Natuzza arriva in Vaticano

Natuzza Evolo

Natuzza Evolo

Mons. Luigi Renzo, vescovo di Mileto, ha raggiunto Roma per consegnare alla Congregazione per le Cause dei Santi la documentazione necessaria per chiedere l’autorizzazione all’apertura della causa di beatificazione di Natuzza Evolo, la mistica di Paravati. E oggi incontrerà anche Papa Francesco.

Ci vorranno almeno tre o quattro mesi per avere una risposta ufficiale dalla Santa Sede, poi si potrà aprire il processo che porterà Natuzza Evolo alla gloria degli altari. Mons. Renzo aveva già raccontato, tempo fa, la storia di Natuzza, fatta di prodigi e stigmate, a Papa Francesco, che aveva confidato al vescovo di non aver mai sentito parlare della donna. Per questo motivo il prelato aveva regalato a Bergoglio il suo libro “Il mio incontro con Natuzza” (volume edito dalla Libreria Editrice Vaticana). Oggi ci sarà un nuovo incontro con il Pontefice e poi, Mons. Renzo, insieme al postulatore, Don Enzo Gabrieli, raggiungerà la Congregazione dei Santi in Vaticano per depositare la richiesta ufficiale di autorizzazione per l’apertura della causa.

Sono tantissime le testimonianze di persone che raccontano di aver ricevuto grazie dalla mistica di Paravati o ancora che raccontano di aver avuto predizioni o visioni con Natuzza che, secondo quanto raccontano vari testimoni, aveva anche il dono della bilocazione.  Tutto il materiale e le testimonianze finiranno nella causa, insieme ad un eventuale miracolo che sarà poi vagliato in Vaticano.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

6 risposte a “Natuzza arriva in Vaticano

  1. Trovo la mancanza di commenti su questo post indice del fenomeno tipico del nostro tempo che se non sei una persona conosciuta, popolare o famosa… non sei nessuno.

    Riguardo l’argomento del post mi sono soffermata su un particolare delle stimmate di Natuzza: non sono sulle palme delle mani come vengono iconograficamente rappresentate e come starebbero ad indicare quelle di San Pio, solo per citare l’ultimo ad averle mostrate.
    Il mio ragionamento è semplice. Se le stimmate fossero il segno dei chiodi con cui affissero Cristo dovrebbero comparire SEMPRE nel medesimo posto…
    Nel caso di Natuzza non succede…

    Il motivo non mi interessa perché i cristiani camminano per fede, non per visione (2 Cor. 5:2)

  2. Buonasera.
    @ Graziella Roggiolani.
    La mancanza di commenti è sicuramente dovuta a un fenomeno che lascia perplessi, molti di noi. La fede, ha bisogno di fatti ecclatanti e spesso si riduce lo stesso fedele a credere a cose che, non sono vere. E come lei si è soffermata sul particolare della stigmate, ci sono molte altre cose che, spesso mancano di coerenza. Chissà come mai ? i cristiani camminano per fede ? ma dove stà scritto ? il Cristianesimo è il frutto di una cultura tramandata nei secoli, dove chi non seguiva le regole, veniva irrimediabilmente messo al bando. In certi casi, veniva bruciato sulla pubblica piazza. Chi non credeva, in certi casi, non poteva nemmeno lavorare. In pratica, una vera e propria intimidazione. La chiesa, ha preso come icona immortale, la Bibbia, scritta da chissà chi e ne ha fatto un vero e proprio cult. Ma, se andiamo ad analizzare quanti cristiani, la leggono o meglio ancora la conoscono a memoria, ci accorgeremmo di quanta ignoranza, ci sia al loro interno. La cosa che più mi meraviglia è vedere così tanta gente, legata alle regole date da un libro. Regole che, immancabilmente, nessuno rispetta.
    Cordialmente.

  3. @ Marco
    Ti suggerisco, prima di parlare di fede, di leggere il Libro da te incriminato per ignoranza, poi potrai avere libertà di parola.

    … ti offro la mia consulenza gratuitamente… se dovessi avere difficoltà a capire certi brani.

    Eppure mi era sembrato di capire che non ne volevi più sapere. Se non ti interessa il genere di argomento… hai un’ampia gamma di blog dove dire la tua costruendo un confronto costruttivo… Qui, in questo, mostrerei almeno più rispetto.

  4. Buonasera.
    @ Graziella Roggiolani.
    Manteniamo la calma. Non c’è bisogno di arrabbiarsi in questo modo. Andiamo per ordine e credoche una risposta da lei, mi sia dovuta. Lei è sicura di chi ha scritto la Bibbia ? me lo provi. Possiamo incontrarci quando vuole e come le ho già detto, d’avanti a un buon caffè, potremo esprimere le nostre idee. Della sua consulenza, non si offenda ma, ne faccio volentieri a meno. Non volevo più parlare di fede e di Dio nel blog della Sig.ra Lena ma, su questo mi sembra molto opportuno e costruttivo. Per quanto riguarda il rispetto, credo che lei sia stata la prima a non portarlo, nei confronti di Natuzza e criticando le sue stigmate, lo ha dimostrato. difficoltà a capire certi brani ? mi scusi ma, camminare sulle acque e resuscitare i morti, dividere i mari o creare un uomo e una donna, mi riesce difficile crederci. E mi fermo qui. Buona serata.
    Cordialmente.

  5. La nostra cara Mamma Natuzza era già Santa ancora prima di nascere …. A volte per capire certe cose non c’è bisogno ne della parola della chiesa che certifichi tale Santità e neanche dei fenomeni legati a Natuzza stessa….attraverso la FEDE mi è apparso tutto chiaro fin dal primo istante… Ti voglio bene! Lino M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *