Un miracolo argentino per Luciani

Giovanni Paolo I

La beatificazione di Giovanni Paolo I, il papa dei trentatré giorni scomparso 40 anni fa, potrebbe essere più vicina. Il Vaticano sta studiando, infatti, un presunto miracolo attribuito ad Albino Luciani che, se confermato, potrebbe definitivamente portare il Pontefice, scomparso nel settembre del 1978, alla gloria degli altari.

La conferma arriva ci arriva dal Prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi, il cardinale Angelo Becciu, che da alcuni mesi guida la cosiddetta “fabbrica dei santi”, dopo aver ricoperto il ruolo di Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato Vaticana. “Sì, posso confermare che c’è un presunto miracolo attualmente al vaglio della commissione medica della Congregazione”, conferma il porporato sardo, “si tratta di una guarigione che riguarda una donna di Buenos Aires, in Argentina”. Rimane invece “top secret” l’identità della presunta miracolata e la diagnosi della donna, per evitare che il caso possa diventare inevitabilmente riconoscibile. “Ovviamente”, spiega il cardinale Becciu, “si tratta di un caso attualmente allo studio dei medici, che è soltanto il primo passo del cammino che porterebbe alla beatificazione di Giovanni Paolo I”.

La prudenza quindi è d’obbligo: la commissione medica che sta studiando il caso argentino se dovesse dare parere positivo sul presunto miracolo di papa Luciani, passerebbe la palla alla consulta dei teologi e poi a quella dei cardinali e dei vescovi membri della Congregazione. A quel punto mancherebbe soltanto la firma del Papa per il via libera alla beatificazione del “Papa del sorriso”.

Non è la prima volta che si parla di un presunto miracolo attribuito ad Albino Luciani: nel 2008 era stato reso pubblico il caso di un uomo di Altamura, in Puglia, colpito all’inizio degli anni ’90 da un linfoma gastrico e poi apparentemente guarito senza una spiegazione scientifica. Il presunto miracolo però alla fine non convinse la commissione medica che decise di accantonare definitivamente il caso. La causa di beatificazione di Giovanni Paolo I, seguita in prima battuta dal vescovo salesiano Enrico dal Covolo e da qualche anno dal cardinale Beniamino Stella, Prefetto della Congregazione per il Clero, proprio un anno fa (nel novembre del 2017) è arrivata a un punto di svolta: papa Francesco ha già infatti autorizzato l’emanazione del decreto che riconosce le virtù eroiche di Albino Luciani, l’ultimo passo prima di procedere alla fase conclusiva in vista della beatificazione.

Per la prima volta, tra l’altro, grazie ai documenti e alle testimonianze raccolte dai postulatori, si è chiarito definitivamente il motivo della morte improvvisa di Giovanni Paolo I: infarto acuto del miocardio, chiudendo definitivamente una stagione di polemiche e di sospetti sulla scomparsa di Luciani. Inoltre, sempre all’interno della causa, è contenuta una preziosissima quanto inedita testimonianza: quella del papa emerito, Benedetto XVI, l’unica persona ancora in vita che partecipò al conclave che elesse Giovanni Paolo I e che già nel 2004, durante una visita in Veneto in veste di Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, aveva detto pubblicamente di pregare il “Papa del sorriso” come se fosse santo. La novità di oggi sul presunto miracolo di Buenos Aires che il Vaticano sta studiando, potrebbe adesso portare a una nuova svolta per vedere finalmente Albino Luciani beato.

Fabio Marchese Ragona

13 risposte a “Un miracolo argentino per Luciani

  1. Come mai prima di Giovanni XXIII non ci sono stati cosi tanti Papi Santi. Dopo di Lui tutti lo sono diventati..e’ abbastanza strano che i Papi “moderni” siano riconosciuti come dispensatori di “miracoli” e quindi beatificati. Il prossimo che non verra’ beatificato come sara considerato????

    • Non sono domande da porsi o da porre nel modo più assoluto! Questioni così delicate, particolari, moralmente ed umanamente importanti, che abbracciano teologia, scienza e fede, sono da ritenersi SERISSIME e le commissioni scelte per LO STUDIO di tale elevate circostanze sonov(in genere) al di sopra di ogni possibile miseria e porcheria possibile…non siamo più nei secoli passati, dove la Chiesa (spesso) era purtroppo infangata da certi business e chi vuol capire capisca e la pianti con queste vergognose, diffamatorie ed ignoranti diozie!!!

  2. Il Papa dEl sorriso così veniva chiamato quando parlava dava sicurezza ispirato occhi il suo sguardo ti dava sicurezza peccato che il Padre celeste l.ha preso così presto .

  3. non ci sono parole per dire che la chiesa, come istituzione, continua a volere fare proseliti con cose che non hanno un senso. Sapendo bene che le guarigioni cosi dette ” inspiegabili” sono scientificamente possibili, essendo la medicina moderna una scienza empirica e poco conosciuta.

  4. Papà Luciani con la sua semplicità e serenità aveva già stampato nel suo volto la santità!!!
    Grazie per i trentatré giorni del tuo pontificato che hanno segnato l’inizio di un cambiamento.

  5. Grande anima quella di Albino Luciani , uomo semplice ma anche con carattere e contagiosamente uomo di Dio . Per tutti quelli che hanno scorto in lui queste qualità ,egli è già Santo !

  6. Ricordo una sua frase pronunciata dalla Loggia Centrale della Basilica di San Pietro la sera della sua elezione a Papa Giovanni Paolo I così come da lui scelto e che era una preghiera di fede per ciò che lo attendeva: “Se Dio ha dato un peso, avrà dato la forza per sostenerlo”. Uno stimolo per noi tutti a tenere duro nella vita quotidiana affinché si attuino miracoli come quello di cui si tratta.

  7. Io lo amavo mi piaceva tanto era serenita’e gioia lui quando parlava era sempre calmo e dolce mi e mancato subito peccato che ci ha lasciati cosi’ presto

    • Esatto…..d’altronde la beatificazione è un espediente molto usato negli ultimi tempi per ripulire determinate nefandezze della Chiesa Cattolica!!!

  8. Nella Sacra Bibbia è citato più volte che: diffidate da chi compie dei ” miracoli”… Gesù li ha fatti e ” santi” non esistono se non come la chiesa cattolica ha già fatto., e ne farà sempre di nuovi…Nulla toglie a Albino Luciani che era una persona molto diversa da molti “papi” precedendi e attuali… Leggete la Sacra Bibbia e non stupitevi se trovate molte cose che la chiesa cattolica le ha sempre storpiate o peggio ignorate.

  9. Il “Papà del Sorriso” era già ritenuto santo da quanti lo conobbero… i soliti maligni farebbero bene a rivolgere le proprie diffidenze verso altre cose più sfacciate che si svolgono sotto i nostri occhi nel sociale e non cercare morbosamente il male dove non c’è!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *