altra cosa dalla Chiesa di Roma cari Joab e Giuseppe..).”

    Ma come ? Non è lo stesso papa regnante in nome della trinità ? Ha visto ha una triplice corona per stemma. E lei ci viene a dire che gli ambienti vaticani sono collusi con la massoneria ? E hanno fatto fuori Luciani ? Davvero non capisco.

    E poi, lei dice che : “la chiesa tutta trionfa… E perché ? perché hanno fatto fuori il suo capo ? E’ questo il senso ? A me sembrava che dovessero essere tutti tristi e sconsolati. Perché erano così trionfanti ? Perché si era scoperto che erano collusi con la massoneria ? Non capisco !
    Lei dice : “I massoni, hanno fatto la fine del loro “dio”, satana, che uccidendo Cristo aveva pensato di aver trionfato .. ha invece perso per sempre!” Secondo me fa un po’ di confusione, Cristo è stato ucciso dai Giudei, duemila anni fa circa, non dai massoni, e il Dio dei massoni è “il Grande Architetto”, non è mica Satana. In quanto alla vittoria, forse non si rende conto…. C’è un bel video su youtube, citato anche da Vatican Insider dal titolo “Muslim Demographics “ – che sta facendo preoccupare non poco quella gerarchia che lei contesta http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=6-3X5hIFXYU
    Dovrebbe dargli un’occhiata.
    Però ha ragione, “Dio ha sempre l’ultima parola”

    p.s. ma non dovevate essere voi, i diretti discenti di pietro, quelli che dovevano evangelizzare il mondo ?
    Stia bene

  22. @ Domenico X Meridio
    Si riferiva al “Giuseppe” del 15 ottobre? Volevo avvisarla che non è il Giuseppe con il quale si è confrontato in argomenti precedenti (per esempio “Padre Candido e quel segreto sull’inferno”).

    Per risolvere le mie omonimie da qui in poi mi firmerò Giuseppe70.

    Colgo l’occasione per ringraziare Fabio Marchese Ragona per lo spazio fin qua concessomi.
    Leggo con interesse i commenti di tutti e, come nel caso di Domenico, Joab e altri, i confronti fin qua maturati e da Lei pubblicati, sono stati vivaci quanto interessanti ed informativi.

    Cordiali saluti a tutti.

  23. @ Giuseppe70:
    La ringrazio del chiarimento, con il solo nome in effetti è difficile ricapitolare il bandolo della matassa 🙂

    @ Joab:
    Non importa come Ti firmi. La mia posizione con Te è e resterà sempre come in precedenza.
    Una nota chiaritiva sulla sua frase “non dovevate essere voi i discendenti di Pietro (P maiuscola essendo un nome – questione di EDUCAZIONE signor cambia alias)”
    I Figli di Dio sono coloro che prendono la propria Croce e seguono Cristo ed il legame di sangue, se proprio vuol vederlo, non lo cerchi nelle fantomatiche discendenze alla Don Brown, ma nella Santa Eucarestia.

    @Ciano1986

    Caro Ciano, che dire, la solita propaganda anticlericale e non spenderò una lettera in più. Io sono andato a vedere con le mie di mani, ho letto con i miei occhi ed ho ascoltato con le mie orecchie quindi ciò in cui credo non è attaccabile in quanto non ha nulla a che vedere con la propaganda dei media e dei giornaletti comunistoidi. Per quanto però ho rispetto della Sua posizione e altresì concordo che la Vita di Papa Luciani è la Testimonianza indistruttibile di cosa è la Chiesa.
    Un solo consiglio che fin ora ho dato a molti; non cerchi la società perfetta perché se così fosse ha già fallito in partenza. L’Onnipotenza di Dio sta proprio nel trionfo su tutti i mali del mondo. E. anche se il “buon Joab/Sal” non ha compreso, una cosa è la Chiesa, ed un’altra è lo Stato Vaticano. Lo capirebbe anche un bimbo

    Grazie degli stimoli che ci date perché in realtà invece di “fuorviarci” state facendo si che guardiamo oltre le apparenze, proprio ciò che il Santo Padre Benedetto XVI vuole; CI SPRONATE AD APPROFONDIRE LA FEDE CATTOLICA – quella vera!
    GRAZIE DI CUORE perché a questo serve l’Anno della Fede 😀
    Pace e Bene

  24. @ Domenico X Meridio
    La ringrazio per farmi oggetto della sua considerazione. Sono costretto ad una replica, dato che ha avuto la bontà di rimproverarmi, credo ingiustamente. “Pietro (P maiuscola essendo un nome – questione di EDUCAZIONE signor cambia alias)”

    Credo che non abbia tenuto presente che “pietro” non è un nome, ma un soprannome. Lui si chiamava “Simone”. ,” gli disse: “Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato cefa (* ( Gv 1.42) Credo che la sua sia stata una svista.

    La ringrazio anche per precisazione : ” una cosa è la chiesa, ed un’altra lo stato Vaticano.”. E’ vero che lo capirebbe anche un bimbo, ma allora sarebbe utile chiarire, per es. : – Se “Papa è il titolo proprio del vescovo di Roma, patriarca della Chiesa latina, sommo pontefice della Chiesa cattolica e sovrano dello Stato della Città del Vaticano […] la sua giurisdizione ecclesiastica ha il nome di Santa Sede o Sede Apostolica, è infatti sede apostolica ed ente di diritto internazionale.” Come spiega Wikipedia, bisognerebbe decidere se lo hanno nominato capo della chiesa, o capo di stato, perché se è anche capo di stato non si capisce perché Gesù Cristo disse :
    “Il mio regno non fa parte di questo mondo. Se il mio regno facesse parte di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai giudei. Ma ora il mio regno non è di qui” e quando il popolo volle farlo Re rinunciò “Perciò Gesù, sapendo che stavano per venire ad afferrarlo per farlo re, si ritirò di nuovo sul monte tutto solo.” (Gv 18.36;.6.15)
    Che se ne fa Gesù di un Regno terreno se lo ha già rifiutato una volta ?

    (*)
    “Cefa”, l’equivalente semitico (forse analogo all’ebraico kefìm [rocce]

  25. tratto da un articolo di A. SOCCI di oggi su libero:

    E’ veramente un’umanità affascinante. Una storia di santità che si porta dietro anche tutti i limiti di noi peccatori, ma la Chiesa stessa è così.

    Nel suo cammino attraverso i secoli – scrive Eliot – gli uomini che si lasciano abbracciare da lei – e diventano cristiani – si trovano

    “salvati a dispetto del loro essere negativo;

    bestiali come sempre, carnali, egoisti come sempre, interessati e ottusi come sempre lo furono prima;

    Eppure sempre in lotta, sempre a riaffermare, sempre a riprendere la loro marcia sulla via illuminata dalla luce.

    Spesso sostando, perdendo tempo, sviandosi, attardandosi, tornando, eppure mai seguendo un’altra via”.

    Questo sono i cristiani. Gente misera (perché peccatrice, ndr.), ma in cammino con i santi.

    Riflettiamoci, i “perfettismo” lasciamolo a che da uomo si vuole realizzare solo con se stesso.

  26. @ Domenico x Meridio
    ”Riflettiamoci, il “perfettismo” lasciamolo a che da uomo si vuole realizzare solo con se stesso.”

    Che grande verità sig. Domenico. Grazie per avercelo ricordato.
    sono le stesse parole che disse Gesù : ““Voi dovete dunque essere perfetti, come è perfetto il vostro Padre celeste.” ( Mt 5.48) – ”affinché siano resi perfetti nell’unità” ( Gv. 17.23)

    E’ proprio ciò che manca oggigiorno……

  27. Troppo facile smentire mons.dal covolo vuol fare buon viso a cattiva sorte troppi misteri dentro il vaticano guardate il film angeli e demoni troppi scheletri dentro l’armadio.

  28. La ringrazio Sig. Joab.

    Ma da Cristiano mi corre l’obbligo di Testimoniare la Verità, cioè Cristo!
    E, come dicevo, anche un Bimbo sà che società umane perfette NON esistono per buona pace delle persone che additano la pagliuzza della Chiesa nascondendo le loro Travi (per buona pace dei Comunisti e degli Atei, per intenderci)!
    Sull’argomento in questione ribadisco che possiamo cambiare o fare il gioco delle tre carte con la Verità sulla morte di Sua Santità Papa Giovanni Paolo I, ma rimane un Martirio Cristiano.
    E questo Martirio, Sig. Joab e Sig.ri tutti è un milione di volte più fulgido dei – falsi – sacerdoti pedofili, gay o disobbedienti. Mentre queste persone si spendono in inconcludenti chiacchiere (perdendo le Anime a loro affidate di cui ne risponderanno a Dio) ci sono persone umili che lo Spirito Santo ha chiamato al soglio Pontificio e visto che si tratta di Dio, non ha sbagliato una virgola; particolarmente in questi ultimi decenni.
    Mentre a Medjugorje il 17 moriva in odore di santità il frate Francescano, fra ZORAN OSTOJI, non molto distante – Zagabria – un’altro “francescano”, tale Sime Nimac, fuggiva con un milione di euro e l’amante.. Non è l’abito a fare il monaco dicevano i nostri Padri.
    Permettetemi, se uno entra nella Chiesa e si comporta male infanga la Chiesa tutta ma rimane il fatto che è lui il “colpevole”, tanto per intenderci.

    Questo intendevo quando ho scritto che noi Cattolici, pur essendo uomini miseramente fallibili, il mondo non ha alcuna possibilità di vittoria perché dietro c’è sempre Dio!

    Pace e Bene

  29. Papa ratzinger non sara’ n’è potrà mai avere il carisma dei suoi predecessori papa luciani era umile era vicino ai sui fedeli e anche il suo predecessore erano entrambi amati quello attuale non sarà mai e solo apparizione non essere come loro traete le vostre conclusioni è solo di passaggio vi era la possibilità di un papa di colore ma le elezioni erano fasulle hanno eletto un papa tedesco avevano timore che il clero crollasse (riflettete!!!) o si gridasse allo scandalo viviamo in un mondo di falsità.Che n’è pensate?

  30. Ti sbagli, Guido! Papa Benedetto è molto amato dalla gente! Amo lui tanto quanto amo Papa Luciani! Dedico la mia vita a loro due. Si vede che non sei mai stato in piazza San Pietro per le udienze generali, le Messe. Non hai mai seguito un viaggio papale. Non hai mai letto tutto quello che sta facendo per ripulire la Chiesa, cucire gli strappi, portare in primo piano Cristo e non la sua propria persona da osannare! E tutto questo con spirito di umiltà come Papa Luciani. Poi lo Spirito Santo non sceglie il Vicario di Cristo in base al carisma o al colore della pelle ma per guidare la Chiesa e trasmettere la Fede.

  31. Io non non voglio affermare o dire che non sia amato…dai suoi fedeli gloria io non ho mai avuto modo di andare o assistere ai suoi viaggi io non posso giudicare lui…nella chiesa ci sono troppi misteri dicono che papa luciani non sia stato assassinato adesso dopo molti anni vogliono smentire non credi che sia strano!!!!!da quello che deduco tu devi essere molto vicino a lui ma resto dell’idea che ci siano ancora dei misteri.Io non sono insensibile lui è stato eletto da esseri umani lo spirito santo puo’ solo guidarlo e come mai è stato eletto troppo in fretta? non ti sorgono dei dubbi ammiro la tua devozione anche se non sono a roma seguo molto ciò che accade e ciò che fà sarà un buon papa e giusto ma si nota e non vedo ciò che non sarà mai come i sui predecessori.

  32. @ Domenico X Meridio
    Distinto sig. Domenico la sua accorata difesa della chiesa le fa onore, e concordo con lei su un punto, lì dove dice : “Non è l’abito a fare il monaco dicevano i nostri Padri.” Se questa è una verità, non è facile stabilire chi è “il monaco”, dato che non è facile riconoscerlo non avendo abito.

    Il suo pregiato ragionamento non tiene conto del fatto che quando lei parla di “chiesa” intende quella “cattolica”, mentre dovrebbe fare riferimento al popolo cristiano che non ha abito, né timbro che lo identifichi, è quella la chiesa, non quello della gerarchia che avendo abito e timbro è facilmente riconoscibile e che per definizione è : “ordine, per gradi, delle varie dignità dello Stato e della Chiesa; rapporto fra i superiori e gli inferiori” (Diz. Italiano) mentre Gesù diceva : “Ma voi, non siate chiamati Rabbi (*), poiché uno solo è il vostro maestro, mentre voi siete tutti fratelli.” ( Mt 23.8)

    (*) Poiché Rabbi significa “Maestro” ( Gv 1.38) e di Maestro ce n’è “Uno solo” ( Mt 23.8) perché mai la gerarchia si è auto investita del titolo di Maestra dalla quale procedono dogmi, encicliche e direttive ? V. CCC parte 3° Art. 3 “La chiesa Madre e Maestra” Link Qui
    Quindi poiché lei scrive: “Ma da Cristiano mi corre l’obbligo di Testimoniare la Verità, cioè Cristo!”, è questo ciò che dovrebbe testimoniare. E dovrebbe ricordare anche che Cristo disse : “Se foste ciechi non avreste alcun peccato. Ma ora dite: ‘Noi vediamo’. Il vostro peccato rimane ( Gv 9.41)

    p.s.
    “Questo intendevo quando ho scritto che noi Cattolici, pur essendo uomini miseramente fallibili, il mondo non ha alcuna possibilità di vittoria perché dietro c’è sempre Dio!”
    E’ difficile tradurre, perché se dietro al mondo c’è sempre Dio, non ha possibilità di perdere (non di vincere) o voleva dire che Dio non sta dietro ai cattolici miseramente fallibili ? Perdoni la sottolineatura, ma non si capisce il senso.
    A proposito che tipo di naso ci vuole per sentire l’odore di santità?

  33. Joab/Sal,

    ..Lei può arrampicarsi su tutti gli specchi possibili, ma la Chiesa è una sola ed è quella Cattolica.
    Come Le ho cortesemente suggerito, non faccia l’Azzaccagarbugli di turno perché anche satana conosce meglio di Lei le scritture e come è stato palese non le ha comprese.
    Quindi come si suol dire, uomo avvisato mezzo salvato!

    Il 29 di questo mese inizia il Corso di Teologia, le consiglio vevamente di frequentarlo così invece di leggere alla lettera le scritture ci farà il piacerfe di CAPIRLE

    Grazie

  34. La Chiesa è la comunità dei cristiani e Gesú non ha creato la Chiesa Cattolica, ma una sola Chiesa. Per secoli, millenni, la Chiesa Cattolica si arroga il diritto di essere l’unica e vera in barba all’universalità. Gli ortodossi sono quelli che sono fedeli alla dottrina e in molti casi alla dottrina delle origini della comunità cristiana. I protestanti sono quelli che hanno per la prima volta messo in luce le nefandezze della Chiesa cattolica dei loro tempi. Non ci dimentichiamo tra le varie cose anche dell’acqusito delle indulgenze per il paradiso….Se si deve dare atto alla Chiesa Cattolica di essere un punto per millenni, si è anche liberi di dire che per secoli questa Chiesa si è macchiata degli orrori piú grandi. In nome di Cristo si sterminavano popoli e ci si impossessava di tutto. Difendere la Chiesa è ammirevole, ma accettare tutto senza capacità critiche non è giusto. Il nostro unico faro nelle tenebre è il Cristo, la Chiesa, quella che dovrebbe essere la sua Sposa, spesso è stata di dubbia moralità. A me l’apparato politico del VAticano fa paura e diffido molto malgrado il fatto di avere uno zio cardinale. Se voi sapeste anche solo la metà di quello che accade nelle stanze della Curia Romana vi strappereste i capelli e le vesti. Papa Luciani era un uomo fantastico, aperto nella sua ortodossia, ció che lo rendeva meraviglioso. La Chiesa Cattolica non deve seguire la moda e non deve nemmeno farla, ma non sará con gli inciuci e la politica che fará onore a Cristo. Papa Luciani voleva che il Concilio Vaticano II fosse applicatao in tutti i suoi aspetti e non solo in quelli che convengono a 4 Cardinali Principi e titolari delle Segreterie Vaticane. Non mi dilungo, ma prego di non dirmi che sono anche io l’Azzeccagarbugli, in primis perchè non è molto gentile e dimostra poca tolleranza per l’opinione degli altri, in secundis perchè io qualche piccola conoscenza diretta mi pare di averla e non leggo Gente o Novella 2000 prima di scrivere in questo Blog. Uno solo è il Cristo e uno il suo popolo. LA Chiesa Cattolica è la sua sposa, ma non per questo pura ed immacolata come la Vergine MAria. Molte cose abbiamo ancora da imparare degli Ortodossi e i Protestanti e loro da noi.

  35. Il Cattolicesimo è solo una delle tante confessioni Cristiane e neanche la più antica, per cui sostenere che la “Chiesa è una sola ed è quella Cattolica” è una tesi senza alcun tipo di fondamento, frutto di pure opinioni personali, rispettabilissima ma ben lontana dalla realtà.

  36. @ Domenico X Meridio
    “Lei può arrampicarsi su tutti gli specchi possibili, ma la Chiesa è una sola ed è quella Cattolica.Come Le ho cortesemente suggerito, non faccia l’Azzaccagarbugli di turno “

    Distinto Domenico X Meridio, non sono io che faccio l’azzaccagarbugli, è scritto in tutte le enciclopedie che non ho scritto io : “Nella storia ecclesiastica il termine pentarchia indica le cinque sedi patriarcali di Roma, Costantinopoli, Alessandria, Antiochia e Gerusalemme. Queste cinque chiese rivestirono per tutto il primo millennio un certo rilievo per la tradizione apostolica di cui erano accreditate: Roma e Antiochia, in quanto sedi di san Pietro, Alessandria per la figura di san Marco, Gerusalemme come luogo di origine della fede cristiana e Costantinopoli per successione dell’apostolo Andrea, fratello di Simon Pietro.
    Il grande scisma orientale del 1054 mise fine alla pentarchia originale. Il Grande Scisma, conosciuto dalla storiografia occidentale come Scisma d’Oriente ma definito dagli Ortodossi “Scisma dei Latini”, fu l’evento che, rompendo l’unità di quella che fu la Chiesa di Stato dell’Impero Romano basata sulla Pentarchia, divise la Cristianità Calcedoniana fra la Chiesa Cattolica Occidentale, […] e la Chiesa Ortodossa Orientale, che invece riteneva di rappresentare la continuità della chiesa indivisa del primo millennio, senza cedimenti a quelle che riteneva innovazioni dei Latini…. “
    – Wikipedia

    Non doveva essere l’unità il segno distintivo della “vera” chiesa ? ( Gv 17.20-23) Non sembra che la storia abbia dimostrato questa unità tra scismi, esclusioni, divisioni e reciproche scomuniche. Le pare ?

  37. Se fosse stato ucciso, (chi ci crede o no, non cambia nulla; per me è morto di embolia) bastava un solo miracolo per farlo direttamente Santo. Un papa davveroso Santo, ma tra tanti falsi martiri!

  38. Smettetela di nascondere la verità!Papa Luciani con molta probabilità fu uccisoMa secondo voi se questa verità sarebbe confermata cosa potrebbe pensare la gente,anche i più fedeli?Sarebbe uno shock,per tutti;ma come nella casa di Dio succedono queste cose?La chiesa è la più grande truffa della storia.Ha la più grande riserva aurea del mondo e chiede sacrifici ai più poveri.Il Papa(o è meglio definirlo il Pappone),i vescovi,e la banda bassotti che è al seguito sono dei criminali che andrebbero denunciati e sbattuti in galera.Mi stupisco di quanta gente ingenua crede a questi ciarlatani che si definiscono uomini di Dio(con quale diritto?).Con Dio non hanno a che fare.Qui non si tratta di non credere in Dio,ma di non fidarsi di persone che alla fine sono solo uomini fatti di carne come noi.Informatevi sulle propietà del Vaticano e chiedetevi perchè nel mondo c’è tanta miseria,che tra poco sarà anche da noi e loro continuano ad avere immensi patrimoni.E il caso di Elisa Claps non fa pensare?Come possibile che il corpo è rimasto nascosto tutti questi anni e il parroco ha fatto finta di niente;potrei andare avanti per ore con questi casi che smantellano questa associazione a delinquere che è la chiesa,ma i più fedeli(più ingenui),continueranno a credere alle parole di questi pagliacci.

  39. Papa Luciani è stato ucciso dalla massoneria,perchè voleva cambiare veramente la chiesa.Casualmente è morto dopo 33 giorni,numero importante per i massoni.La simbologia massonica, fornisce una singolare rappresentazione del Tempio Massonico, costituito dai 33 gradi del Rito Scozzese Antico ed Accettato: una “stella a cinque punte” inscritta in una “stella a sei punte”, e l’insieme lo chiama: “L’esagramma col pentalfa” o “Esagramma pentalfico”.

  40. Papa Luciani è stato ammazzato ! Questa triste verità non ha nulla a che vedere con la salute di Papa Giovanni Paolo I, nè con le contraddizioni che ne sono seguite, piuttosto in tutto quello che c’era di torbido e nei risvolti successivi : Giovanni Paolo II viene eletto Papa, poi addirittura beato, seppure su di lui si addensarono le ombre dell’IOR, di Calvi, Sindona, Marcinkus et company.

  41. Purtroppo dal momento della sua morte, le gerarchie vaticane hanno proferito molte inesattezze e bugie che alimentano ancora oggi molti dubbi e sospetti sulla morte di Albino Luciani. Ritengo corretto e giusto che all’epoca dei fatti si fosse eseguita una autopsia sul cadavere del Pontefice per dissipare ogni dubbio. Purtroppo il Vaticano preferì non eseguire autopsie, alimentando in questo modo ancora di più ombre e perplessità. Tuttavia è pur vero che non esistono prove su un probabile omicidio, ma non bisogna dimenticare il clima che aleggiava in Vaticano nel Settembre del 1978, con la presenza della massoneria tra gli alti prelati, e gli affari illeciti dello Ior con il Banco Ambrosiano di Calvi. Il Papa era al corrente di questa situazione e vi stava ponendo rimedio sollevando molti Cardinali dai loro incarichi.

  42. SUPERIAMO TUTTE LE IPOTESI…
    SICURI CHE LA GIUSTIZIA DIVINA SARA’ VELOCE ED ABBONDANTE…
    NOI IMPEGNAMOCI AL DIFFONDERE IL RICORDO DEL ” PAPA DEL SORRISO ”
    ALBINO LUCIANI CHE ADESSO CI SPINGE AD AGIRE NEL QUOTIDIANO CON
    CORRETTEZZA, EMPATIA, AMORE…
    ASPIRANDO ALLA VERITA’…

    ADRIANA QUATTRINO

    Presidente FEDERAZIONE DEGLI STATI UNITI DELL’UMANITA’

  43. Non ho mai avutto bubbi, Papa Luciani non è stato uciso consapevolmente. Ma noi sapiamo che si può morire anche per grandi dispiaceri, che silo il Signore potra giudicare.
    Il mio pensiero è sempre stato, che Papa Luciani è già santo con il Signore, se la chiesa lo vuole confermare, io dico che lo meritava anche prima di Voitila..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *